22°

34°

Provincia-Emilia

Quanti problemi per il ponte di Maria Luigia

Quanti problemi per il ponte di Maria Luigia
0

 Samuele Dallasta

Compirà tra pochi anni due secoli, rappresenta una delle principali opere viarie realizzate dalla duchessa Maria Luigia sulla via Emilia, collega il paese di Pontetaro alla zona periferica di Parma ed è tuttora una delle infrastrutture più utilizzate dagli automobilisti. È il ponte Maria Luigia, il ponte sul Taro, un'opera mastodontica che nell’anno della sua inaugurazione, nel 1819, era considerato come il ponte più lungo d’Europa. Un ponte che trasuda storia e che dovrebbe entrare di diritto nel patrimonio artistico e culturale di Parma ma che invece, da qualche anno, giace in uno stato di degrado. Precedentemente in gestione all’Anas, a seguito della realizzazione, nel 2005, della tangenziale «Cispadana», e nel 2007, delle due rotatorie poste ai limiti della frazione, opere che hanno permesso la declassazione da strada statale a comunale, la gestione e la manutenzione del ponte Maria Luigia sono passate alle Amministrazioni comunali di Parma, Noceto e Fontevivo. Metà ponte è in carico al Comune di Parma, mentre nell'altra metà il lato sud è a carico del Comune di Noceto e quello nord del Comune di Fontevivo. Tutto il ponte è soggetto a degrado ma i problemi più vistosi si sarebbero notati nella parte che spetterebbe al Comune di Parma. Il problema principale è quello riguardante erba e sterpaglie che stanno letteralmente attaccando la struttura in diversi punti e che dovrebbero essere rimosse al più presto. Percorrendo il ponte quello che salta subito all’occhio è che verso la metà della struttura, mentre si viaggia da Parma verso Pontetaro, sulla parte destra della carreggiata è cresciuta  una pianta di due metri. E' pericolosa: i rami, in caso di maltempo, potrebbero spezzarsi e invadere la carreggiata provocando disagi  e pericoli al passaggio dei mezzi. Inoltre crescendo, la pianta potrebbe espandere le sue radici tra i mattoni del ponte provocando crepe sia nell’asfalto sia nell’interno della struttura. Un altro problema riguarda le quattro statue che, situate su altrettanti basamenti, rappresentano i quattro corsi d’acqua principali del Parmense: il Taro, lo Stirone, l’Enza e la Parma. Anche queste statue sono lasciate alla  mercé degli agenti atmosferici, dell’erosione e delle edere che si arrampicano sui pilastri del ponte fino a toccare le sculture. Anche le arcate del ponte presentano problemi: sono soggette ad un degrado murario causato dagli anni, dagli agenti atmosferici e, probabilmente, anche dal traffico intenso al quale il ponte è quotidianamente soggetto. Ai lati della strada sono inoltre presenti fili d’erba e sterpaglie che, in caso di pioggia, potrebbero ostruire il deflusso dell’acqua piovana nel canale di scolo, provocando così allagamenti. Infine anche le due scalinate che sono situate all’inizio del ponte, dalla parte del Comune di Parma, giacciono in un avanzato stato di degrado.  Un tempo permettevano l’accesso al ponte e alla zona sottostante ai pedoni;  ora sono praticamente inagibili, molti gradini sono rotti e le sterpaglie sbucano un po’ da tutte le crepe che, nel tempo, si sono formate tra i mattoni che compongono la scalinata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

Fabio Fazio, in una foto d'archivio

Tv

La Rai propone a Fazio un contratto da 2,2 milioni l'anno

1commento

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

francia

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

elefantino che rincorre gli uccelli

natura

L'elefantino che rincorre gli uccelli Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Siccità mai così grave dal 1878

EMERGENZA

Siccità mai così grave dal 1878

Al Campus

Ladri in azione a Biologia e Fisica

L'AGENDA

Il primo sabato d'estate da vivere nel Parmense

DUE FOSCARI

Busseto piange il ristoratore Roberto Morsia

L'INTERVISTA

Cassano: «Parma vorrei riportati in A»

Langhirano

I 5 stelle contro il fuoriuscito: proteste in consiglio

Fidenza

Ballotta, un restyling da 200mila euro

Suore

Due vietnamite diventano Orsoline

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lutto

Colorno piange Cadmo Padovani

Tg Parma

Samboseto, 75enne esce di strada e muore Video

polizia

Minacciato con coltello, sequestrato e rapinato in stazione: in carcere due dei tre aggressori Video

8commenti

mercato

Cassano: "Vorrei riportare il Parma in A" Audio Faggiano: "Fantantonio qui? Non lo escludo" Video

4commenti

Protezione civile

Ondata di caldo: allerta "arancione" fino a domenica - I consigli - Video

2commenti

Anteprima Gazzetta

Domenica il voto, appello a recarsi alle urne

fiamme gialle

Guardia di finanza: in 5 mesi scoperti 20 evasori totali. Tutti i numeri della Gdf

Durante la cerimonia del 240° della fondazione del Corpo 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Maturità, temi lontani dalla realtà della scuola

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

Lutto

E' morto il giurista Stefano Rodotà

FERRARA

Bimba di 4 mesi cade dal secondo piano e muore

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Calcio

Messi, convertita in multa (455 mila euro) la condanna per frode fiscale

calcio

Rivoluzione: la U20 cinese giocherà la serie D tedesca

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

SERIE SPECIALE

695 Rivale Abarth: lo scorpione sullo yacht...