19°

Provincia-Emilia

Parcheggi in centro a Collecchio: residenti sul piede di guerra

Parcheggi in centro a Collecchio: residenti sul piede di guerra
15

Nonostante le rassicurazione dell’assessore ai lavori pubblici Costantino Merosini, che ha confermato la decisione di protrarre il tempo di sosta consentita negli stalli del parcheggio sotterraneo di piazza Europa, la questione «posti auto» continua ad essere al centro delle lamentele dei collecchiesi.

La conferma della sosta di due ore infatti, se da un lato soddisfa le esigenze di molti commercianti e clienti, dall’altro dà l’impressione, agli oltre 160 cittadini che hanno firmato la petizione presentata in Comune, di non essere stati presi in considerazione. Nei fogli consegnati infatti, i firmatari avevano chiesto che nel parcheggio sotterraneo venissero sistemati stalli liberi, in egual misura a quelli presenti nella «vecchia versione» di piazza Repubblica e che nella restante parte fosse portata la sosta a due ore; che venisse ripristinata la sosta libera nelle vie Gramsci, Grandi e Matteotti; che si trasformassero a lisca di pesce i pochi posti auto disponibili in via Galaverna. E soprattutto che in tutta la zona centrale si potesse portare la sosta a due ore, per consentire a chi venisse in centro di poter eventualmente permettersi il tempo di un salto dal parrucchiere - ad esempio -senza l’ossessione di dover correre a spostare il disco orario.

L'articolo completo è sul nostro sito.

Nello spazio commenti sulla colonna centrale puoi lasciare la tua opinione: chi ha ragione? Il Comune o i cittadini che si ritengono trascurati? Dite la vostra!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bogio

    12 Novembre @ 16.31

    Sig. Gino, e prima come facevano? Disco orario in piazza o disco orario al -1, magari mi sbaglio ma è la stessa cosa. I lavori in corso sono sempre antipatici: soprattutto per chi abita lì di fianco. Chi lavora, mi perdoni, resto della mia idea sui due passi a piedi. Come facciamo tutti. Speriamo piuttosto che i tempi di consegna siano rispettati ed in questo senso l' Amministrazione deve sorvegliare. Vedremo poi i risultati e allora sì, Lei concorderà, potremo tracciare dei bilanci.

    Rispondi

    • gino

      12 Novembre @ 16.59

      Prima dei lavori la piazza era per più di metà a sosta libera e solo per il resto a zona disco. Poi concordo con lei sull'esigenza di ristrutturare una piazza che era più bella negli anni sessanta con la mitica fontana con i pesci rossi che uno squallido parcheggio a "cielo aperto" com'era ridotta ultimamente la piazza. Il progetto è senz'altro bello e senz'altro l'Amministrazione vigilerà per far in modo che la piazza sia consegnata per tempo.....Le elezioni son vicine.... Saluti...

      Rispondi

  • gino

    12 Novembre @ 15.44

    Rispondo al sig. Boselli: se alle delibere dall'85 al 90 si riferisce alla scelta urbanistica per la creazione del quartiere il Viale, lo so benissimo che allora la giunta era formata da un quadri o pentapartito con i comunisti all'opposizione, quella giunta però che ha permesso l'unica opera valida degli ultimi anni, ovvero la tangenziale, allora caldamente osteggiata con manifestazioni e sfilate con cartelli sulla via Spezia e raccolte firme proprio dall'allora partito comunista....Sempre per via della lungimiranza!!!!! Ma se non ricordo male, Il Viale avrebbe dovuto essere un quartiere residenziale, con piccole abitazioni al massimo quadrifamigliari e non condomini da una ventina o più di appartementi. Per quel che riguarda il parcheggio sotterraneo, anch' io ne usufruisco quando vado a far spesa o per una commissione in Municipio, ma lo dica a chi deve lasciare parcheggiata la macchina tutto il giorno perchè lavora in centro....

    Rispondi

  • giovanna

    12 Novembre @ 14.34

    Usufruisco molto spesso del parcheggio pubblico nelle ore serali e notturne E' una grande comodità, oltrettutto completamente gratuita. Prima parcheggiavo nella piazza del Paese, all'aperto. Ora la mia macchina è parcheggiata al coperto per tutta la notte, come se fosse in un garage, senza spendere niente e forse anche sorvegliata. Un grazie all'Amministrazione Comunale.

    Rispondi

  • Bogio

    12 Novembre @ 12.24

    Il problema che viene evidenziato dai cittadini riguarda la possibilità di parcheggiare come prima (più di prima?) le automobili, non i lavori di rifacimento di una piazza che aveva assoluto bisogno di essere ridestinata ai cittadini sottoforma di area vivibile e funzionale che era nei programmi di una Amministrazione (votata a nettissima maggioranza proprio sui programmi presentati) Se qualcuno nei propri commenti vuol fare politica si cimenti pure ma si ricordi che certe scelte urbanistiche sono frutto anche di amministrazioni non di sinistra (e se non lo sa si vada a rileggere le delibere quantomeno dal 1985 al 1990). E’ indubbio che interventi edili che prevedono un cantiere in pieno centro generi disagi per chi nel cantiere parcheggiava sul suolo pubblico per un max di un’ ora la propria auto, ma in cambio, a giudicare dal progetto Collecchio potrà riavere una piazza a misura di cittadino nel vero senso della parola. Non c’ è da lamentarsi se qualcuno deve lasciare la propria auto 100 o 200 metri dalla bottega e farsi due passi a piedi, anzi in ascensore: non ho mai visto pieno il parcheggio sotterraneo e personalmente, quando raramente non trovo posto su Via Nazionale parcheggio lì e raggiungo senza alcuna difficoltà i negozi di tutto il Centro. Collecchio è un paese dove si sta molto bene e spero continui così. Lo dicono tutti i numeri e le indagini statistiche. Lo dicono anche a Parma. Non sarà mica per via di Piazza Ghiaia?

    Rispondi

  • Giuseppe

    12 Novembre @ 12.02

    Sulle contravvenzioni per il mancato rispetto del disco orario il Comune ha costruito già da tempo il suo business. Il centro è costantemente presidiato dalla Polizia Municipale per elevare contravvenzioni. Senza contare l'assurdità degli orari: dalle 8 alle 20, quando sarebbe più che sufficiente dalle 9 alle 19. L'istituzione della ZTL in via Gramsci/Grandi poi è stata la ciliegina sulla torta: il Comune si è disegnato ben 6 stalli di sosta per sè, e i residenti di via Spezia o Galaverna senza nessun alternativa. Il risultato qual'è? Un ingorgo continuo di fronte a Cariparma, segnaletica da terzo mondo, e residenti senza box che vivono con l'assillo del disco orario, anche perchè il parcheggio del cimitero, oltre che essere scomodissimo, è pure privo di illuminazione. Purtroppo questi sono i risultati di un'Amministrazione autoreferenziale che non amministra, ma comanda. Non è stata pianificata alcuna alternativa a chi risiede e lavora in centro. Qui non si tratta di essere comodi, ma di avere la libertà di accedere a casa propria. Meno male che fra pochi mesi ci sono le elezioni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

1commento

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

6commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

18commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

3commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

4commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Tg Parma

Distretto Sud-Est, parte il progetto Staff per assistenza agli anziani Video

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

1commento

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery