12°

Provincia-Emilia

"Ripulivano" e rivendevano veicoli rubati: cinque in manette. C'è anche un fidentino socio di un autosalone

"Ripulivano" e rivendevano veicoli rubati: cinque in manette. C'è anche un fidentino socio di un autosalone
28

Sette ordinanze di custodia cautelare in carcere, due latitanti, 26 indagati, 40 auto rubate sequestrate di cui 25 circolanti sul territorio di Parma e provincia, e affari per un valore di oltre 700 mila euro. Sono questi i numeri - imponenti - di un'operazione della Polstrada di Parma, che ha sgominato un giro di auto rubate, "ripulite" e rivendute. In manette anche un fidentino, il 59enne Lino Pizzi, al centro del sistema: nell'autosalone di cui è conproprietario a Fidenza (assolutamente estraneo alla vicenda il socio) venivano portati i veicoli rubati e "riciclati",  pronti per finire nelle mani di ignari acquirenti. Il resto della banda era formata da persone originarie di Campania e Lazio.

L'operazione, denominata "Connection", è stata presentata questa mattina nella sede della Polstrada in via Chiavari, alla presenza del Procuratore Gerardo Laguardia, che ha fatto i complimenti agli agenti della Polstrada parmigiana.

Il sistema scoperto dai poliziotti consisteva nel rubare le auto e poi recarsi negli uffici del Pra per "clonare" i documenti di auto simili per marca e modello. A quel punto i veicoli arrivavano nel salone fidentino pronti per la vendita. In questo modo sono rimasti coinvolti nella vicenda non solo ignari acquirenti ma anhe ignari possessori di auto "gemelle" a quelle rubate. 

I poliziotti hanno sequestrato anche un centinaio di documenti contraffatti che avrebbero dovuto servire per le prossime immatricolazioni illegali. Le indagini sul giro di auto rubate e riciclate illecitamente con la re immissione sul mercato dell’usato sono cominciate nel 2010, quando la stradale si accorse che un veicolo in circolazione era in realtà sprovvisto di validi documenti. Parte delle auto sequestrate sono state trovate dagli agenti nei depositi della concessionaria fidentina. I dati forniti dalla stradale consentono di poter ricostruire l’ultimo semestre di attività degli indagati le cui mansioni erano rigidamente stabilite: promotori, intermediari, falsario e venditore. Un sistema tanto ben collaudato da non essere rimasto nei confini italiani. Gli stessi indagati risultano autori di un identico traffico di veicoli rubati con terminale in Spagna. Con l’aiuto della criminalità locale, gli esportatori italiani immettevano auto rubate sul mercato spagnolo servendosi di annunci on line.
Tre presunti corrieri delle auto sono stati fermati dalla polizia per accertamenti investigativi. I documenti falsi venivano realizzati utilizzando documentazione originale rubata nelle sedi Pra di Napoli e Campobasso.

A chiedere le sette ordinanze di custodie cautelari in carcere è stato il pm Roberta Licci, che ha coordinato le indagini della Polstrada, partite nel 2010.

 

Tutti i particolari della vicenda sulla Gazzetta di Parma martedì in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    18 Settembre @ 13.43

    i miei più sinceri complimenti, alla POLIZIA STRADALE DI PARMA. al comandante che ha seguito tutta la crono storia di questa truffa......e agli agenti, che con molto coraggio affrontano, e mettono in gioco la propia vita...bravi avete lavorato a regola d'arte...complimenti vivissimi.......

    Rispondi

  • Vale

    18 Settembre @ 10.55

    io sono una dei truffati, e vi dico che non mi importa la nazionalità, importa solo che finalmente siano stati smascherati e che paghino per il male che hanno fatto a persone che magari dopo una vita di sacrifici sono riusciti a comperarsi un'auto e se la sono vista sequestrare, non hanno più saputo nulla da due anni a questa parte, hanno perso i soldi , hanno magari una finanziaria che pretende il pagamento delle rate , si trovano a piedi e senza la possibilità di comperare una macchina nuova. nord sud est o ovest non fa differenza, queste persone devono pagare perchè come c'è la persona facoltosa a cui magari una perdita del genere fa solletico, c'è chi si sta rovinando soprattutto mentalmente per il danno subito, per non parlare delle multe e della perdita dei punti che ne consegue che continuano ad arrivare perchè alcune macchine clonate sono ancora in giro intestate a noi!...come si suol dire..oltre al danno la beffa!

    Rispondi

  • Giuio

    18 Settembre @ 10.52

    @utente: è meglio se molli l'osso, perchè se la tua memoria storica ci porta questi episodi recenti, la memoria storica circa camorra 'ndrangheta, mafia e S.C.U. è talamente più profonda che dovremmo enumerare dei fatti dai primi dell'ottocento, quando cessa formalmente il feudalesimo nel sud Italia. Hai una vaga idea della percezione dell'italiano da parte dell'americano medio ? L'archetipo cui là ci si riferisce sia nell'immaginario che nel reale è forse il veneziano, il valdostano, il milanese che nemmeno sanno cosa siano? O è l'italiano di "broccolino" (Brooklyn) con tutto il suo barocchismo folk ? Raramente si va oltre i preconcetti (e i Sopranos ?) Che brutto vero stare qui al nord dove si sta male, dove c'è puzza di campagna, dove il mare fa schifo, ma dove gran parte dei servizi funzionano, le strade sono pulite, il codice della strada viene rispettato, dove le attività imprenditoriali non devono pagare protezioni per continuare a lavorare, e dove c'è occupazione o prospettiva di crescita ? Attenzione, perchè certi "consorzi" meno edificanti qui sono sovente d'importazione.

    Rispondi

  • Ellis

    18 Settembre @ 08.21

    E complimenti anche al PRA di Parma, pare!

    Rispondi

  • utente

    18 Settembre @ 00.01

    Per non parlare della truffa di Mantova/Cremona (non ricordo bene) sul formaggio fresco e del latte(era latte????) che usavano. Oppure di tutti i prosciutti di Pavma che vengono dall'est. Ah, poi vi ricordate di quella preside di Parma (periferia) finita su report perchè combinava cose assurde? Ah scusate, qui c'è il consorzio.....ihihihi.....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Via Venezia, pensionata scippata

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

Finto tecnico

Ancora un'anziana truffata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

Ginevra, 126 anteprime La guida