Provincia-Emilia

Citerna, i cento anni di nonno Gino

Citerna, i cento anni di nonno Gino
Ricevi gratis le news
0

 Donatella Canali

Legge tutti i giorni la Gazzetta. A casa sua il caffè lo prepara nella sua moka, e lo serve pure agli ospiti «perché secondo me è più buono che con le cialde». E' da sempre una persona positiva,  dinamica, curiosa perchè si interessa di tutto quello che avviene nel mondo e soprattutto nella sua Citerna, la frazione di Fornovo Taro.
Oggi, Gino Quinti da Citerna, classe 1912, compie cento splendidi anni, di quelli rari, pieni di ricordi, di storie di ieri e di oggi da raccontare ai figli, ai nipoti e soprattutto  all'unica pronipote Federica, ovviamente affezionatissima al suo nonno.
Cento anni pieni di allegria, quelli di Gino Quinti. Un compleanno che merita una festa in grande: quella che oggi pomeriggio Gino ha voluto organizzare nella baita degli Alpini a Riccò, suoi amici come i tanti invitati: formeranno oggi  una lunga lista di persone legate a Gino da quel sentimento particolare che si chiama amicizia. Ne ha invitati tanti: non finiva più di compilare la lista. 
I compleanni li ha sempre festeggiati come si deve, Gino, con figli e nipoti: tra le sue tante foto ci sono quelle che scandiscono l’avvicinamento al secolo, con le candeline che crescono di volta in volta. 
Ha a cuore queste immagini come quelle ben più vecchie che lo riportano agli anni della guerra e a quelli trascorsi nella prigionia. Quinti è stato infatti un militare: durante la seconda guerra mondiale è diventato sergente maggiore d’artiglieria. 
Dopo il periodo della leva era stato richiamato nel ’33 ed assegnato ad un autocentro militare perché all’epoca era uno dei pochi a possedere la patente di guida. 
L’anno dopo venne inviato al corpo di artiglieria pesante di Piacenza. Nel ’42 venne scelto dai suoi superiori per partecipare a un corso di addestramento su un nuovo pezzo d’artiglieria che doveva essere usato a Catania per fermare l'imminente sbarco delle truppe alleate. Gino divenne molto bravo ed esperto nell'uso di questo pezzo d'artiglieria: ma ovviamente non bastò per fermare l'invasione dell'isola. 
L’arrivo in Sicilia delle truppe angloamericane significò per gli artiglieri italiani - e dunque anche per Gino - l’inizio di una lunga prigionia e di un'altrettanto interminabile serie di spostamenti tra i paesi mediterranei e asiatici, da Tripoli ad Alessandria d’Egitto, dal Cairo a Tel Aviv, dalla Palestina all'India. 
Solo la bomba atomica sganciata su Hiroshima e Nagasaky mise la parola fine alla presenza inglese nella regione. Così i soldati italiani poterono ritornare in patria. E la raggiunsero  dopo un altro lungo pellegrinaggio. 
«Gli inglesi ci hanno sempre trattato bene - ricorda Gino - eravamo prigionieri, ma rispettati. Dopo l’armistizio dell'8 settembre ‘43 eravamo considerati cooperatori». 
Per un lungo periodo «sono stato nominato addetto ai rifornimenti di cucina. In seguito mi è stata assegnata la responsabilità, sempre sotto il controllo delle truppe inglesi, di un gruppo di lavoratori che svolgevano diverse mansioni». 
In tutti questi anni trascorsi lontano da casa Gino Quinti ha potuto vedere tanti luoghi lontani da casa sua: posti che non ha mai più rivisitato anche se a volte lo avrebbe voluto. 
La fine della guerra è stata l’inizio di una nuova vita, sempre a Citerna a curare la terra, a far crescere la famiglia e a praticare i suoi hobby preferiti: la caccia e  il ballo liscio, peraltro abbandonati da un po’ di tempo. Non da tanto, per la verità.
L’orto invece non lo ha ancora abbandonato: a cento anni, mangiare i pomodori che coltiva lui stesso e bere il caffè della moka che lui stesso si prepara è un lusso che Gino Quinti può ancora permettersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione, la piena vista dall'alto Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

Pedone investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

2commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

1commento

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

2commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

6commenti

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

2commenti

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS