20°

34°

Provincia-Emilia

Multe a Lagdei: è polemica

Multe a Lagdei: è polemica
1

 Alex Botti

Nonostante l’assenza della seggiovia per più di metà estate, è stata una buona stagione per la zona Lagdei, Lagoni e Lago Santo, grazie al meteo favorevole.  Il grande afflusso di visitatori che si è creato e la mancanza di piogge hanno però provocato problemi nel traffico e nella viabilità che hanno portato a molte lamentele, soprattutto nelle settimane centrali di agosto. 
In questo periodo nelle due strade che da località Cancelli raggiungono Lagdei da una parte e Lagoni dall’altra, la situazione è sempre stata difficoltosa. Per cercare di ovviare tutto questo il sindaco di Corniglio Massimo De Matteis aveva firmato nei primi giorni di agosto un'ordinanza che vietava il parcheggio sul lato a monte delle strade. Nei giorni di maggior afflusso in molti non hanno rispettato l’ordinanza ed altri parcheggiavano in modo scorretto creando problemi alla viabilità. 
La conseguenza diretta è che le guardie forestali hanno elevato decine e decine di multe da 39,06 euro. Ma in tanti hanno osservato che non è così che si risolve il problema. Anzi. Sempre secondo queste persone, si tratterebbe di un rimedio dannoso, poichè il visitatore che da lontano ha scelto di raggiungere il Cornigliese e deve tornare a casa con una multa, la prossima volta sceglierà un’altra destinazione. In più è stato osservato che l’ordinanza non era giustamente comunicata e segnalata: infatti era scritta su pochi fogli e troppo piccoli per essere visti comodamente dagli automobilisti. 
La situazione ha creato molti malumori, non solo tra i visitatori ma anche tra le persone che in quelle zone lavorano. Non solo lamentele però: sono arrivate anche proposte di possibili soluzioni. Alcune persone infatti hanno fatto notare che, invece che dare multe, sarebbe stato sufficiente incaricare addetti per la gestione del traffico nei giorni di maggior afflusso, tra l’altro facilmente prevedibili.
A tutto questo si sono aggiunte le critiche per lo stato delle strade: l’assenza delle piogge ha causato la formazione di molta polvere. La ghiaia della carreggiata, inoltre, ripetutamente sparsa per coprire le buche che, nonostante i tentativi, continuavano a formarsi, è stata tutta spinta dalle ruote delle vetture nella scarpata sottostante la strada, guastando il sottobosco (molti fanno notare che li non crescono più neppure i funghi). 
E le sbarre montate anni fa in località Cancelli per regolare il traffico di accesso a Lagdei? Aperte, sempre, e come sempre inutilizzate. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mirko

    01 Settembre @ 10.13

    Penso che il problema come sempre sia quello delle oersone, sone stato 2 giorni a Lagdei nel periodo in questione e ho trovato la piu' alta concentrazione di persone che la montagna non sanno nemmeno da che parte iniziare a guardarla, non mi stupisce che persone cosi poco rispettose per l'ambiente non abbiano visto i cartelli (vero che erano piccoli come scritto nell'articolo) ma che non si siano poste nemmeno il problema che parcheggiare in certe posizioni crea intralcio. Il problema e' che si dovrebbe fare selezione all'ingresso .... Ma non e' possibile.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione"

Hollywood

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione" Foto

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness

record

Maxi murale a Rio de Janeiro: è pronto per il Guinness Video

Figlio di Madonna preso dal Benfica

calcio

Il figlio di Madonna preso dal Benfica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Si fa presto a dire Lambrusco

"ROSSO FRIZZANTE"

Si fa presto a dire Lambrusco. Lo speciale

di Chichibio

Lealtrenotizie

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti

SALA BAGANZA

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti Video

Salvata la fabbrica vicina. Dipendenti al lavoro nello stabilimento produttivo 

Gaione

Ladri in camera da letto, anziana finge di dormire

3commenti

via della salute

La banda degli scooter torna in azione. Ma stavolta è costretta a fuggire Foto

2commenti

tg parma

La città vissuta su una carrozzina: Scarpa e Pizzarotti in giro con Anmic Video

SPETTACOLI

Il «Sogno» inaugura l'Arena del Due

GIOVANI

Servizio civile, pochissime adesioni e il bando sta per scadere

2commenti

Paura

Fidenza: incendio in un appartamento, cinque intossicati

tragedia

Sorbolo: 40enne muore dopo una partita di calcetto Video

parma

Cercano di scipparla sul Ponte Italia: 20enne ferita

1commento

gazzareporter

I topi d'auto stavolta scelgono via Abruzzi

SONDAGGIO

Nel Parma in B preferireste rivedere Cassano o Gilardino? Votate

5commenti

I COMMENTI

Maturità, la prima prova? «Fattibile. Matematica e quizzone sono le bestie nere»

BEDONIA

Estate, risorgono i paesi disabitati

1commento

PARALIMPIADI

Ciclismo, la nuova sfida di Righetti

LIBRI

Leo Ortolani e l'arte di meravigliarsi ancora

calciomercato

Il 60% del Parma ai cinesi di Desports (a luglio): investiranno 15 milioni Video

Crespo sarà vicepresidente. L'annuncio di Marco Ferrari: "Lascio la vicepresidenza, spazio a nuove competenze"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

di chichibio

ITALIA/MONDO

teramo

Dottoressa accoltellata a morte: il presunto killer si è ucciso

mafie

La Dna: 'Ndrangheta stabile in quasi tutte le Regioni.E in Emilia patto con altre organizzazioni criminali"

SOCIETA'

GUSTO

I tortelli diversi: ecco le ricette

1commento

la ricetta

La ricéta p'r i tordéj d'arbètta in djalètt Pramzàn

SPORT

Moto

Max Biaggi resta in ospedale, altra operazione

Formula 1

F1, Sainz al posto di Alonso?

MOTORI

novità

Volkswagen Arteon, salutate l'ammiraglia

TECNOLOGIA

L'auto? La proveremo sul divano. Parola di Ford