10°

Provincia-Emilia

Soragna, la passione nasconsta di Gabriella

Soragna, la passione nasconsta di Gabriella
0

«Per me le bambole hanno sempre rappresentato un sogno, un percorso fantastico della mia mente tra giochi infiniti, un desiderio di immedesimarmi in personaggi carichi di sete preziose e pizzi colorati , di lustrini sfavillanti, di capelli neri e biondi, di sorrisi in ogni momento».
A parlare con queste entusiastiche parole è Gabriella Latusi Antozzi, nota hobbista della frazione di Castellina ed esperta collezionista di bambole di ogni tipo, colore ed epoca.
Nella sua casa posta all’ombra della seicentesca e storica Villa Ugolini Tagliaferri, già dei conti Castellina ed a pochi metri dai resti di quella che fu un tempo la rocca dei Pallavicino feudatari del luogo, la briosa Gabriella ne sta collezionando ben più di 600 esemplari: bambole piccole, medie, grandi, rinvenute chissà dove, scovate fra i ricordi del passato di tante famiglie, ricordi di viaggi, regali ricevuti da amici e conoscenti. Bambole povere e popolari; bambole di cartapesta, di porcellana, coperte di panno e straccetti colorati; bambole ricche con abiti sfarzosi; bambole con vestiti usciti dall’abile uncinetto della collezionista o dalle esperte mani di importanti sarte; bambole fatte per giocare o per fare bella mostra di sé su un letto o su un mobile del salotto; bambole vissute che hanno interpretato sogni e desideri di bambine e di ragazze alla ricerca di emozioni e di fantasie.
Gabriella questa passione l’ha coltivata fin dai primi anni della sua giovinezza: con le sue prime bambole parlava, confidava innocenti segreti, le portava a letto con sé o a passeggio con le amichette, ed erano sempre per lei un motivo di orgoglio nel mostrarle alle persone adulte o con le nonne avanti negli anni. Poi la passione crebbe e diventò più frenetica, alle esistenti si aggiunsero anche pezzi rari e da collezione, lo spazio domestico diventò sempre più esiguo per questa sua numerosa ed amabile «famiglia senza anima», ed in breve tempo le bambole presero il posto dei libri, dei soprammobili, delle ceramiche da cucina e dei piatti «del buon ricordo» che prima occupavano il posto d’onore nelle vetrinette, nel mobilio di casa, negli scaffali e sui ripiani delle credenze a vetri.
Dopo ripetute insistenze degli amici, Gabriella Latusi - gelosa com’è sempre stata delle sue cose - ha pensato bene di uscire allo scoperto: lo ha fatto domenica in occasione della sagra patronale dell’Addolorata, quando su invito della Pro loco ha esposto per la prima volta un centinaio delle sue bambole - naturalmente le più belle e significative made in Italy - sulla piazza del paese, facendole conoscere e raccogliendo entusiastici e positivi commenti della gente.
«E’ stata un’esperienza nuova che spero anche simpatica e piacevole - ha detto - e con i tempi che corrono un sogno, una fantasia ed un desiderio di felicità non possono che far dimenticare, almeno per un momento, i problemi ed il grigiore del momento!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

5commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

2commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti