-2°

Provincia-Emilia

Collecchio chiede al governo 7 milioni per la scuola Verdi

Collecchio chiede al governo 7 milioni per la scuola Verdi
Ricevi gratis le news
0

Riqualificazione energetica e strutturale della scuola primaria Verdi e ripensamento della viabilità attorno al polo scolastico: il Comune ha presentato una richiesta di finanziamento pari a 7 milioni di euro al Governo nell’ambito del cosiddetto «Piano delle città». 

Al bando hanno partecipato molti Comuni italiani: si resta in attesa dell’esito di cui potrebbe beneficiare anche il Comune di Collecchio. Lo hanno spiegato il sindaco Paolo Bianchi e gli assessori ai lavori pubblici Franco Ceccarini e all’urbanistica Gian Carlo Dodi. 
«Non sarà facile ottenere i finanziamenti – spiega il sindaco Paolo Bianchi – ma vale sempre la pena partecipare. In tempi di ristrettezze economiche legate ai limiti imposti dal rispetto dei parametri del patto di stabilità, le risorse disponibili sono molto limitate e le opportunità non vanno sprecate». 
Misure, quelle preventivate, che si inseriscono in un più vasto progetto relativo alla riqualificazione del sistema scolastico nel suo complesso, per cui l’Amministrazione ha previsto un investimento di quattro milioni di euro per la realizzazione della nuova scuola, necessaria a seguito dell’incremento della popolazione e del conseguente aumento degli alunni. 
La nuova struttura sarà situata tra la scuola media Galaverna e le elementari Giuseppe Verdi: un  edificio all’avanguardia da un punto vista energetico e strutturale con 10 aule a disposizione e altri spazi polifunzionali che potranno essere utilizzati indistintamente dagli alunni delle medie e da quelli delle elementari dal momento che l’edificio sarà collegato ad entrambe le scuole 
La ristrutturazione scuola primaria Giuseppe Verdi rappresenta una priorità per l’Amministrazione che ha chiesto al Governo i finanziamenti per poter realizzare il progetto di riqualificazione della struttura che ospita oltre 500 alunni. 
La scuola è stata realizzata in gran parte negli anni Sessanta e necessita di interventi di miglioramento soprattutto dal punto di vista energetico. 
«E’ necessario intervenire in modo da migliorare gli spazi oggi a disposizione e per inserire le novità tecnologiche che permettono di realizzare risparmi significativi da un punto di vista energetico – spiega il sindaco – con l’ammodernamento degli spazi esistenti». 
La revisione della viabilità accessoria all’attuale polo scolastico delle medie Galaverna e delle elementare Giuseppe Verdi è un problema a cui l’Amministrazione intende dare una risposta a fronte della situazione attuale che si presenta per certi versi critica. 
Le medie Galaverna e le elementari Verdi sono situate su via San Prospero, compresa tra via Mazzini e via Combattenti.
«Il progetto – spiega il sindaco – prevede un miglioramento dell’accessibilità attuale con la creazione di nuovi parcheggi limitrofi al nuovo polo scolastico e la realizzazione di percorsi migliorativi rispetto agli attuali con la previsione di un nuovo punto di accesso, direttamente da via Spezia, in corrispondenza dell’ingresso alla polisportiva il Cervo, tramite un percorso che attraversi una parte della zona sportiva, costeggiando il campo da tennis, e si colleghi a «Casa i Prati». 
Per ovviare all’utilizzo a scopo di parcheggio e come via di transito dell’attuale campo conosciuto come «il sabbione», è stata prevista la realizzazione di un campo da calcio sintetico a compensazione degli spazi sottratti alle attività sportive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande