-2°

Provincia-Emilia

Il Montagnana, casa degli alpini

Il Montagnana, casa degli alpini
1

Alex Botti
Alpini, Montagnana, amore per la natura e tanta voglia di stare insieme:  questi sono gli ingredienti che ogni anno rendono speciale il raduno dei gruppi alpini di Corniglio e Calestano.
La festa annuale dei 2 gruppi anche quest’anno si è svolta sul monte che ha fatto parte della loro storia, e che oggi per loro è diventato simbolo di unione e di ricordo. Sul Montagnana hanno combattuto durante la guerra e negli ultimi anni vi hanno lavorato con amore, dedicando molto del loro tempo, per poterlo riportare alla sua bellezza originale, dopo che cantieri di lavoro e l’incuranza della gente lo avevano  distrutto.
Con il classico ordine composto che contraddistingue lo stile alpino, centinaia di persone sono partite in sfilata dalle piane del monte per raggiungere la chiesetta sulla cima dove hanno partecipato alla messa celebrata da don Domenico Magri, e poi sono tornati alle tavolate per gustarsi il rancio alpino.
Alla Santa Messa e alla successiva festa erano presenti anche tanti rappresentanti e soci di altre sezioni, accompagnati dai loro gagliardetti.
Ospite d'onore il prefetto di Parma Luigi Viana. «Siamo qui - ha detto - per celebrare ancora una volta un pezzo della nostra storia e a me piace ricordare che la storia siamo noi, perchè ancora la stiamo costruendo. Gli alpini hanno sempre fatto parte di questa storia, ci sono sempre stati e sempre ci saranno. E rivolto alle penne nere: «Voi alpini siete una grande risorsa per la nazione. Su di voi possiamo sempre contare».
Giuseppe Busi, per il gruppo di Calestano, ha salutato le autorità e tutte le penne nere presenti.
Quindi Giuseppe Del Sante, per il gruppo di Corniglio,  ha parlato di «aria di vita vera. Dobbiamo ripartire dai valori che si respirano qui e che ci hanno lasciato i nostri padri».
Per il sindaco di Corniglio, Massimo De Matteis, «è importante poter essere ancora una volta sul Montagnana a celebrare e ricordare ciò che gli alpini hanno fatto su questo monte, con passione e dedizione».
Secondo Maria Grazia Conciatori, sindaco di Calestano, «questa giornata di ricordo deve farci anche riflettere, per non ripetere gli sbagli che sono stati fatti in passato. I nostri alpini sono testimoni dei principi base che non dobbiamo mai perdere».
Fra le varie autorità presenti vi era anche il sindaco di Felino Barbara Lori che con il suo intervento ha strappato un applauso sentito a tutti. Dopo essersi associata alle parole espresse dai suoi colleghi, ha rivolto un commovente pensiero a «don Celestino Abelli, che tanto ha amato questi monti e tanto ci ha insegnato ad amarli».
Per onorarlo al termine della Santa Messa la Piccola Banda di Calestano, che ha impreziosito tutta la celebrazione e ha eseguito alcuni brani nel doporancio, ha suonato alcune canzoni composte ed arrangiate dal parroco rimasto tanto caro a queste terre.
Quindi anche tutte le autorità sono poi scese nelle piane del monte per unirsi nelle tavolate dove è stato servito il rancio alpino, e dove in tanti sono rimasti a chiacchierare, ridere e scherzare fino a tarda ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Shunkakan

    25 Agosto @ 00.11

    Grandissimi gli Alpini e anche i loro muli e bardotti! Quando riesco vengo sempre ai raduni a patto che ci siano anche i vostri amici a quattro zampe e mi diverto tantissimo! Quando c'è il prossimo?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017