-1°

14°

Provincia-Emilia

Albazzano: sui monti arrivano le mitiche 500

Albazzano: sui monti arrivano le mitiche 500
0

Oggi = sabato 18 agosto
Domani = domenica 19 agosto

ALBAZZANO - Magari l’anno prossimo o  quello successivo, sui tornanti  del Fornello, di Case Manici e poi  sul prato della sagra di Albazzano (nel Tizzanese) sfileranno e romberanno  anche le 500 storiche di Renzo  Arbore, Fabio Volo o del centrocampista della Roma Simone Perrotta, solo alcuni dei volti noti  che hanno dichiarato la loro passione per la Fiat più famosa di  sempre (protagonista domani  del terzo raduno alla Sagra di  Albazzano) acquistandola e poi  iscrivendosi al 500 Club Italia.  Un’auto, o meglio, un mito che  esercita ancora fascino e rispetto  nel nostro Paese e che una chiacchierata con Domenico Romano, 68 anni, commercialista, fondatore e oggi presidente onorario del Club, contribuisce a rendere ancora più forti.
«La nostra  avventura inizia nel 1984. Ai  tempi ero il sindaco di Garlenda,  vicino a Savona, e volevo organizzare un evento che desse lustro al mio paese. Pensammo subito a un raduno, di “Ape” o di  Moto Guzzi “Galletto”. Parlando  però con il parroco e il farmacista  scoprimmo che tutti e tre eravamo proprietari di una 500 e  così cominciammo a organizzare il raduno. La prima volta sfilarono 30 esemplari, adesso siamo nel Guinness per averne por tati nel 2007, sempre a Garlenda,  ben 1.436».
Numeri, cifre, aneddoti, personaggi: l’universo-500  è smisurato e affascinante. Ancora oggi, per esempio, sono ben  480 mila i modelli “storici” circolanti registrati al Pra, il Registro automobilistico e tra i 21 mila soci del 500 Club Italia un  quarto hanno meno di 30 anni, a  conferma dell’amore senza età  per l’Utilitaria con la U maiuscola. D’altronde, si sta parlando  di un fenomeno che, dal 1957  (l’anno di nascita:   costa va 490 mila lire, faceva 22 km con  un litro e toccava gli 85 all’ora) a  oggi, è stato venduto in circa 4  milioni di pezzi.
La storia del Club passa anche  attraverso i raduni all’estero (tra  Svizzera, Belgio, Olanda e Francia, per poi convergere nella “capitale” Garlenda), la nascita della rivista “Quattro Piccole Ruote”  e l’apertura sempre a Garlenda  del museo multimediale dedicato a Dante Giacosa, l’ingegnere-designer romano che disegnò  la 500 (oltre alla “Topolino” e alle  Autobianchi “Primula” e “A112”).  Ma passa, soprattutto, per le in finite storie di passione e dedizione dei “cinquecentisti” tricolori. «C’è Maurizio, di Bologna,  che in garage ha tre modelli spider “Gamin. Un parrucchiere di  Palermo, invece, ha 12 modelli,  tanti quanti un altro iscritto di  Sanremo. E nel Piacentino so che  un ragazzino di 17 anni, benché  non abbia ancora la patente, ha  voluto farsi regalare una 500 storica». Domenico Romano è un  fiume in piena di citazioni, personaggi e storia. Che arrivano fino all’Australia “perché qualche  anno fa una coppia di quel Paese  si fece 31 mila chilometri per arrivare a Garlenda con la 500. Prima la imbarcarono su una nave  fino a Vladivostok, la città più a  Est della Russia e di lì se la fecero  tutta in macchina».
New York,  invece, al presidente onorario fa  venire in mente “il modello che  prestammo a Valentino Rossi  per una sfilata sulla 54ª Strada”,  mentre Montecarlo è il luogo  dell’acquisto-record: «Sì, fu lì che  un banchiere svizzero sborsò 32  mila euro per comprarsi una 500  Abarth originale. Mediamente,  però, i prezzi vanno dai 2 mila in  su».
Già, originale: parola grossa  se invece si comincia a indagare  sui rivestimenti che i proprietari  più estrosi hanno deciso di approntare. «Detto che molti ancora hanno montato il gancio per  la roulotte (sì, la 500 traina la  roulotte…), uno dei più curiosi fu  quello di un tedesco che, per tentare l’attraversata del Sahara, girò il tubo di scappamento verso  l’alto e fece realizzare un serbatoio per l’acqua potabile di fianco  a quello della benzina. All’Elba  vidi un tentativo di 500 anfibia,  ma sono certo che poi quell’auto  non si immerse… Anche in questo caso ce ne sono infiniti: a  Trieste un signore ha scelto un  rivestimento da Hello Kitty.  E a Bisceglie, un dipendente del le Poste, ha interamente ricoperto la sua 500 di francobolli». 
L’ipotetico premio al rivestimen to “cult” se lo merita il signor  Elio, italiano immigrato in Svizzera, che sulla piccola Fiat ha fatto installare il televisore, la cloche da aereo al posto del volante,  il frigobar e gli interni in pelle  bianca.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia