14°

26°

Provincia-Emilia

Citerna, i cento anni di nonno Gino

Citerna, i cento anni di nonno Gino
0

 Donatella Canali

Legge tutti i giorni la Gazzetta. A casa sua il caffè lo prepara nella sua moka, e lo serve pure agli ospiti «perché secondo me è più buono che con le cialde». E' da sempre una persona positiva,  dinamica, curiosa perchè si interessa di tutto quello che avviene nel mondo e soprattutto nella sua Citerna, la frazione di Fornovo Taro.
Oggi, Gino Quinti da Citerna, classe 1912, compie cento splendidi anni, di quelli rari, pieni di ricordi, di storie di ieri e di oggi da raccontare ai figli, ai nipoti e soprattutto  all'unica pronipote Federica, ovviamente affezionatissima al suo nonno.
Cento anni pieni di allegria, quelli di Gino Quinti. Un compleanno che merita una festa in grande: quella che oggi pomeriggio Gino ha voluto organizzare nella baita degli Alpini a Riccò, suoi amici come i tanti invitati: formeranno oggi  una lunga lista di persone legate a Gino da quel sentimento particolare che si chiama amicizia. Ne ha invitati tanti: non finiva più di compilare la lista. 
I compleanni li ha sempre festeggiati come si deve, Gino, con figli e nipoti: tra le sue tante foto ci sono quelle che scandiscono l’avvicinamento al secolo, con le candeline che crescono di volta in volta. 
Ha a cuore queste immagini come quelle ben più vecchie che lo riportano agli anni della guerra e a quelli trascorsi nella prigionia. Quinti è stato infatti un militare: durante la seconda guerra mondiale è diventato sergente maggiore d’artiglieria. 
Dopo il periodo della leva era stato richiamato nel ’33 ed assegnato ad un autocentro militare perché all’epoca era uno dei pochi a possedere la patente di guida. 
L’anno dopo venne inviato al corpo di artiglieria pesante di Piacenza. Nel ’42 venne scelto dai suoi superiori per partecipare a un corso di addestramento su un nuovo pezzo d’artiglieria che doveva essere usato a Catania per fermare l'imminente sbarco delle truppe alleate. Gino divenne molto bravo ed esperto nell'uso di questo pezzo d'artiglieria: ma ovviamente non bastò per fermare l'invasione dell'isola. 
L’arrivo in Sicilia delle truppe angloamericane significò per gli artiglieri italiani - e dunque anche per Gino - l’inizio di una lunga prigionia e di un'altrettanto interminabile serie di spostamenti tra i paesi mediterranei e asiatici, da Tripoli ad Alessandria d’Egitto, dal Cairo a Tel Aviv, dalla Palestina all'India. 
Solo la bomba atomica sganciata su Hiroshima e Nagasaky mise la parola fine alla presenza inglese nella regione. Così i soldati italiani poterono ritornare in patria. E la raggiunsero  dopo un altro lungo pellegrinaggio. 
«Gli inglesi ci hanno sempre trattato bene - ricorda Gino - eravamo prigionieri, ma rispettati. Dopo l’armistizio dell'8 settembre ‘43 eravamo considerati cooperatori». 
Per un lungo periodo «sono stato nominato addetto ai rifornimenti di cucina. In seguito mi è stata assegnata la responsabilità, sempre sotto il controllo delle truppe inglesi, di un gruppo di lavoratori che svolgevano diverse mansioni». 
In tutti questi anni trascorsi lontano da casa Gino Quinti ha potuto vedere tanti luoghi lontani da casa sua: posti che non ha mai più rivisitato anche se a volte lo avrebbe voluto. 
La fine della guerra è stata l’inizio di una nuova vita, sempre a Citerna a curare la terra, a far crescere la famiglia e a praticare i suoi hobby preferiti: la caccia e  il ballo liscio, peraltro abbandonati da un po’ di tempo. Non da tanto, per la verità.
L’orto invece non lo ha ancora abbandonato: a cento anni, mangiare i pomodori che coltiva lui stesso e bere il caffè della moka che lui stesso si prepara è un lusso che Gino Quinti può ancora permettersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

PLAY-OFF

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

Nocciolini: "Nel mio gol, cross da Serie A di Scaglia" (Video)Grossi: "Finalmente il Parma" Videocommento - Baraye: "L'importante è non mollare mai" - Oggi alle 15.30 il sorteggio, mercoledì l'andata. Passano Alessandria, Lucchese, Livorno, Lecce, Pordenone, Cosenza e Reggiana

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

8commenti

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

2commenti

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

2commenti

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

tg parma

Ladri e vandali al Palaciti Video

Incursione nella notte al palazzetto. I malviventi mettono tutto a soqquadro , danneggiano uffici e spogliatoi poi fuggono con scarpette da ginnastica e tute

1commento

Traversetolo

E sotto il futuro Conad spunta un villaggio neolitico

Lo scavo sotto il Torrazzo porta alla luce 32 strutture e 4 tombe risalenti al V millennio avanti Cristo

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

19commenti

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

2commenti

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

CALCIO

Due a zero all'Ajax: il Manchester United vince l'Europa League

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare