12°

Provincia-Emilia

Pilastro, rotatoria provvisoria finanziata dai commercianti

Pilastro, rotatoria provvisoria finanziata dai commercianti
9

 Giulia Coruzzi

Il primo passo per diventare nodo principale di espansione sarà fatto su una rotatoria, quella dell’incrocio tra la Massese e la Pedemontana: Pilastro sancirà così, nei prossimi giorni, la sua trasformazione. In vista di uno sviluppo che possa risultare sostenibile e coerente, nei mesi scorsi i commercianti avevano avanzato la loro proposta di cambiamento nella viabilità, ritenendo con questa soluzione di incrementare il passaggio del flusso automobilistico nell’abitato. I commercianti si sono attivati per la progettazione della rotonda, che in un primo tempo avrà una fase transitoria sperimentale (sarà realizzata con dei new-jersey) della durata di sei mesi, al termine dei quali probabilmente seguirà la realizzazione vera e propria della rotatoria, che governerà il traffico sulla Massese in direzione nord-sud da Parma a Langhirano e sull’asse pedemontano. I costi dei lavori di realizzazione, che inizieranno in questi giorni e saranno ultimati entro il mese di settembre, saranno sostenuti in parte dai commercianti di Pilastro e in parte dai finanziamenti ottenuti dalla Provincia per la creazione dei Centri commerciali naturali, una lunga via del commercio che si intende far sorgere nel cuore di Pilastro. A mettere d’accordo tutti è stato soprattutto l’intento di riqualificare il centro, luogo nevralgico in cui investire risorse. A Pilastro manca una piazza vissuta come tale, uno spazio in cui le persone (e non solo i mezzi) possano confluire e animare il paese. 
E’ in questa direzione che gli abitanti vorrebbero si lavorasse. «Sentiamo la mancanza di luoghi di ritrovo, di spazi per riunirsi e condividere la quotidianità» ha sottolineato un residente. La nuova via dei Centri commerciali naturali seguirà il modello degli altri Ccn sorti in lungo e in largo in Italia: i Centri commerciali naturali rappresentano un tentativo di sostegno agli esercizi di vicinato e alle piccole imprese artigianali contro la pervasività dei centri commerciali artificiali; costituirebbero un rimedio per frenare la morìa di piccole imprese, un’occasione per rilanciare le zone ad alta densità commerciale e artigianale, di fatti con una semplice ma ben tessuta aggregazione di esercizi e attività che operano integrandosi tra loro in ambito urbano. La tangenziale di Pilastro è risultato un altro problema molto sentito: la sua presenza porta naturalmente la gente ad aggirare il centro, con conseguente danno per gli esercizi commerciali. «Per fare il bene di questo paese bisogna invitare le persone a tornare qui - ha spiegato un referente di Ascom -. La rotatoria al posto del semaforo sarebbe un primo importante passo da fare». E nelle frazioni limitrofe non va meglio: Arola è degradata, qui il cimitero è stato abbandonato al suo destino e in alcuni quartieri manca persino l’illuminazione. «Tutte le proposte dei residenti in merito al futuro di Pilastro ci fanno riflettere: questa frazione ha bisogno di un salto di qualità» ha espresso il primo cittadino Stefano Bovis in un recente incontro con la popolazione. La nuova rotatoria potrebbe essere un modo concreto per non aggirare il problema e portare a Pilastro nuova vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paola

    25 Settembre @ 13.09

    Non me ne vogliano i commercianti di Pilastro, ma chi transita da Parma verso Langhirano e viceversa sono sempre le solite persone che ben conoscono le attività che si trovano a Pilastro, chi e quante sarebbero i "nuovi" da attirare? E dell'inquinamento che i residenti subirebbero? Pilastro è un dormitorio e non si capisce come mai si continuano a costruire locali commerciali che restano vuoti, non sarebbe meglio dare più risalto a Corcagnano, sprovvisto di supermercato e di una UTILISSIMA rotatoria per far defluire il traffico che la variante della Pedemontana riversa come un fiume?

    Rispondi

  • Maria Elena

    25 Settembre @ 12.43

    Ma rileggendo bene sbaglio se dico che anni fà era stato lo stesso Bovis a volere il tecnologico impianto semaforico di Pilastro ? se mi sbaglio chiedo scusa all'interessato e ai lettori.

    Rispondi

  • Maria Elena

    25 Settembre @ 09.31

    Prima fanno un semaforo che è un insulto alla intelligenza umana; poi la tangenziale che porta via del traffico ma che di fatto non serve certo accelerare i tempi di percorrenza; poi con traffico ridotto ci mettono due autovelox fissi limite 50km/h nel centro abitato di pilastro; ora dicono di togliere il semaforo per farci una rotonda..... Non so voi ma a me pare un piano decisamente assurdo ! Poi ci si lamenta che mancano i soldi !!!! La rotatoria è forse più utile a Corcagnano che non ha ancora la tangenziale rispetto a Pilastro.

    Rispondi

  • FRANCESCO

    25 Settembre @ 08.59

    Che dire: hanno capito tutto!!!! E secondo loro una rotonda porterà gente nei negozi di Pilastro? ...posso capire un benzinaio o un giornalaio, ma gli altri.... ma li avete visti? Nei negozi per cui vale la pena entrare (per qualità o convenienza), la gente va: con o senza rotonda; con o senza tangenziale. Zarotti, la Gelateria o Eurospin docet.... in compenso con la rotonda le auto potranno, "finalmente" tornare a viaggiare ad alta velocità scoraggiando ulteriormente i pedoni ("locali" e non) a frequentare il cn. In bocca al lupo!

    Rispondi

  • voibuoi

    25 Settembre @ 08.52

    Quand'è che tolgono il semaforo tra Collecchio e Madregolo? Quello nuovo. Quello intelligente. Quello sempre verde. Quello che quando arrivi se ne accorge... ti mira con la sua telecamerina e quando sei lì, sul punto del non ritorno (a 50 km/h)... diventa giallo! Accelerare o rallentare? Inchiodare o passare col rosso? Ognuno faccia come crede ma quel semaforo è intelligente come chi ce l'ha messo. Io direi ti abbattere le fabbriche, tanto sono destinate a chiudere come tutte le altre, e farci una bella rotonda (per gli intelligenti come il semaforo, questa è una battuta).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Via Venezia, pensionata scippata

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

Finto tecnico

Ancora un'anziana truffata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida