-2°

Provincia-Emilia

21 uffici postali a rischio: tavolo in Provincia

21 uffici postali a rischio: tavolo in Provincia
9

Cristian Calestani

A pagarne le conseguenze sarebbe soprattutto la montagna. Ma la chiusura degli uffici postali «antieconomici» lascerebbe il segno anche nella Pedemontana e in un paio di casi pure nella Bassa. Lo scenario è del tutto ancora ipotetico. Si tratta solo di un impegno preso da Poste Italiane con Agcom – l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - e non di un piano di chiusure vero e proprio, ma leggendo tra le righe si capisce subito che ben 21 piccoli uffici postali del Parmense rischiano seriamente lo stop dell’attività nel prossimo futuro.

(...) Nel Parmense – dove molti degli uffici a rischio già osservano orari di apertura ridotti – a subire maggiormente le conseguenze del piano delle Poste sarebbe il comune di Neviano degli Arduini che perderebbe in un colpo solo ben tre uffici postali.

E oggi la Provincia ha istiuito un tavolo di lavoro il cui obiettivo è garantire un futuro a questi uffici, "per non depauperare ulteriormente il nostro territorio, soprattutto quello di montagna".

ECCO IL COMUNICATO DELLA PROVINCIA

Parma, 13 luglio 2012 -  Dei tagli previsti dal piano di riorganizzazione aziendale di Poste Italiane si è discusso questa mattina in Provincia, sede in cui il vicepresidente Pier Luigi Ferrari ha convocato un incontro per discutere la situazione e concertare le prossime mosse. Presenti i parlamentari Carmen Motta, Albertina Soliani e Mauro Libè, il Consigliere regionale Gabriele Ferrari,  diversi sindaci dei comuni interessati e Silvia Avanzini (Slc Cgil) , Daniela Campanini (Uil poste) e Angelo Fiorillo (Slp Cisl).
Il Piano tocca cinque Regioni, tra cui l’Emilia Romagna, e solo nel Parmense sarebbero a rischio chiusura 21 uffici postali, la razionalizzazione di altri 6 e il licenziamento di 53 portalettere facenti capo a 50 recapiti da sopprimere. In particolare i territori interessati sono  prevalentemente  montani, dunque qualora il piano fosse attivato ci sarebbe una pesante ricaduta anche sulla qualità della vita dei cittadini, in gran parte anziani.
La riunione è stata sollecitata anche dalle parlamentari Carmen Motta e Albertina Soliani, che hanno già  presentato alla Camera e al Senato due interrogazioni al Ministro dello Sviluppo Passera e analoga iniziativa è stata assunta anche dal consigliere regionale Gabriele Ferrari che ha inoltre chiesto l’attivazione di un tavolo per coordinare le iniziative su scala regionale.
Diversi i giudizi negativi espressi sul Piano nel corso dell’incontro, soprattutto dai sindaci preoccupati delle conseguenze sulla qualità della vita complessiva delle collettività e dei servizi forniti ai cittadini. Anche i rappresentanti del sindacato confederale hanno sottolineato la gravità di quanto annunciato, una penalizzazione  che segue un lungo percorso di tagli e ristrutturazioni che da tempo interessano le Poste.
“Occorre agire in modo corale a cominciare dalle istituzioni – ha detto il Vice Presidente Ferrari sintetizzando l’esito dell’incontro -  dal livello nazionale e  ringrazio i parlamentari presenti per la loro tempestiva attivazione, a quello regionale, coinvolgendo anche Anci e Upi, oltre ai singoli Comuni, insieme con i rappresentanti dei lavoratori. Proseguiremo il lavoro di ricognizione con il tavolo istituzionale provinciale sugli uffici postali e recapiti a rischio, con l’obiettivo di garantire un futuro a questi uffici, per non depauperare ulteriormente il nostro territorio, soprattutto quello di montagna. Inoltre mi farò promotore presso la vicepresidenza della Regione perché anche lì si attivi una sede di confronto finalizzata a modificare il piano di Poste Italiane”.
 
 

.Gli uffici a rischio
Questi i ventuno uffici postali situati nella nostra provincia che rischiano la chiusura.
Cereseto (Compiano)
Costamezzana (Noceto)
Cozzano (Langhirano)
Gravago (Bardi)
Marzolara (Calestano)
Mediano (Neviano degli Arduini)
Molino dell’Anzola (Bedonia)
Montechiarugolo
Mozzano (Neviano)
Ostia (Borgotaro)
Pastorello (Langhirano)
Pieveottoville (Zibello)
Ponteceno (Bedonia)
Ranzano (Palanzano)
Ravarano (Calestano)
Riccò (Fornovo Taro)
Scurano (Neviano)
Strela (Compiano)
Varano Marchesi (Medesano)
Vianino (Varano Melegari)
Viarolo (Parma)


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fabio

    16 Luglio @ 06.46

    "Il problema, piú del disagio, sta nella perdita di posti di lavoro." Non necessariamente, visto che il personale di questi uffici perifierici in genere ruota su diversi uffici nei diversi giorni d'apertura. Questo personale quindi rimarrebbe a presenziare piu' a lungo gli uffici rimanenti. Alemno si spera. E' il momento di presentare contro-proposte costruttive a Poste Italiane.

    Rispondi

  • Giacomo

    14 Luglio @ 08.39

    Dall'elenco si capisce che qualche ufficio di troppo esiste. Il problema, piú del disagio, sta nella perdita di posti di lavoro.

    Rispondi

  • Fabio

    13 Luglio @ 09.31

    Temerario: "Perchè non organizzare un camper attrezzato ad ufficio postale, un po\'come quelli che ci portano il pesce fritto fresco in varie zone della città, che una-due volte la settimana porti l\'ufficio postale a Ranzano, Pastorello etc?" Gli uffici postali mobili esistono gia\', e vengono usati in caso di calamita\' naturali o per sostituire uffici fissi mentre vengono spostati/ristrutturatti.\r\nComunque la sua mi sembra una buona idea, una proposta costruttiva da presentare a Poste Italiane

    Rispondi

  • marilena

    12 Luglio @ 19.01

    sono residente nel comune di neviano degli arduini,piùprecisamente frazione sella di lcodrignano.un paradiso!!! qui esistono le farfalle!!!non molleròmai la mia oasi di pace e tranquillità,me la sono conquistata a soli 50anni ma non importa!!sicuramente in qualcosa ho sbagliato sbagliato..eleggere un sindaco che queste cose manco se sogna !!!mi dispiace denigrare un posto cosi bello ,la mia posta andrò a ritirarla ovunque!!!!!na!!!!

    Rispondi

  • "I'm not a questurino"

    12 Luglio @ 14.56

    Come dice il Sig. Fabio, probabilmente il problema maggiore è quello dato dal fatto che nella maggior parte di quei piccoli centri l\'età media è molto alta. Certo, con una buona organizzazione, tipo dare al postino una sorta di \"doppio mandato\" ovvero con l\'ausilio di adeguati supporti informatici dargli la possibilità di incassare oltre che consegnare posta il disagio diminuirebbe.\r\nComprendo poco Marzolara, che mi sembra un centro con densità media ed equidistante da Felino e Calestano,

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

Amministrative 2017

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

14commenti

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

2commenti

Piovani

"Cura D'Aversa efficace. E da confermare a Venezia" Video

Questa sera Bar Sport (Tv Parma 20.30): mercato, big match, Evacuo e tanto altro

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

sponsor tecnico

Nazionali di volley, un quadriennio olimpico con l'Erreà

L'azienda di Parma firmerà le nuove divise da gara e la linea di abbigliamento fino al 31 gennaio 2021

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

4commenti

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

Stati Uniti

Chelsea Clinton difende Barron, il figlio piccolo di Trump

SOCIETA'

Anniversari

Il frisbee compie sessant'anni

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

VENEZIA

Insulto razzista a un giocatore 13enne: rissa fra genitori sugli spalti

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)