22°

Provincia-Emilia

Allarme pidocchi nelle scuole materne di Fidenza

7

Scrivo a nome di un folto gruppo di genitori fidentini esausti di una situazine di cattiva igiene pubblica che da qualche settimana va avanti nelle scuole materne fidentine, sia pubbliche che private.
Ci sono tanti bambini che stanno rimanendo a casa a causa della diffusione dei parassiti del cuoio capelluto, noti a livello popolare come pidocchi. La cosa sconcertante è che molte mamme preferiscono "depositare" i propri figli a scuola anzichè tenerli a casa e curarli, favorendo il vero dilagare di un'epidemia. Mia moglie ed io siamo stati tra i pochi a recarsi presso l'ufficio di igiene pubblica presso l'USL di Fidenza. Cosa ancora più sconcertante è stata la risposta ricevuta: loro si sentono tranquilli e non hanno intenzione di fare nessuna verifica di tutti gli alunni delle materne, perchè ciò scatenerebbe ira o rifiuto da parte dei genitori.
Risposta inammissibile, proprio perchè la chiusura delle scuole per procedere a disinfestazioni e controlli di tutti i soggetti esposti, rientra nei compiti primari dell'Ufficio Igiene Pubblica. E dispiace per le mamme che si rifiutano di tenere a casa i propri figli affetti temporaneamente da questa forma parassitaria, ma anche mia moglie è una lavoratrice, per giunta nel settore scolastico, e nei suoi doveri di madre e lavoratrice c'era quello di stare a casa ed evitare ad altri ciò che era capitato a noi, conseguenza di certo non di scarsa cura personale quanto conseguenza della noncuranza altrui o scarso controllo in ambito scolastico.
Sperando che tale problematica possa trovare risalto sulle pagine del Vs. quotidiano, porgo i più cordiali saluti
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alessandra Antinori

    23 Ottobre @ 10.35

    Purtroppo la richiesta di dover portare il bambino all'asl prima della riammissione provoca più danni che benefici. Infatti un genitore, piuttosto che perdere tempo, perché di perdere tempo si tratta, visto che il proprio figlio è stato trattato e quindi si suppone sia in una condizione migliore dei bimbi non ancora trattati, preferisce non denunciare né alla scuola né all'asl la presenza dei pidocchi. Purtroppo così facendo, il bimbo, quando torna a scuola, è ancora sottoposto alla possibilità di nuove infestazioni da parte dei compagni non ancora trattati. Questa pratica non è seguita ad esempio nel comune di Milano, dove i bimbi sono riammessi a scuola a seguito di trattamento con prodotti specifici, con una semplice dichiarazione dei genitori. La troppa burocrazia non facilita mai la risoluzione dei problemi.

    Rispondi

  • alilau

    16 Ottobre @ 14.31

    Vedo che l'ignoranza dilaga.... dare la colpa dei pidocchi agli immigrati è una bella sciocchezza, e, per mera informazione, sappiate che i pidocchi si attaccano solo sui capelli PULITI, perchè queste antipatiche bestioline sono pure schizzinose e quindi se i capelli sono sporchi non ne vengono attratti!!!!!!!!

    Rispondi

  • viky

    16 Ottobre @ 12.20

    i genitori ogni tanto dovrebbero dare un'occhiata ai capelli dei loro bimbi , ed in caso di problemi contattare il loro medico , purtroppo o per fortuna da tempo il problema era sparito e quindi molti genitori ed insegnanti si sono trovati impreparati , probabilmente sono ricomparsi grazie a qualche immigrato................ , ma basta un minimo di cura per risolverlo

    Rispondi

  • Francesco

    16 Ottobre @ 11.42

    Trovarsi il bambino "impidocchiato" può essere spiacevole, ma i pidocchi nelle scuole c' erano già ai tempi della guerra tra Vercingetorige e Giulio Cesare. Con una bella rasatura ed un apposito shampoo si risolve tutto in ventiquattr' ore. Erano piene anche le caserme. Vi ricordate , quando andavamo in Servizio Militare di Leva , che razza di "tosate" ci piantavano ? Certo, bisognerebbe che si "spidocchiassero" tutti, se no si rischia di riprenderli........... Poi , ci si può anche domandare chi li porta, prenderlo in disparte, e spiegargli che è meglio prevenire..................ma , qui, rischiamo di andare in "terreno minato"......................

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    16 Ottobre @ 11.13

    Purtroppo nella pubblicazione della lettera abbiamo commesso un errore, pubblicando la versione firmata.. Ce ne scusiamo con l'interessato e con i lettori

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

 Il “maratoneta in carrozzina” ha scritto un articolo per la “sua” Gazzetta

5commenti

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

3commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara