16°

Provincia-Emilia

Leccabue, c'è Cuba al telefono: laurea honoris causa in Fisica

Leccabue, c'è Cuba al telefono: laurea honoris causa in Fisica
10

Chiara Cacciani

Il telefono è squillato a mezzanotte, una sera in cui Fabrizio Leccabue -chimico in pensione ed attualmente assessore a Felino - , non era ancora rientrato a casa. E così è stata la moglie Mirella la prima a sapere: l'Università dell'Avana gli conferirà  il prossimo 20 luglio la Laurea honoris causa in Fisica.
La motivazione? Si legge nella e-mail ufficiale seguita alla telefonata ufficiosa: in occasione dei 50 anni del Dipartimento di Fisica, l'Ateneo della capitale cubana ha voluto «dare un riconoscimento a chi ha dato uno straordinario contributo al suo sviluppo». Due nomi, dunque: quello di Leccabue e quello del collega messicano Feliciano Sanchez Sinencio. Non solo: il chimico parmense sarà nominato anche membro di merito della Società cubana di fisica.

Al di là dell'impegno da amministratore, Leccabue, 65 anni, è persona riservata: non è stato facile convincerlo a raccontare, difficile tirargli fuori le emozioni. «Sono un po' preoccupato per il discorso..», inizia, puntando sul pragmatismo.  Ma poi cede: «E' stata una notizia totalmente inaspettata, mi ha fatto molto piacere. Lo vivo come un riconoscimento grande del lavoro fatto. Il mio merito? Credo quello di aver dato la possibilità ai laureati cubani di instaurare  relazioni internazionali importanti, che prima sembravano utopia».
E la sua storia personale e di lavoro  si intreccia con un capitolo importante e forse poco conosciuto della storia dell'Università di Parma.

PARMA-CUBA: UN LEGAME NATO NEL 1969
L'«avventura» cubana iniziò alla fine degli anni Sessanta. Leccabue – nato a Castelguelfo ma cresciuto ai Prati Bocchi «quando ancora erano prati»- era uno studente della Facoltà di chimica. Ma già collaborava con quello che, da costola del Dipartimento di Fisica, sarebbe diventato il Cnr oggi ospitato al Campus. Le ricerche mettevano insieme fisici e chimici ed erano incentrate sul magnetismo e sui semiconduttori, a caccia di nuove applicazioni.
Nel 1969 l'allora direttore del Dipartimento di Fisica Roberto Fieschi pensò di istituire una borsa di studio a favore di studenti cubani in ricordo del suo predecessore, il professore italoargentino Andrea Levialdi, che morì all'Avana. «Promosse una colletta tra docenti e studenti  – racconta  -. Era il periodo del  mito di Cuba, di Che Guevara e della rivoluzione. In poche settimane si raccolsero soldi sufficienti per quattro borse di studio. E a Parma arrivò il primo laureato cubano: Joaquim Torres Orosco».
Nascono così amicizie, rapporti di collaborazione, nuovi progetti che coinvolgono anche altri istituti e centri italiani Con Leccabue - laureatosi poi nel 1972 - sempre in prima linea. «Nel 1974 fui invitato a tenere un corso alla scuola estiva di Fisica di Cuba: trovai un gruppo di studenti e docenti molto motivati, dalla formazione di base molto alta e con altrettanto alto entusiasmo. La sera l'università si riempiva di operai e impiegati che seguivano le lezioni. C'era un fermento grande, un clima molto effervescente», ricorda oggi Leccabue. Che nel 1981 decise di trascorrere un anno sabbatico proprio a Cuba, con la famiglia. «Nel mio istituto ci fu molta perplessità: la normalità era andare negli Usa per motivi di carriera ma io sapevo che all'Avana c'erano le condizioni per lavorare bene, e anche per imparare». Un anno ricco di esperienze, in cui sono state strette amicizie per la vita, e anche difficile : «Con la nostra carta di stranieri residenti avevamo diritti e doveri uguali ai cubani, compresa la tessera del razionamento. L'embargo, come oggi, era molto pesante: c'era una epidemia di Dengue con tanti morti, ma la casa farmaceutica messicana si rifiutava di vendere farmaci».

PROGETTI, SFIDE E PROVOCAZIONI
Fino al '92  Leccabue ha sempre trascorso un mese all'anno all'Avana.  «Siamo riusciti ad aprire canali  di collaborazione  internazionale diversi da quelli con l'Urss e l'Est Europa. Su 140 articoli scientifici che ho pubblicato su riviste internazionali, nella metà c'è  il contributo di lavoro, citato, di un cubano. E abbiamo fatto anche cose provocatorie, inviando lavori importanti anche a prestigiose riviste  americane: per la prima volta li hanno pubblicati».
L'ultimo viaggio a Cuba  risale al 2004: «Rispetto a quando l'economia era supportata dall'Urss la crisi si fa sentire. La sfida è  trovare un modello economico alternativo al capitalismo. I ricordi più belli?  Le amicizie così vere e i ritmi di vita meno assurdi dei nostri».
Torna poi al punto di partenza, il futuro «bis-dottore », che dal 4 al 25 luglio sarà di nuovo all'Avana: «Sì, il discorso mi preoccupa, anche se ce l'ho in testa. Oltre al lavoro fatto, vorrei parlare delle nuove tecnologie e della responsabilità sociale del ricercatore rispetto alla globalizzazione.». E anche questo sa un po', di nuovo, di provocazione.

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    18 Giugno @ 17.08

    Signor Giovanni Festa mi dispiace contraddirla ma non è vero che lei risponde a chi si firma con nome e cognome proprio, lei non si firma proprio, sto ancora aspettando le risposte a varie domande che le ho mandato più volte come al suo ex candidato sindaco, lei mi ha anche preso in giro su questo sito rispondendomi “le risposte alle sue domande prossimamente in un video”. Me lo lasci dire signor festa, lei è proprio il politico medio di opposizione, quello però che non si comporta come dovrebbe, quello che fa accuse senza senso e se ne approfitta scrivendo su siti come questo sapendo che difficilmente da qui l’assessore di Felino risponderà semplicemente perché difficilmente vedrà la sua domanda, bastava chiedere nei modi opportuni e avrebbe così avuto la sua risposta. D'altronde il suo partito è specialista nel fare allarmismo ingiustificato come il suo collega di partito in minoranza a Traversetolo (come vede non ho votato le amministrative di Parma, lei mi aveva accusato di essere al soldo di Bernazzoli…), paese in cui risiedo. Se le interessa le mando per l’ennesima volta le mie domande, domande inviate 3 volte a lei e Bocchi (vi ricordo che sarebbe meglio evitare di mandare la conferma di ricezione mail, almeno potreste dire di non aver ricevuto nulla…) e le ho scritte varie volte su questo sito…

    Rispondi

  • sabcarrera

    18 Giugno @ 13.48

    Festa il tuo vero nome non sarà mica Guasta? Per una volta che una persona porta onora a Parma e anche a Felino.

    Rispondi

  • Giovanni FESTA

    18 Giugno @ 12.08

    .....! @DB: La "Destinazione Urbanistica" chi la da? - Il SINDACO / ASSESSORE / PRESIDENTE COMMISSIONE URBANISTICA / = SINDACHESSA.

    Rispondi

  • sabcarrera

    18 Giugno @ 12.02

    Festa, mi hai risposto una volta perché non due, a modo?

    Rispondi

  • Giangi

    18 Giugno @ 08.45

    Caro Festa, l'amministrazione di Felino ha dato parere contrario all'impianto a Biomasse di San Michele. E' sufficiente chiedere un accesso agli atti presso il Comune di Felino. A seguito di quel parere negativo la proprietà ha intentato ricorso al Tar chiedendo un indennizzo proprio al Sindaco e al Responsabile del servizio. Si informi prima di scrivere.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia