21°

Provincia-Emilia

Arresti per appalti nel Modenese. Il procuratore: "Cresce l'allarme"

7

MODENA – «A Modena cresce il livello d’allarme per la criminalità organizzata, che ha fatto un salto di qualità costruendo rapporti con la politica e raggiungendo anche i piccoli comuni». Così il procuratore capo di Modena, Vito Zincani, commenta i tre arresti a Serramazzoni compiuti con l«Operazione Teseò della Finanza, che ha portato alla luce le estorsioni, i danneggiamenti e le turbative d’asta messi in atto da un gruppo di calabresi ritenuti in contatto con la 'Ndrangheta. In manette sono finiti Rocco Antonio Baglio, 70enne ex soggiornante obbligato a Serramazzoni, Salvatore Guarna, 37, e Marcello Limongelli, 39 anni.
Zincani ha precisato che il gruppo (in totale sono 12 i denunciati) non è accusato dell’aggravante del metodo mafioso, motivo per cui l’indagine è stata condotta a Modena e non dalla Direzione Distrettuale Antimafia. «Sullo sfondo rimane comunque il passato dei tre arrestati – ha detto Zincani – a tenere alta l'attenzione su un quadro già sospetto». I tre saranno interrogati dal Gip di Modena nei prossimi giorni.
«Il livello di radicamento e rapporti con l’Amministrazione comunale raggiunto dalle organizzazioni criminali a Serramazzoni è tale da disegnare uno scenario agghiacciante a livello politico e amministrativo», commenta l’on.Isabella Bertolini, vicepresidente dei deputati del Pdl:«Gli ultimi arresti premiano l’azione delle forze dell’ordine e confermano la risposta efficace dello Stato nei confronti dell’offensiva della minaccia mafiosa, ma indicano anche la necessità di rafforzare le misure di prevenzione e controllo sul fronte degli appalti. L’occasione della ricostruzione delle zone colpite dal terremoto per i clan è davvero ghiotta».
Il deputato leghista Angelo Alessandri si dichiara «da anni convinto che le mafie con complicità varie sono ormai radicate anche nella mia terra. Basta con chiacchiere e convegni, è giunto il momento di atti concreti perchè si raggiunga questo obiettivo: fuori le mafie dall’Emilia. Mandiamo in confino in carcere in Calabria coloro che le hanno favorite».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    24 Ottobre @ 12.06

    SIGNOR GIULIO , ad interessarsi d' appalti non ci sono solo le "n'drine".....Si ricordi che un' imprenditore parmigiano si è suicidato con un colpo di pistola nell' anticamera di un altro imprenditore parmigiano. Che un assessore parmigiano fu arrestato , ed altri inquisiti. Si ricordi le inchieste giudiziarie sulla Tangenziale Sud e sul DUC........................

    Rispondi

  • mario

    24 Ottobre @ 10.53

    bravo il deputato leghista "è giunto il momento di atti concreti"... ma va ? non è da ieri, e al governo ci siete stati, e cosa avete combinato ? solo prendere per il culo me e tutti gli altri che vi hanno votato... e che se lo meritano se (vi) voteranno ancora... il "vi" si può togliere... ci vorrebbe un'elezione con ZERO partecipanti

    Rispondi

  • luc

    23 Ottobre @ 22.57

    i soggiorni obbligati se li tengano loro assieme al sole e alle pummarole e non si facciano più sentire , questo si che sarebbe federalismo...

    Rispondi

  • Max

    23 Ottobre @ 21.51

    Finalmente ora cominciate a capire come fa un calabrese a venire al nord con un camion sgangherato e nel giro di pochi anni a diventare un imprenditore ricco e temuto..........

    Rispondi

  • Francesco

    23 Ottobre @ 20.35

    SI , "MK" HA RAGIONE . L' infiltrazione della criminalità organizzata meridionale ( mafia , n'drangheta , camorra, sacra corona unita ) nel Nord Italia è iniziata ad opera dei criminali del Sud inviati a "domicilio coatto" nel Nord , nella presunzione, rivelatasi sbagliata , che , allontanati dal loro ambiente, si sarebbero convertiti alla "retta via". E' avvenuto il contrario . Hanno "infettato" anche noi. Questo tutti gli esperti nella materia lo sanno da trent' anni ! Eppure , non si capisce perchè , questa prassi perversa continua ad essere praticata. Cosa fare adesso ? Temo che si vada a chiudere la stalla quando i buoi sono scappati, comunque SMETTERE IMMEDIATAMENTE DI MANDARE AL NORD CRIMINALI DEL SUD . INTRODURRE UN "DOMICILIO COATTO ALLA ROVESCIA" , cioè rinviare al paese di provenienza , con foglio di via obbligatoria, a "domicilio coatto" , le persone residenti o domiciliate nel Nord da meno di dieci anni che commettano reati . RICORDARE CHE UNO DEI "PUNTI DI FORZA" DELLA "MAFIA" ( o n'drangheta , o camorra che sia ) E' L' OMERTA' . LA GENTE , che, in maggioranza, non è mafiosa, SUBISCE , NON PARLA, NON DENUNCIA. DOBBIAMO DENUNCIARE , DENUNCIARE , DENUNCIARE. Dobbiamo far "terra bruciata" intorno ai criminali . Far capire loro con chiarezza che , qui, "non c' è trippa per i gatti " . Certo, a parlare si fa presto, ma, poi, quando ti bruciano la macchina , o ti tagliano un orecchio al cane (è una delle intimidazioni tipiche della mafia..) , o ti dicono "sappiamo dove va a scuola tua figlia " , per resistere ci vuole fegato. Ce l' abbiamo ? Mafiosi , n'dranghetisti, camorristi , infiltrano profondamente il tessuto sociale . Non si può pretendere che Polizia e Carabinieri da soli vadano a prenderli tutti, e con quali accuse poi ? NON DIMENTICHIAMO ANCHE CHE , CON LA MASSICCIA IMMIGRAZIONE STRANIERA, SI INFILTRANO PURE LE "MAFIE" DI ALTRI PAESI , non meno pericolose e sanguinarie delle nostre . Le "triadi" cinesi , la mafia russa , le mafie sudamericane dei "cartelli della droga", sono anch' esse una grave minaccia.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi nell'area cani Foto

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

1commento

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

4commenti

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

4commenti

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

3commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery