-5°

Provincia-Emilia

Gravago: chiuso l'antico monastero di San Michele

Gravago: chiuso l'antico monastero di San Michele
0

Erika Martorana

Lo storico e antichissimo monastero di San Michele a Gravago, situato in Val Noveglia, a pochi chilometri da Bardi, è costretto alla chiusura. 
L’inevitabile decisione è stata presa nei giorni scorsi dal sindaco Giuseppe Conti e dalla giunta comunale dopo le gravi lesioni che hanno interessato in particolare l’arcata interna dell’abside e parti della pavimentazione. La notizia, che si sta diffondendo in paese, ha rattristato i numerosi fedeli che considerano la chiesa non sono un luogo di culto ma un vero e proprio punto di riferimento. 
Rammarico Grande è soprattutto il rammarico del parroco, don Luigi Brigati, che da anni celebra la messa in questo territorio e che è profondamente legato al monastero. «La nostra piccola frazione - ha raccontato il sacerdote - contiene importanti e valorose tracce di storia. In essa sono dislocati il castello, la “camminata”, la pieve e lo storico monastero. Quest’ultimo, in particolare - ha puntualizzato don Brigati -, rappresenta un imprescindibile luogo di ritrovo e di preghiera non solo per i fedeli, ma anche per tutti i residenti e per i turisti che, soprattutto nel corso della stagione estiva, vengono a far visita alle nostre bellezze». 
Sconfortante «E’ davvero triste e sconfortante - ha aggiunto - pensare che oggi una di queste realtà sia diventata un pericolo per coloro che vi entrano e che quindi non sia più possibile farle visita o pregarvi. Il problema principale che ha colpito la struttura riguarda l’arcata interna dell’abside, nella trave portante, che era già stata interessata da alcune lesioni, certo meno gravi, in passato». 
«Purtroppo - ha proseguito il parroco -, con il passare del tempo, questa parte della chiesa ha subito un forte peggioramento e per questo è stata ordinata l’immediata chiusura al culto pubblico, in quanto l’incolumità delle persone è messa a serio rischio». 
A nulla sono valsi gli innumerevoli sforzi dei gravagotti che hanno più volte cercato di rimarginare le ferite inflitte, dal tempo e dal terreno franoso, al luogo storico, da qualche giorno dichiarato ufficialmente inagibile. 
Contributo «I residenti - ha detto, a tal proposito, don Luigi - si sono sempre attivati con grande generosità, sostenendo laute spese grazie alla partecipazione di tutti ed il solidale contributo economico di cittadini dei paesi limitrofi ma anche lontani». 
La popolazione appartenente alla comunità di San Michele è dislocata su un territorio che da Noveglia arriva fino a Pianelleto, per un diametro complessivo di 10 chilometri. 
«La maggior parte delle persone che vivono nella nostra comunità - ha detto il prete - sono anziani e pertanto la chiusura del nostro monastero rende il problema ancor più serio e difficile, poiché molti di loro non possono spostarsi e quindi dovranno rinunciare al luogo di culto a cui sono legatissimi». 
Appello Nonostante il momento critico, i gravagotti non si abbattono e chiedono aiuto: «Oggi - ha concluso il parroco, don Luigi Brigati, portavoce dei propri fedeli - tutti noi guardiamo avanti con la speranza che questo tempio vetusto possa essere ripristinato e presto rinnovato per riaccogliere nelle celebrazioni e nella preghiera tutta la comunità, che oggi risente della mancanza del suo edificio sacro, simbolo emblematico di fede e di testimonianza storica plurisecolare».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

4commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

11commenti

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

2commenti

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

MODENA

Donna di 53 anni trovata mummificata in casa a Modena

si scava ancora

Rigopiano: si cercano tracce dei cellulari, è corsa contro il tempo

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto