18°

31°

Provincia-Emilia

L'odissea dei passeggeri: in 150 a piedi

L'odissea dei passeggeri: in 150 a piedi
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli 

Autisti di pullman alla «rin corsa» di un treno, coincidenze sul filo del rasoio, e - alla fine - oltre centocinquanta passeggeri che rimangono a piedi. È successo ancora, ieri, a Borgotaro, dove i viaggiatori giunti da Parma a bordo di tre bus dei quattro messi a disposizione vista la soppressione della tratta Parma-Borgo Val di Taro (per via dei lavori sulla Pontremolese) hanno perso la coincidenza con il treno «34165 IT». 
Disagi «a pioggia»,  come è facile immaginare, con malumori e lamentele che si riversano sulle uniche figure presenti: gli autisti dei pullman. Uno di loro, Mario Alberto Sandonati, dipendente della «Autolinee Lorenzini», una delle ditte appaltatrici del servizio, non trattiene lo sfogo: «Non ne possiamo più di essere insultati dai passeggeri perché le Ferrovie dello Stato si disinteressano completamente dell’effettivo funzionamento di questo servizio». 
Dal 6 di agosto, e fino al 25 compreso, i lavori sulla linea ferroviaria hanno compromesso la tratta Parma-Genova Piazza Principe. Così il treno che abitualmente parte dalla Temporary Station alle 7.28 non c’è più; al suo posto, per raggiungere Borgotaro, ci sono quattro pullman, che partono tra le 7.30  e le 7.40 dalla stazione di Parma. Una volta a Borgotaro, poi, è possibile salire sul «34165 IT» in direzione Genova. 
«Peccato che anche questa mattina (ieri per chi legge, ndr) il treno sia partito senza attendere l’arrivo dei pullman - spiega Sandonati -. Per far salire quasi 200 persone, tra cui bambini e disabili, qualche minuto ci vuole, così ogni mattina accade che si fanno almeno le 7.40 prima che tutti e quattro i pullman partano da Parma». 
Morale: qualche minuto di ritardo è garantito, ed è molto difficile arrivare alle 8.37 a Borgotaro. «Solitamente arriviamo tra le 8.50 e le 8.55 - continua Sandonati - e siccome il treno dovrebbe partire alle 8.48, io ogni mattina prendo il mio telefonino e chiamo la Direzione centrale operativa delle Ferrovie a Bologna per avvertire del ritardo e assicurarmi che il treno aspetti l’arrivo dei bus. Di tasca mia, perché nessuno mi rimborsa le chiamate». 
Ieri, però, e non era la prima volta, Sandonati si è sentito dire: «Richiami quando è a Berceto, ovvero a un quarto d’ora dal suo arrivo». «Peccato che mi sia ritrovato in una zona in cui non c’era campo, e non sono riuscito a richiamare». Una volta arrivati a destinazione, ecco la sorpresa: il treno era partito, lasciando i passeggeri di tre dei quattro pullman a bocca asciutta: «C’erano bambini piccoli, viaggiatori che contavano su coincidenze in altre stazioni, una signora addirittura che doveva recarsi in aeroporto e rischiava di perdere il volo – sbotta l’autista -. Ovviamente tutte queste persone se la sono presa con me e con gli altri autisti, quando ogni mattina facciamo di tutto perché i passeggeri riescano a prendere quel treno. Talvolta nel piazzale di fronte alla stazione di Borgotaro c’è un coordinatore di Fs che ci aiuta in questa “impresa”, ma non sempre è presente, e stamattina, ad esempio, non c’era». La paura, ora, è che questa situazione si ripeta ancora: «Essendo il nostro un piccolo ritardo, inevitabile e cronico, mi domando perché io debba telefonare ogni mattina a Bologna, peraltro senza che questo riesca a dare garanzie ai viaggiatori - conclude l’autista -. Va bene la puntualità, ma non guasterebbe nemmeno un po’ di buonsenso». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Fred nella casa, un silenzioso dolore

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

LA PERIZIA

Il massacro di Gabriela e Kelly, Turco e il figlio sani di mente

Ateneo

Università, la corsa alle iscrizioni

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

Prevenzione

«Intervenire sul Baganza»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

PARMA

Insigne jr: «Lorenzo è il mio modello»

Comune

Presto al Duc la «Fontana delle religioni»

busseto

Operaio 46enne ustionato con la soda caustica Video

serie b

Parma, c'è passione: chiusa la prima fase degli abbonamenti a quota 4.700

E domani la seconda amichevole contro la Settaurense (ore 17)

anteprima gazzetta

Iscrizione all'Università, posti esauriti in pochi minuti. E' polemica

incidente

Tamponamento a catena a Baccanelli: lunga coda in via Spezia

mercato

Parma, arriva Di Gaudio dal Carpi. Verso la chiusura per Pinto e Carniato Video

Adiconsum Parma-Piacenza

Consigli utili per non sprecare acqua

via san leonardo

Sopralluogo nell'appartamento in cui sono state uccise Patience e Maddy Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

6commenti

ITALIA/MONDO

VIDEOTESTIMONIANZA

71enne di Cremona uccisa in Kenya, arrestato il giardiniere

maltempo

La spiaggia di San Benedetto imbiancata dalla grandine Foto Video

SPORT

legino

Da Savona: "Cassano vieni qui, ti paghiamo in farinata"

scherma

Stupendo oro per l'Italia nella sciabola donne ai mondiali

SOCIETA'

francia

Le fiamme devastano il golfo di Saint-Tropez

disavventura

Veltroni morso da un cane alla Festa dell' Unità di Brescia

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video