13°

Provincia-Emilia

Expo Taro Ceno: innovazione e sostenibilità

Expo Taro Ceno: innovazione e sostenibilità
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Accendere i fari su realtà che funzionano e che con la loro attività dimostrano che il “saper fare” c’è e può essere la vera chiave per lo sviluppo: un volano che mettendo insieme innovazione, tradizione e sostenibilità può diventare opportunità di crescita ma che va incoraggiato e promosso, incentivando l’idea della rete. È lo spirito di fondo di Expo Taro Ceno, in programma nel week-end del 25 e 26 agosto nel borgo medievale di Compiano, in provincia di Parma: una manifestazione pensata per accendere i riflettori sulla montagna e per “renderla consapevole” delle proprie indiscusse potenzialità.
L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Andrea Borri con il Centro studi Valceno e con Compiano arte storia, è realizzata con la collaborazione del Centro studi Agostino Casaroli, è sostenuta dalla Provincia di Parma, dalla Camera di commercio di Parma, dalla Comunità montana delle Valli del Taro e del Ceno e dal Comune di Compiano, ed è patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, da Soprip e dal Laboratorio per la valorizzazione dell’Appennino Micheli-Borri.
“Un’iniziativa importante – ha detto nella presentazione di questa mattina in piazza della Pace il vice presidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrari - che parte dall’idea della rete: del mettere in rete il saper fare di un territorio. Superando quindi i campanili, fare sistema per lo sviluppo. E un’iniziativa per la montagna: una montagna che ha bisogno di dire che c’è e ha bisogno di dirlo con i fatti”.
L’idea è nata dalla Fondazione Andrea Borri, che ha pensato all’Expo all’interno di un percorso di studio e di ricerca sulla montagna avviato nel 2011. Lo scorso anno la Fondazione aveva invitato le associazioni culturali delle Valli del Taro e del Ceno a partecipare a un’indagine sulle prospettive di sviluppo dell’economia della montagna. Dalla ricerca, cui hanno aderito le associazioni di Bardi, Bedonia e Compiano e condotta in collaborazione con l’Università di Parma, sono scaturiti diversi spunti: tra questi senz’altro la necessità di puntare sulle collaborazioni e sul lavoro di rete come “modus operandi” fondamentale per facilitare l’interazione tra le varie potenzialità di sviluppo economico. Da qui la scelta di mettere insieme tutti coloro - artigiani, agricoltori, imprenditori - che hanno già avviato attività che, se coordinate e potenziate, potranno essere vincenti in momenti di difficoltà generalizzata come quelli che stiamo attraversando, e in particolare per la fragile economia montana. Per loro l’Expo Taro Ceno sarà dunque un’occasione per conoscersi e farsi conoscere, per confrontarsi e discutere dei problemi comuni. E, appunto, per fare sistema.
“L’Expo – ha commentato Bernardo Borri, presidente della Fondazione Andrea Borri - sarà un’occasione importante per una serie di operatori: avranno l’opportunità di mettere in mostra le loro capacità e di cominciare ad avviare una rete di contatti. Il tutto nell’ottica di due concetti che hanno segnato l’attività di Andrea Borri come presidente della Provincia: la rete, cioè l’unire le forze, e il riequilibrio territoriale. Non è un caso, infatti, se abbiamo scelto proprio la montagna. Sono sicuro che mio padre avrebbe apprezzato”.
Sarà un’esposizione per temi lungo le vie del paese: dalle realtà di successo nell’high-tech alle migliori strutture nella ricettività, dalle aziende agricole agli artigiani del territorio.
“Compiano ha creduto fin dall’inizio in questa iniziativa, che consentirà alle attività che operano sul territorio di conoscersi e farsi conoscere e darà loro la possibilità di mettersi in rete. Credo che possa rappresentare una buona opportunità per tutti”, ha detto il sindaco di Compiano Sabina Delnevo. “Anche noi abbiamo aderito molto volentieri, cogliendo subito l’opportunità. Un’iniziativa del genere dimostra che ci sono tanti attori in montagna che vogliono investire sulla montagna - ha aggiunto il presidente della Comunità montana delle Valli del Taro e del Ceno Luigi Bassi -. Penso che lanci un messaggio positivo per il futuro, e che possa aiutare anche noi amministratori a capire che stare insieme è fondamentale”.
“Abbiamo invitato il meglio del territorio, e in mostra lungo le vie di Compiano ci saranno davvero tante realtà interessanti e speciali, dall’artigiano del legno alle aziende dell’alta tecnologia”, ha spiegato Ettore Rulli, presidente di Compiano arte storia, che illustrato la mappa della manifestazione.

I temi di Expo Taro Ceno
Gli espositori saranno organizzati secondo questi temi:
Il bosco: l’aspetto naturalistico, l’utilizzazione del legno a scopo energetico, l’utilizzazione del legno a scopo artigianale, il prodotto del sottobosco.
La pietra arenaria: l’aspetto morfologico, l’estrazione, la lavorazione industriale, la lavorazione artigianale, l’utilizzo per la copertura di edifici.
La vigna e il vino: sta riprendendo la coltivazione delle vite che da tempo era andata in disuso; si tratterà dell’aspetto storico della coltivazione della vite, delle potenzialità dei terreni di collina e di montagna, dei vitigni idonei.
Agricoltura e zootecnia: verranno messe in evidenza aziende agricole biologiche i cui prodotti (in particolare formaggi e carni bovine) vengono venduti al di fuori della valle.
High technology: parteciperanno alcune aziende, specie dell’area di Varano Melegari e Solilgnano, che saranno d’esempio per come si possono raggiungere alti livelli di tecnologia,  produzione e di competitività a livello mondiale.
Artigianato: le antiche botteghe di Compiano ospiteranno  artigiani delle valli del Taro e del Ceno; in particolare ci saranno il liutaio, il fabbro artista, il coltellinaio, il cestaio, il restauratore di mobili, il restauratore di dipinti.
Gastronomia: saranno presenti i produttori di gastronomia con lavorazione in loco e considerevole vendita al di fuori delle due valli.
Ricettività: in considerazione della vocazione turistica delle due valli, saranno messi in evidenza  agriturismi e Bed & Breakfast.
I Numeri: nell’atrio del Municipio saranno esposti, in grandi tabelle, i dati statistici su tutti gli aspetti dell’economia delle due valli, anche in relazione ai numeri generali della Provincia.
Le parole: saranno presenti le associazioni culturali che con la loro attività, in particolare con pubblicazioni relative a storia e tradizioni, contribuiscono alla conoscenza dell’identità culturale dei luoghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla

FESTE

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla Foto

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

22commenti

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Parma-Ascoli 2-0 al 75': segna Iacoponi, raddoppia Insigne

STADIO TARDINI

Parma-Ascoli 2-0 al 75': segna Iacoponi, raddoppia Insigne

Crociati padroni della partita

FONTEVIVO

Folla al funerale di Mattia Carra. Lo striscione: "Non ti diremo mai addio"

Il 15enne ha perso la vita in uno scontro fra un'auto e la sua Vespa

PARMA

Riina, i famigliari al Maggiore. Effettuata l'autopsia

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo"

7commenti

WEEKEND

Sabato: appuntamento con lupi, fantasmi e ghiottonerie

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

PARMA

Raffica di furti in tutta la città: porte e finestre forzate, svaligiati diversi appartamenti

In strada Parasacchi è stata recuperata, abbandonata a bordo strada, una scatola portagioie a forma di valigetta

2commenti

PARMA

Ruba una borsetta da un'auto parcheggiata: arrestato 45enne

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri nel parco di via Leporati

Scuola

Il Romagnosi sarà anche linguistico

1commento

SALSO

Si fingono i vicini di casa: anziana derubata

FESTIVITA'

Accese le luminarie di Natale a Parma Foto

Stazione

Cibi mal conservati in due negozi: multe e disinfestazione dei locali

Controlli della polizia municipale

ECONOMIA

Lanzi, via al collegamento tra l'interporto e la Norvegia

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

1commento

Lutto

E' morta Liliana, la maestra di Lagrimone

1commento

FECCI A ROMA

Delrio: «La tangenziale di Noceto si farà»

Ponte chiuso

Casalmaggiore chiede lo stato d'emergenza

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Disegna un pene in cielo, top gun nei guai

CARABINIERI

Giallo nel Piacentino: trovato un cadavere in un fienile

SPORT

Intervista

Il «Re Leone»: nello sport non contiamo più nulla

RUGBY

Tango argentino per l'Italia

SOCIETA'

Moda

E' morto lo stilista Azzedine Alaia

IL DISCO

Sound e riti tribali: Peter Gabriel fa IV

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto