12°

26°

Provincia-Emilia

Borgotaro - Ex albergo Appennino: la polemica non si spegne

Borgotaro - Ex albergo Appennino: la polemica non si spegne
0

di Franco Brugnoli

E’ sempre sul piede di guerra, contro l’Amministrazione Oppo, il movimento politico di Forza Italia, Alleanza Nazionale e Udc, unitamente al gruppo consiliare «Borgotaro Verso un nuovo futuro», che ha nuovamente denunciato, con una conferenza-stampa mirata, la volontà del Comune, di cambiare definitivamente la destinazione d’uso alberghiero dell’«Appennino».

Erano presenti il capogruppo Salvatore Vignali (Udc), Rodolfo Marchini, Marco Franchi e Giorgio Bracchi di «Forza Italia», Enrico Dallara di «An» e Luciano Avalli (sempre dell’Udc). Scopo dell’incontro, quello di spiegare ai cittadini e all’opinione pubblica, questa vicenda, «al fine - si è detto - far capire a tutti quali sono, a nostro parere, i criteri con cui agisce l’Amministrazione che governa Borgotaro». L’albergo «Appennino», fu costruito nel 1924 da un emigrante, Luigi Terroni, il quale investì il proprio danaro, per realizzare una struttura, tra le più belle e moderne della provincia di Parma. L’albergo restò tale fino a un decennio fa, quando la proprietà presentò All’amministrazione la richiesta di trasformare l’albergo in appartamenti, al fine di poter trovare un acquirente. «Dopo molti incontri - hanno spiegato i vari relatori - l’amministrazione (guidata allora da Pier Luigi Ferrari), consentì alla proprietà di trasformare una parte di questo immobile in residenziale, ma la parte restante, cioè tutto il piano terra e il nuovo manufatto sul lato ovest doveva essere mantenuta a destinazione ricettiva (cioè alberghiera). La proprietà di allora vendette l’immobile con questa nuova destinazione d’uso e chi lo comprò sapeva che parte dell’immobile era vincolata. Ma poi, sempre secondo i relatori della conferenza stampa, al nuovo acquirente, fu consentito di non ottemperare agli obblighi.

«E la vicenda, che riteniamo estremamente grave - si è detto - è la decisione che concede la definitiva chiusura dell’ex albergo “Appennino” e la sua trasformazione in una struttura residenziale e commerciale. Per questo, l’amministrazione comunale ha predisposto una convenzione particolarmente “pasticciata”, che, di fatto, fa sì che Borgotaro, oltre a perdere definitivamente un albergo, subisca, secondo i valori di mercato, una perdita economica, di oltre 600.000 euro».

«Il proprietario dell’ex albergo Appennino - spiegano gli esponenti del centrodestra - cede in permuta al Comune, il nuovo manufatto posto sul lato ovest (il terrazzo), che ha un valore di mercato (vista la destinazione d’uso attuale) di circa 250mila euro. L'Amministrazione in cambio gli permette di trasformare definitivamente tutto il piano terra dell’ex albergo, da ricettivo in commerciale, con un aumento di valore di circa 150mila euro; inoltre cede allo stesso proprietario 5.500 mq di area edificabile urbanizzata, nel nuovo quartiere “Inastrà”, superficie che, in linea di mercato, è valutata sulla base di 100mila euro a lotto, che moltiplicato per sette lotti, porta a 700/800mila euro. Pertanto, facendo un calcolo approssimativo di quanto esposto, l’amministrazione comunale e quindi i cittadini di Borgotaro perderanno, da questa permuta, oltre 600mila euro. Siamo fiduciosi che la magistratura possa ora far luce su questa vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelo Pintus fa la sua proposta di matrimoni durante il concerto a Verona

musica

Pintus, proposta di matrimonio "live". E commovente Video

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Foto dalla pagina Facebook ufficiale di "Malena"

BARI

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

Televisione

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

PARMA

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

Lealtrenotizie

Spintone sul bus e mani in tasca. Sei studenti derubati del cellulare

Studenti spintonati sui bus: e il ladro poi sfila il telefonino

via Toscana

Spintone sul bus e mani in tasca. Sei studenti derubati del cellulare

incidente

Schianto tra camion e auto in tangenziale Nord: un ferito grave

PALLAVOLO

Ragazzine deferite, guerra aperta tra Coop e Energy

4commenti

Inquinamento

Sigilli alla maxi discarica abusiva. Rifiuti pronti per essere interrati?

1commento

Petizione

Firme contro le nuove corsie dei bus

3commenti

Testimonianza

Motore in fiamme durante il decollo: «Mezz'ora di terrore»

Fidenza

E' morta la maestra Caraffini

Parma

Legionella nel quartiere Montebello: 14 casi. Ecco le precauzioni da prendere

Protesta

I coltaresi: «No allo spostamento degli uffici comunali»

Tv

Valentina, la regina delle torte

2commenti

CALCIO

Dilettanti e giovanili, società premiate

Collecchio

A Gaiano il commosso addio a Leonardo, ucciso da una malattia a 42 anni

ciclismo

Malori, che sfortuna: caduta in gara e frattura alla clavicola

tg parma

Aeroporto: resta il volo per Trapani Video

4commenti

Parma Calcio

Simonetti: "A San Benedetto del Tronto servirà un Parma aggressivo"

san pancrazio

"Sradicano" il bancomat col carro attrezzi. Ma abbandonano il bottino Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Se l'uomo è peggio di una bestia

EDITORIALE

Hillary vince ai punti. Non è detto che basti

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Cagliari

Multe auto per 10mila euro a un ambulante: poi gli regalano la bici per andare al mercato

Pinerolo

Unioni civili: due ex suore si sposano nel Torinese

SOCIETA'

Gazzareporter

Giocoliere al semaforo Foto

Casa della Fotografia

Concorso: foto in bianco e nero per raccontare Parma

SPORT

Calciomercato

Il Suning manda Biabiany allo Jiangsu

Calciomercato

Il Valencia nelle mani di Prandelli

CURIOSITA'

gazzareporter

Cartoline con "rudo" da via Venezia

foto parmigiana

Amatrice, quel guanciale-simbolo ritrovato tra le macerie e donato ai soccorritori

1commento