19°

30°

Provincia-Emilia

Pinardi: "No alla centrale a biogas"

Pinardi: "No alla centrale a biogas"
0

Non si placa la discussione sull’impianto a biogas che, secondo il progetto, dovrebbe sorgere a San Michele Tiorre. Questa volta a prendere parola sull’argomento è Massimo Pinardi, consigliere della Provincia e presidente del gruppo consiliare «Altra Politica». «L’impianto a biogas di San Michele Tiorre – spiega il consigliere Pinardi – volto alla produzione di energia elettrica, non si deve fare perché produce un impatto negativo all’immagine di un territorio che è tutelato per le sue eccellenze».
«La Provincia – continua il consigliere Pinardi – che attraverso il Consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno e con la giunta, nel febbraio scorso, ha deliberato le linee di indirizzo per il documento preliminare al Piano territoriale di coordinamento provinciale per limitare il consumo di suolo, ha tutti gli strumenti per evitare che si protragga una violenza ulteriore ad un territorio già sofferente e da salvaguardare. Anche la Regione Emilia Romagna ha approvato una delibera, la 51/201, con la quale ritiene non idonee le aree comprese nel “Comprensorio di produzione del formaggio Parmigiano-Reggiano”, quindi anche quella di Felino, per costruire impianti a biogas. Se c’è la volontà politica della Provincia e del Comune di Felino la questione dell’impianto a biogas, si risolve in due minuti». Nella sua contrarietà agli impianti a biogas il presidente del gruppo «Altra Politica» Massimo Pinardi chiarisce che ci possono essere anche altre vie da percorrere per produrre energia. «La contrarietà all’impianto a biogas di Felino, non è contro gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili che, tutt’altro, devono essere potenziati e favoriti, soprattutto quelli di piccolo e medio taglio, ad uso domestico e aziendale, ma è contro una logica a cui non interessa la difesa e la valorizzazione del proprio territorio. Per realizzare impianti che vanno ben oltre l’autoconsumo si devono trovare aree di minor pregio, non tutelate, e che non producano impatti negativi sulla comunità circostante».
Infine, Pinardi ricorda la figura di Vandana Shiva, che nel 2010 è stata insignita dalla Provincia di Parma del premio «San Martino» con la seguente motivazione: «Per le sue battaglia a favore della biodiversità, per avere proposto uno sviluppo fondato sulla sostenibilità e per ricordarci con il suo impegno che il ritorno alla terra è il ritorno alla vita». «Nel giorno della sua premiazione - ricorda Pinardi - lei ha dichiarato di credere che il primo grande obiettivo della conservazione della biodiversità sia proprio quello di fare l’agricoltura in modo diverso , andando oltre la monocultura della mente che fa si che ci sia monocultura dell’alimentazione, delle coltivazioni e del nostro futuro». «Io la penso come Vandana Shiva – conclude il consigliere Massimo Pinardi – e per discutere di questo impianto presenterò un ordine del giorno in consiglio provinciale, come credo faranno molti degli amministratori degli enti territoriali, tra i quali il sindaco di Langhirano Stefano Bovis, e dei portatori di interesse impegnati a difendere l’unicità e le tipicità del nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Casaltone, un paese diviso in due

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti Foto

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

1commento

Asessuali

Vivere in astinenza: il documentario della parmigiana Soresini

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

PARMA

Upi, oggi l'assemblea annuale al Regio con il ministro Delrio

Poggio di Sant'Ilario

Da fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Fidenza

Piazza Grandi, operazione recupero archeologico

Integrazione

Fine del Ramadan, una festa condivisa

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

L'intervista di TvParma: "Penso che per questa vittoria abbiano pesato la nostra concretezza e i nostri contenuti"

2commenti

elezioni 2017

Lavagetto (Pd): "Ora riflessione ma possiamo imparare dalle cose fatte bene" Video

elezioni 2017

Ballottaggio, affluenza al 45,17%

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna 

5commenti

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

LE ALTRE CITTA'

Piacenza, Patrizia Barbieri (centrodestra) sindaco

Dem sconfitti praticamente ovunque. Spezia, vittoria di Peracchini. Genova, vince Bucci

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

SOCIETA'

elezioni 2017

Genova: elettore al seggio con cane al seguito Foto

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande