15°

Provincia-Emilia

Dimesso dall'ospedale, è deceduto poco dopo

Dimesso dall'ospedale, è deceduto poco dopo
0

Cristian Calestani

Dall’ospedale era stato dimesso da circa tre quarti d’ora. Giusto il tempo di rientrare a casa e rilassarsi un po’. Poi la morte improvvisa, e del tutto inspiegabile per i famigliari. E’ così che se ne è andato, a  59 anni, Giorgio Bandini di Sacchetta di Colorno. Dall’ospedale Oglio Po di Vicomoscano di Casalmaggiore, dove era stato ricoverato martedì 26 giugno, era stato dimesso nella mattinata di sabato scorso intorno alle 11. Aveva poi fatto ritorno a casa accompagnato dal figlio. Una doccia e poi un po’ di relax coricandosi sul letto. Ma alle 11.45 la morte improvvisa che ha lasciato sgomenti gli amici di sempre di Sacca e Sacchetta e con loro i famigliari che ora «senza voler lanciare accuse a priori di nessun tipo» vogliono vederci chiaro «su quel decesso avvenuto poco tempo dopo le dimissioni dall’ospedale». «Non pensiamo a priori a nessun allarme di malasanità – spiega la cugina Paola cresciuta con Giorgio a Sacchetta in quella che era conosciuta come la “cascina dei bimbi biondi” proprio a ridosso dell’Asolana – ma per come è avvenuta la morte di Giorgio restano tanti dubbi che ora vogliamo vedere chiariti». Bandini, per anni dipendente della Poli Motoscope di Sacchetta, aveva iniziato a sentirsi poco bene a metà aprile. «Accusava dolori addominali – ha raccontato la cugina – tanto che si era sottoposto a diverse visite e in ben tre occasioni era stato trasportato anche al Pronto soccorso. Poi una ventina di giorni fa l’operazione all’Oglio Po per la presenza di calcoli alla cistifellea». Ma anziché tornare a star bene, Bandini aveva continuato ad accusare dolori addominali. «Era stato quindi nuovamente ricoverato d’urgenza all’ospedale Oglio Po – ha spiegato  la cugina – e trasportato anche all’ospedale di Cremona per un ulteriore intervento che consentisse di liberare un condotto. Sabato scorso era poi stato dimesso alle 11 e intorno alle 11.45, dopo aver fatto ritorno a casa, il personale medico della Pubblica assistenza di Colorno ne aveva constatato il decesso. Ora visto che le cartelle cliniche non vengono consegnate dopo le dimissioni, siamo in attesa dei risultati dell’autopsia che saranno disponibili in una ventina di giorni. Del caso si sta già occupando la Magistratura di Cremona, non vogliamo accusare nessuno ma capire quello che è successo. Giorgio aveva avuto qualche piccolo problema di cuore, ma niente che potesse far pensare ad un pericolo di morte». Bandini, originario di Sacchetta dove tuttora risiedeva, era persona molto conosciuta nella frazione colornese. La sua vita l’ha dedicata soprattutto alla famiglia: alla moglie Loredena, ai figli Moris e Stefania e ai nipoti ai quali era molto affezionato. Frequentava la Motonautica Parmense di Sacca e in passato era solito ritrovarsi con gli amici al «Bar Livio». «La sua famiglia, la sua casa e il suo giardino erano tutto per lui» ha ricordato con commozione la cugina Paola. I funerali si svolgeranno questa mattina con partenza alle 8.30 dall’ospedale Maggiore di Parma per raggiungere la chiesa di San Giorgio a Sacca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa