17°

32°

Provincia-Emilia

Cerri: "Restituire la parola ai cittadini. Al voto nel 2013"

Cerri: "Restituire la parola ai cittadini. Al voto nel 2013"
Ricevi gratis le news
0

Gianluigi Negri

Non ci sta ad essere definito «ago della bilancia» o «stampella di Cantini», così come qualcuno lo ha chiamato negli ultimi giorni. E allora l’ex sindaco Giuseppe Cerri, capogruppo della lista «Per Fidenza», precisa la sua posizione sugli eventi politici che, partendo dai Consigli comunali del 9 e 10 luglio (quello del voto a favore, espresso da Cerri, per «aprire» un ampio progetto di riqualificazione urbana nell’area sud-ovest della città, ma anche quello del voto contrario sulla delibera di via Togliatti, clamorosamente respinta dal Consiglio), sono sfociati nell’azzeramento della Giunta di Cantini e nella nomina ad assessore di Aiello. Fino alle mosse, poi non verificatesi, suggerite dall’ex assessore Callegari per «far cadere Cantini». Non accetta «etichette» Cerri, ma ha una certezza su questa amministrazione: «E' necessario concretizzare alcuni obiettivi urgenti per la città e poi restituire la parola ai cittadini, tornando al voto anticipatamente nella primavera 2013, aspettando qualche mese per evitare un lungo commissariamento del Comune che in questo momento non avrebbe senso. Con gli ultimi eventi politici, viene da dire che si sia decretata la fine di questo mandato amministrativo».

Per quale motivo?
«Come ho detto nell’ultimo Consiglio comunale, è stata messa in discussione la legittimazione del sindaco (da parte del Pdl, ndr) e l’azzeramento della Giunta ha rivelato il solo scopo di mettere l’amministrazione in sicurezza sotto l’aspetto dei numeri».

Prevede, dunque, dimissioni di Cantini fra qualche mese?
«Se ha i numeri, può proseguire legittimamente. E’ chiaro però che il clima che si è creato – da troppo tempo si è aperta una stagione di denunce, calunnie e insulti che rendono difficile e problematico anche il ruolo di consigliere - è pesante. E difficilmente permetterà di operare con serenità nell’interesse della città. Tutte queste tensioni rischiano di creare disagi negli uffici. C’è un clima che andrebbe smorzato».

Crede sia possibile smorzarlo?
«Credo che non ci si arriverà».

Come consigliere di minoranza, che tipo di opposizione farà?
«Ho sempre portato avanti un discorso di autonomia rispetto alla maggioranza, restando seriamente all’opposizione, nel ruolo che gli esiti elettorali del 2009 mi hanno assegnato, il che non vuol dire che su certi temi io possa anche condividere alcune soluzioni proposte dalla maggioranza».

Per uscire dal politichese: né con Cantini né contro Cantini?
«Certo. Se si dovesse confermare una fiducia all’amministrazione, questa non la potrei confermare. Per il resto, voterò caso per caso».

Prima del Consiglio che ha surrogato Aiello lei ha ricevuto delle pressioni da parte della maggioranza?
«No. Non mi è nemmeno mai stato proposto un assessorato – voce che qualcuno aveva fatto circolare – e comunque non lo avrei mai accettato».

E pressioni della minoranza o del Pdl che ha rotto con Cantini?
«Nemmeno».

Quali sono i punti fondamentali da trattare prima dell’eventuale fine anticipata di questa legislatura, di cui lei ha parlato?
«Intanto la definizione dell’Imu prima casa: mantenere l’aliquota al minimo è un obiettivo indiscutibile. Poi c’è il discorso legato alla nuova Scuola Verde, con la possibilità di inserire in quel progetto anche una struttura per dare risposte pure ai bimbi della materna. Infine il nodo Solari/Terragli: qui la situazione è complessa ed occorre cercare di capire quali sono i contenuti della rinegoziazione del Piano di riqualificazione della stazione, partita nell’ottobre 2010 e di cui oggi non si sa nulla di ufficiale».

Proprio su questo tema è nata la spaccatura tra il Pdl (che ha parlato di un supermercato al posto del Foro Boario) e Cantini. Una spaccatura consumatasi anche sul rinnovo dei dirigenti comunali. Quando lei si dimise come sindaco nel 2009, parlò, nella sua lettera di dimissioni, anche di ingerenze da parte di «figure importanti dell’apparato comunale». I dirigenti da poco riconfermati da Cantini sono gli stessi di allora...
«Il cambio dei dirigenti, se l’amministrazione voleva farlo, doveva farlo subito e non in quest’ultima fase. In un finale di amministrazione è difficile trovare soluzioni apprezzabili, sapendo che chi deve venire arriverebbe solo per un breve periodo».

Quali sono i motivi del suo voto a favore della riqualificazione sud-ovest, comprendente l’area «ex bomboloni»?
«Già in precedenza mi ero espresso a favore della riqualificazione di quell’area, il cui stato di abbandono è sotto gli occhi di tutti. Il Pru (Piano di riqualificazione urbana) è comunque ampio e si voterà progetto per progetto, con diverse varianti urbanistiche: è lì che ci si dovrà esprimere correttamente sulle singole iniziative».         

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti