-4°

Provincia-Emilia

"Angeli al volante": quel brivido per la figlia corsa in strada a recuperare il pallone

15

Oggi la Gazzetta di Parma pubblica questa lettera di una mamma di Ozzano

Signor direttore,
segnalo la felice conclusione di una disattenzione di ieri pomeriggio, che avrebbe potuto rivelarsi fatale a mia figlia Laura, di nove anni, e ovviamente a tutta la nostra famiglia, grazie al rispetto del codice della strada, nella fattispecie «il limite dei 50», che ha permesso ad un'auto di evitare mia figlia, che si è
buttata in strada per rincorrere il suo pallone, niente meno che nel centro di Ozzano, già purtroppo teatro di incidenti, anche fatali, a nostri compaesani.
   Ovviamente desidero ringraziare la giovane signora al volante, che si è fermata senza brusche frenate, segno che il limite lo stava rispettando davvero, e propongo, a fronte di sanzioni per chi infrange le regole, di istituire premi per chi invece le rispetta, anche se il regalo che questa persona ha fatto a mia figlia e a tutta la nostra famiglia non è compensabile in moneta.

Giovanna Garsi

Ozzano Taro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giovanni

    09 Giugno @ 16.38

    parmigianoreggiano penso che tu abbia ragione in parte, vorrei farti notare che bambini che morivono sotto i carri trainati da cavalli mentre giocavano accadeva anche nel XVIII secolo e ladri e assassini ci sono sempre stati. Perciò diciamo che se uno nasce fortunato non ha bisogno di dare scappellotti al figlio e se uno nasce sfigato può usare anche il bastone ma se ha un figlio vivace non lo può cambiare.Da piccolo non passava giorno che non le buscavo, eppure quando volevo fare cazzate le facevo lo stesso. Ora ho più di 40 anni, due figli uno quasi perfetto l'altro da prendere a mazzate tutti i giorni. Stessi genitori, stessi metodi educativi, uno riservato l'altro iperattivo. anche questa è semplice verità

    Rispondi

  • Dr.Feelgood

    09 Giugno @ 14.16

    Da genitore di una VISPA bambina di quattro anni vi GARANTISCO che alla BASE DI TUTTO ci DEVE ESSERE una SANA EDUCAZIONE basata su ORDINI, MINACCE E PUNIZIONI ANCHE FISICHE dosati SAPIENTEMENTE e PROPORZIONATAMENTE all'età per FORGIARE un figlio EDUCATO, PRUDENTE ed ASSENNATO. Purtroppo però oggigiorno TROPPI genitori sono VITTIME della SOTTOCULTURA SESSANTOTTINA basata sulla DISOBBEDIENZA, sul LIBERTINISMO e sul DISPREZZO DELLE REGOLE che ha creato l'EVIDENTE DERIVA ETICA in cui la nostra società sta SPROFONDANDO sempre più a partire dai bambini che rincorrono il pallone in strada fino agli amministratori che rubano: tutto questo perché la nostra PSEUDOCULTURA della fine del XX secolo ha BUTTATO IL BAMBINO COI PANNI SPORCHI nel RIPUDIARE DALLA A ALLA Z tutto ciò che di BUONO il XIX e la prima metà del XX secolo avevano saputo donare alla CULTURA EUROPEA. Sento già il RUMORE DEGLI STRAPPI e le URLA di tutti quelli che, leggendo questo commento, si stanno STRACCIANDO le vesti e stanno GRIDANDO allo scandalo ma queste persone SE NE FACCIANO UNA RAGIONE, perché quello che ho detto é la PURA E SEMPLICE VERITÀ.

    Rispondi

  • giovanni

    09 Giugno @ 09.56

    io leggendo la lettera ho pensato alla fortuna della bambina e dell'automobilista, bastava un paio di secondi di differenza e le cose sarebbero andate diversamente. leggendo i commenti ho pensato alle più assurde giustificazioni che un automobilsta può dare per poter fare ciò che vuole dando la colpa agli altri, vado forte se travolgo un bambino con la palla è colpa dei genitori che non insegnano le regole o non sono attenti. SIETE RIDICOLI. Faccio un lavoro dove mi capita spesso di intervenire su incidenti stradali e il 90% dei casi è colpa della velocità.La nostra sfortuna è che siamo in un Paese ridicolo dove chi commette reato è giustificato e chi lo subisce se lo tiene e passa pure da coglione

    Rispondi

  • Vam

    09 Giugno @ 00.03

    Una informazione per i tanti che hanno scritto e che non sono genitori (perche\' se lo fossero saprebbero benissimo come stanno le cose).\r\nAnche io pensavo che i bambini bastasse educarli per far far loro quelllo che si vuole, come dei soldatini, delle auto telecomandate o dei cani addestrati. \r\nLa realta\' e\' ben diversa: per quanto ti prodighi ad insegnare, il bambino a qualunque eta\' decide lui cosa fare e cosa non fare. Quando corre dietro a una palla fa fatica a vedere i pericoli perche\' ha l\'entusiasmo del gioco. Questo a tre come a 9 anni.

    Rispondi

  • rossy

    08 Giugno @ 23.22

    vorrei rispondere a chi prontamente critica la mamma della bambina.mi sembra di poter capire che non sono genitori o se lo sono come pensano di punire i loro figli trasgressori??? vergognatevi per quello che avete scritto. io parlo da mamma di 2 bambini che giorno x giorno ripeto sempre come ci si comporta in strada e cerco sempre di stargli vicino ma avvolte capita anche ai migliori genitori di avere una piccola distrazione involontaria. si vede che questi signori super perfettini non si distraggono mai. vi auguro che non vi capiti mai niente di grave ma nel caso a chi darete la colpa?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta