Provincia-Emilia

Collecchio, la questione parcheggi infiamma i commercianti

Ricevi gratis le news
1

La questione parcheggi nel centro del paese anima le discussioni dei collecchiesi. Cittadini, artigiani, commercianti, lavoratori lamentano, infatti, una carenza di posti auto, acuita dal disagio provocato dalla mancanza dei parcheggi di piazza Repubblica, che è in fase di riqualificazione e per la quale, in futuro, non è più prevista la presenza di stalli di sosta.
In Comune, nei giorni scorsi, è stata presentata una lettera, firmata da oltre 160 persone, nella quale viene chiesto agli amministratori di andare incontro alle esigenze dei cittadini e vengono suggerite alcune soluzioni per migliorare la fruibilità delle zone critiche del centro.
Enrico Ghirarduzzi è stato uno dei primi a raccogliere i malumore dei cittadini ed è tra i promotori della raccolta firme: «Il problema parcheggi, già acuto prima, è diventato insostenibile da quando sono cominciati i lavori. Tra l’altro c'è la sensazione di una distinzione tra cittadini di serie A e di serie B. Ai residenti di via Gramsci e via Grandi sono stati riservati degli stalli di sosta, mentre per chi vive in centro, dall’altra parte di via Spezia, questo non è previsto. Io risiedo in via Galaverna 3, mia figlia ha un’attività in via Galaverna, produce e vende miele, e non abbiamo posti dove parcheggiare. Nella via inoltre dobbiamo affittare un’attività commerciale, ma ci sono grossi problemi nella trattativa, proprio per la difficoltà dei potenziali clienti a parcheggiare in zona». Il problema è molto sentito anche dai commercianti della zona che lamentano un calo nelle vendite, come Silvia del panificio Giacomazzi e Lorena Del Maestro del negozio «Malizia», entrambi in pieno centro: «Da quando sono cominciati i lavori - dichiara Lorena - ho avuto un calo del 20%. Le clienti devono scappare mentre si provano gli indumenti a cambiare il disco orario per paura delle multe. E’ necessario aumentare la durata dei parcheggi, magari mettendone alcuni a pagamento, costo che poi i commercianti possono rimborsare ai clienti. Io ho dovuto affittare un garage per venire a lavorare, perché la soluzione di parcheggiare al cimitero, zona poco sorvegliata e male illuminata, non è praticabile soprattutto tornando verso l’auto di sera con l'incasso della giornata nella borsa».
Della scarsa durata dei parcheggi si lamentano tutti i commercianti e i clienti dei negozi della zona del centro, come Fausto Leonetti, della Pescheria del Centro, nel nuovo complesso di piazza Europa, servito dal  parcheggio sotterraneo con la sosta di un’ora, spesso con numerosi posti. «Il parcheggio qui sotto c'è - afferma Fausto - ma la gente non ha tempo a sufficienza. Vengono in centro per fare commissioni: spesa, pratiche in comune, farmacia ed un giro per i negozi... come si fa in un’ora?». Alle parole di Leonetti fanno eco quelle di Maria Corsi, affezionata cliente: «Un’ora di sosta è una cosa ridicola, devi correre come un matto con l’ossessione di tornare sotto a cambiare disco orario». Per tutti la questione multe è una vera e propria ossessione e molti rimproverano ai vigili urbani scarsa elasticità, soprattutto in questo periodo di transizione.
Il parcheggio alternativo, inoltre, quello aperto per la durata dei lavori nell’area dell’ex prosciuttificio Levoni non è sufficiente, secondo gli interpellati, che sostengono diventi un pantano in caso di pioggia e che comunque sia occupato dalle auto dei dipendenti comunali sin dalle prime ore del mattino. «La realtà - dice Fabrizio Lorenzoni di “Bianco e Nero”, negozio in via Matteotti, da poco chiusa al traffico - è che la sosta di due ore compenserebbe, almeno in parte, i disagi. I parcheggi ci sono, ma con tempo troppo limitato e noi siamo abituati troppo bene, vogliamo arrivare sin sotto i negozi in auto». Nel frattempo, al fischio del vigile, Vittorina Marchesi che lavora al «Bianco e Nero» corre a controllare il disco orario, perché i gestori del negozio, dal momento che non sono residenti, non hanno diritto al parcheggio riservato. Intanto le vicine d'attività, Antonella e Franca di «Estro parrucchiere», hanno deciso che si trasferiranno altrove.

L'assessore Merosini replica: "In piazza Europa la sosta passa a due ore" per andare incontro ai disagi manifestati dai cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ROBERTA TIFOSA GIALLOBLU

    11 Novembre @ 09.03

    Come residente a Collecchio devo dire che siamo anche abituati male, andiamo tutti in auto , se ci spostassimo e piedi o in bicicletta sarebbe meglio. Nel vicino quartiere il VIale e davanti alla Banca Pop.re Emilia Romagna ci sono tanti posti auto, mettiamola lì e andiamo a piedi, per le persone disabili o anziani si potrebbero fare posti auto dedicati senza limiti di orari.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS