19°

Provincia-Emilia

La Cisl: "Maestre licenziate dopo il terremoto a Colorno"

La Cisl: "Maestre licenziate dopo il terremoto a Colorno"
13

Quattro maestre delle elementari, che avevano un contratto a tempo determinato, sono state licenziate in anticipo a Colorno, dopo che il terremoto ha reso inagibile la scuola. E' quanto denuncia la Cisl Scuola, che attacca questa "decisione unilaterale" e fa appello alle istituzioni scolastiche regionali "affinché la legalità ed il buon senso vengano ripristinati".

Ecco il comunicato della Cisl Scuola:

Un fatto gravissimo è avvenuto a Colorno, dove quattro maestre di scuola primaria (ex elementare) sono state licenziate anticipatamente dall’amministrazione scolastica, dopo che le scosse di terremoto che stanno affliggendo l’Emilia hanno provocato l’inagibilità dell’edificio. Mentre gli altri docenti hanno potuto proseguire le attività di fine anno scolastico, preparatorie anche dei successivi scrutini, ospitati nei locali della scuola secondaria (ex media) del paese i docenti a tempo determinato sono stati allontanati con decisione unilaterale, creando un’assurda disparità di trattamento, come se il terremoto legittimasse azioni del genere. Un episodio sconcertante che stando alle notizie che giungono dal resto delle zone terremotate, per adesso risulta essere l’unico di questo tipo, mai prima d’ora in Italia una pubblica amministrazione aveva licenziato i dipendenti in caso di gravi calamità naturali, a Colorno è successo e per giunta colpendo dei precari. La Cisl Scuola di Parma ha rivolto un appello indirizzato al direttore Ufficio Scolastico Regionale Stefano Versari, al dirigente dell’Ambito Territoriale Scolastico di Parma Laura Gianferrari ed al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Colorno Giovanni Gaulli, affinché la legalità ed il buon senso vengano ripristinati. Scrive la Cisl Scuola: “Auspicando che l'appello rivolto trovi accoglienza consapevole, non si vorrebbe credere che l’interdizione anticipata di contratti di Lavoro già per loro natura precari, possa costituire grave negativo esempio che non troverebbe cittadinanza in un civile contesto, come peraltro non è avvenuto in precedenti tragici analoghi eventi sul territorio nazionale”. 

In merito alla vicenda, la Cisl ha inviato una nota aggiuntiva: "Teniamo a ricordare che sono le uniche dipendenti pubbliche, di cui si abbia notizia, alle quali a causa del sisma è stato interrotto il rapporto di lavoro. Eppure sono decine le scuole interessate in tutta la regione. Inoltre nessuna norma contrattuale prevede la risoluzione anticipata dei rapporti di lavoro a causa delle calamità naturali, per quanto riguarda il caso specifico i contratti di assunzione prevedono una data di scadenza ed inoltre le docenti interessate, erano in servizio su classi delle quali dovevano essere preparati gli atti per poi svolgere gli scrutini, non si tratta di “prestatori d’opera” generici ma di professioniste che svolgono la funzione docente.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • nocciola

    13 Giugno @ 11.35

    Le giustificazioni del dirigente scolastico sono ridicole. Sostenere che nell'ultima settimana di contratto sarebbero state pagate per far nulla è assurdo, visto che gli insegnanti di ruolo sono pagati per tre mesi (tra estate e quant'altro) per fare sostanzialmente un tubo! Eh ma quella settimana lì era troppo eh?

    Rispondi

  • salvatore pizzo

    12 Giugno @ 23.24

    La scuola non è un'azienda non deve raggiungere un fatturato ma organizzarsi per formare futuri cittadini, ma è un servizio minimo essenziale: in termini produttivi come si qualifica il fatto di licenziare un docente prima che si facciano gli scrutini? Me lo dica il signor imprenditore. Mi domando perchè debbano pagare quelle quattro, tutti gli altri dipendenti che causa terremoto non hanno potuto lavorare hanno avuto le giornate sottratte dalla busta paga? Salvatore Pizzo

    Rispondi

  • stefano

    12 Giugno @ 22.58

    Ma la giusta causa chi la decide? I sindacati ? il dipendente? Non è abbastanza giusta come causa un dipendente che diventa inutile? E se il dipendente diventa inutile perchè il datore di lavoro deve per forza continuare a pagarlo anche se non produce? Solo perchè ha fatto la cazzata di assumerlo? Ma non vi rendete conto della situazione assurda? Vi sta bene solo perchè parlate da operai e non da imprenditori altrimenti sapreste che cosa vuol dire pagare una persona che non produce e sommare lo stipendio a tutte le tasse che abbiamo già da pagare...... Produzione= stipendio - inutilità = licenziamento. mi sembra logico. Se poi c'e' qualcuno che se ne vuole fare carico non sono contrario, ma non con i miei soldi.

    Rispondi

  • stefano

    12 Giugno @ 20.29

    Ma la giusta causa chi la decide? I sindacati ? il dipendente? Non è abbastanza giusta come causa un dipendente che diventa inutile? E se il dipendente diventa inutile perchè il datore di lavoro deve per forza continuare a pagarlo anche se non produce? Solo perchè ha fatto la cazzata di assumerlo? Ma non vi rendete conto della situazione assurda? Vi sta bene solo perchè parlate da operai e non da imprenditori altrimenti sapreste che cosa vuol dire pagare una persona che non produce e sommare lo stipendio a tutte le tasse che abbiamo già da pagare...... Produzione= stipendio - inutilità = licenziamento. mi sembra logico. Se poi c'e' qualcuno che se ne vuole fare carico non sono contrario, ma non con i miei soldi.

    Rispondi

  • salvatore pizzo

    12 Giugno @ 17.22

    La scuola ha rescisso unilateralmente il contratto, così è andata.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

1commento

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

9commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

L'ATTACCO

Il sindaco di Londra: sventati 13 attacchi in 4 anni Video

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano