12°

Provincia-Emilia

Borgotaro - Ex albergo Appennino: la polemica non si spegne

Borgotaro - Ex albergo Appennino: la polemica non si spegne
Ricevi gratis le news
0

di Franco Brugnoli

E’ sempre sul piede di guerra, contro l’Amministrazione Oppo, il movimento politico di Forza Italia, Alleanza Nazionale e Udc, unitamente al gruppo consiliare «Borgotaro Verso un nuovo futuro», che ha nuovamente denunciato, con una conferenza-stampa mirata, la volontà del Comune, di cambiare definitivamente la destinazione d’uso alberghiero dell’«Appennino».

Erano presenti il capogruppo Salvatore Vignali (Udc), Rodolfo Marchini, Marco Franchi e Giorgio Bracchi di «Forza Italia», Enrico Dallara di «An» e Luciano Avalli (sempre dell’Udc). Scopo dell’incontro, quello di spiegare ai cittadini e all’opinione pubblica, questa vicenda, «al fine - si è detto - far capire a tutti quali sono, a nostro parere, i criteri con cui agisce l’Amministrazione che governa Borgotaro». L’albergo «Appennino», fu costruito nel 1924 da un emigrante, Luigi Terroni, il quale investì il proprio danaro, per realizzare una struttura, tra le più belle e moderne della provincia di Parma. L’albergo restò tale fino a un decennio fa, quando la proprietà presentò All’amministrazione la richiesta di trasformare l’albergo in appartamenti, al fine di poter trovare un acquirente. «Dopo molti incontri - hanno spiegato i vari relatori - l’amministrazione (guidata allora da Pier Luigi Ferrari), consentì alla proprietà di trasformare una parte di questo immobile in residenziale, ma la parte restante, cioè tutto il piano terra e il nuovo manufatto sul lato ovest doveva essere mantenuta a destinazione ricettiva (cioè alberghiera). La proprietà di allora vendette l’immobile con questa nuova destinazione d’uso e chi lo comprò sapeva che parte dell’immobile era vincolata. Ma poi, sempre secondo i relatori della conferenza stampa, al nuovo acquirente, fu consentito di non ottemperare agli obblighi.

«E la vicenda, che riteniamo estremamente grave - si è detto - è la decisione che concede la definitiva chiusura dell’ex albergo “Appennino” e la sua trasformazione in una struttura residenziale e commerciale. Per questo, l’amministrazione comunale ha predisposto una convenzione particolarmente “pasticciata”, che, di fatto, fa sì che Borgotaro, oltre a perdere definitivamente un albergo, subisca, secondo i valori di mercato, una perdita economica, di oltre 600.000 euro».

«Il proprietario dell’ex albergo Appennino - spiegano gli esponenti del centrodestra - cede in permuta al Comune, il nuovo manufatto posto sul lato ovest (il terrazzo), che ha un valore di mercato (vista la destinazione d’uso attuale) di circa 250mila euro. L'Amministrazione in cambio gli permette di trasformare definitivamente tutto il piano terra dell’ex albergo, da ricettivo in commerciale, con un aumento di valore di circa 150mila euro; inoltre cede allo stesso proprietario 5.500 mq di area edificabile urbanizzata, nel nuovo quartiere “Inastrà”, superficie che, in linea di mercato, è valutata sulla base di 100mila euro a lotto, che moltiplicato per sette lotti, porta a 700/800mila euro. Pertanto, facendo un calcolo approssimativo di quanto esposto, l’amministrazione comunale e quindi i cittadini di Borgotaro perderanno, da questa permuta, oltre 600mila euro. Siamo fiduciosi che la magistratura possa ora far luce su questa vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery