-4°

Provincia-Emilia

Allarme pidocchi nelle scuole materne di Fidenza

7

Scrivo a nome di un folto gruppo di genitori fidentini esausti di una situazine di cattiva igiene pubblica che da qualche settimana va avanti nelle scuole materne fidentine, sia pubbliche che private.
Ci sono tanti bambini che stanno rimanendo a casa a causa della diffusione dei parassiti del cuoio capelluto, noti a livello popolare come pidocchi. La cosa sconcertante è che molte mamme preferiscono "depositare" i propri figli a scuola anzichè tenerli a casa e curarli, favorendo il vero dilagare di un'epidemia. Mia moglie ed io siamo stati tra i pochi a recarsi presso l'ufficio di igiene pubblica presso l'USL di Fidenza. Cosa ancora più sconcertante è stata la risposta ricevuta: loro si sentono tranquilli e non hanno intenzione di fare nessuna verifica di tutti gli alunni delle materne, perchè ciò scatenerebbe ira o rifiuto da parte dei genitori.
Risposta inammissibile, proprio perchè la chiusura delle scuole per procedere a disinfestazioni e controlli di tutti i soggetti esposti, rientra nei compiti primari dell'Ufficio Igiene Pubblica. E dispiace per le mamme che si rifiutano di tenere a casa i propri figli affetti temporaneamente da questa forma parassitaria, ma anche mia moglie è una lavoratrice, per giunta nel settore scolastico, e nei suoi doveri di madre e lavoratrice c'era quello di stare a casa ed evitare ad altri ciò che era capitato a noi, conseguenza di certo non di scarsa cura personale quanto conseguenza della noncuranza altrui o scarso controllo in ambito scolastico.
Sperando che tale problematica possa trovare risalto sulle pagine del Vs. quotidiano, porgo i più cordiali saluti
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alessandra Antinori

    23 Ottobre @ 10.35

    Purtroppo la richiesta di dover portare il bambino all'asl prima della riammissione provoca più danni che benefici. Infatti un genitore, piuttosto che perdere tempo, perché di perdere tempo si tratta, visto che il proprio figlio è stato trattato e quindi si suppone sia in una condizione migliore dei bimbi non ancora trattati, preferisce non denunciare né alla scuola né all'asl la presenza dei pidocchi. Purtroppo così facendo, il bimbo, quando torna a scuola, è ancora sottoposto alla possibilità di nuove infestazioni da parte dei compagni non ancora trattati. Questa pratica non è seguita ad esempio nel comune di Milano, dove i bimbi sono riammessi a scuola a seguito di trattamento con prodotti specifici, con una semplice dichiarazione dei genitori. La troppa burocrazia non facilita mai la risoluzione dei problemi.

    Rispondi

  • alilau

    16 Ottobre @ 14.31

    Vedo che l'ignoranza dilaga.... dare la colpa dei pidocchi agli immigrati è una bella sciocchezza, e, per mera informazione, sappiate che i pidocchi si attaccano solo sui capelli PULITI, perchè queste antipatiche bestioline sono pure schizzinose e quindi se i capelli sono sporchi non ne vengono attratti!!!!!!!!

    Rispondi

  • viky

    16 Ottobre @ 12.20

    i genitori ogni tanto dovrebbero dare un'occhiata ai capelli dei loro bimbi , ed in caso di problemi contattare il loro medico , purtroppo o per fortuna da tempo il problema era sparito e quindi molti genitori ed insegnanti si sono trovati impreparati , probabilmente sono ricomparsi grazie a qualche immigrato................ , ma basta un minimo di cura per risolverlo

    Rispondi

  • Francesco

    16 Ottobre @ 11.42

    Trovarsi il bambino "impidocchiato" può essere spiacevole, ma i pidocchi nelle scuole c' erano già ai tempi della guerra tra Vercingetorige e Giulio Cesare. Con una bella rasatura ed un apposito shampoo si risolve tutto in ventiquattr' ore. Erano piene anche le caserme. Vi ricordate , quando andavamo in Servizio Militare di Leva , che razza di "tosate" ci piantavano ? Certo, bisognerebbe che si "spidocchiassero" tutti, se no si rischia di riprenderli........... Poi , ci si può anche domandare chi li porta, prenderlo in disparte, e spiegargli che è meglio prevenire..................ma , qui, rischiamo di andare in "terreno minato"......................

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    16 Ottobre @ 11.13

    Purtroppo nella pubblicazione della lettera abbiamo commesso un errore, pubblicando la versione firmata.. Ce ne scusiamo con l'interessato e con i lettori

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

2commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

1commento

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta