19°

Provincia-Emilia

Salso, Italia Nostra: "Tutta la verità sull'area ex Bertanella"

2

Area ex Bertanella: all’indomani dell’avvio dei lavori per la realizzazione di edifici residenziali e commerciali,  interviene la sezione locale di Italia Nostra (grazie alla quale parte del fabbricato dell’ex lavanderia è stato sottoposto ai vincoli della Sovrintendenza) evidenziando «l’assurdità» del progetto.
In un lungo excursus la presidente Eva Sara Camozzi ricorda tra l’altro come «in merito al contratto di compravendita, con rogito 17.12.2010, le Terme abbiano ceduto l’intero spazio intorno alla zona tutelata, dichiarando di vendere ''...la seguente consistenza immobiliare costituita da terreni edificabili sui quali insistono ruderi e fabbricati fatiscenti, già ex edificio officina ed ex serre, dei quali peraltro è già prevista la demolizione...''. Al rogito  - ricorda la Camozzi - è allegato il Certificato di destinazione urbanistica nel quale l’ufficio competente attesta che in gran parte si tratta di ''ambiti soggetti a Poc, C3 bis (art. 6.10 bis)''. Tale articolo spiega che l’attuazione di qualsivoglia edificazione ''è subordinata a Pu''. Appena prima lo stesso articolo recitava che sull'''area oggetto di intervento dovrà essere presentato uno studio di impatto archeologico''».
 Per la Camozzi «ne consegue che la compravendita Terme/ privati non aveva messo in carico a nessuno, tanto meno al Comune, l’obbligo di rendere edificabile l’area, poiché vigeva al momento soltanto il Poc, come ben sapevano gli acquirenti, in quanto era allegato al rogito il Cdu. Il Comune ha ritenuto di approvare il Pua sebbene non esistesse alcun pericolo di rivalsa da parte dei privati».
«In seguito, verosimilmente per rendere credibile la convenienza a vendere ed edificare, gli interessati si sono impegnati a versare un contributo per l’erezione di una palestra per la scuola  - aggiunge la Camozzi -. Tuttavia i contributi sono subordinati alla costruzione di immobili condominiali, di un grande supermercato e la realizzazione di una struttura di vendita alimentare di grandezza media. La procura, il cui intervento era paventato dall’ex sindaco Carancini, non avrebbe mai potuto interessarsi di questo caso, se Carancini stesso non avesse fatto approvare la variante autorizzando l’edificazione, non essendo la pubblica amministrazione imputabile di alcun reato. E’ da sottolineare, inoltre, che non esiste ora, come non esisteva durante le trattative di compravendita, un progetto specifico per il Polo scolastico e per la palestra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliana

    03 Novembre @ 10.44

    Secondo me, invece, la pubblica amministrazione si è resa colpevole di omissione in quanto non ha proceduto all'esproprio per pubblica utilità. La dichiarazione di pubblica utilità era possibile (anzi, favorita dalla legge) in qunto i terreni in questione sono confinanti a strutture scolastiche che , per loro natura e destinazione, sono considerate di pubblica utilità. Si potrebbe iniziare una causa a nome dei cittadini (o almeno coinvolgere il commissario affinchè blocchi i lavori) per omissione di atti d'ufficio? C'è qualcuno in grado di rispondere?

    Rispondi

  • Remo

    02 Novembre @ 16.06

    Axt? Articolo x tecnici?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano