22°

Provincia-Emilia

Collecchio, incrocia i ladri sull'auto del padre e li fa arrestare

Collecchio, incrocia i ladri sull'auto del padre e li fa arrestare
Ricevi gratis le news
26

  Giuseppe Labellarte 

Un’inaspettata sorpresa ha colto un giovane di Collecchio che verso le 23,50 di venerdì sera, tornando a casa in auto, ha incrociato la Fiat Multipla del padre guidata da sconosciuti. 
Riconoscendo il mezzo da  un’ammaccatura e ad un fanale bruciato, il 19enne ha immediatamente telefonato al padre,  constatando il furto del mezzo, avvenuito da poco. Non facendosi prendere dal panico, il ragazzo ha continuato a seguire il veicolo lungo la tangenziale di Collecchio e, segnalato l’avvenuto, è stato in poco tempo raggiunto dei carabinieri. 
Nelle stesse ore era infatti in atto sul territorio parmense un’imponente operazione di controllo, programmata e coordinata dalla Compagnia  carabinieri di Salsomaggiore, guidata dal capitano Roland Peluso. Lo scopo del servizio coordinato a largo raggio che venerdì sera ha interessato i comuni di Collecchio, Sala Baganza, Fornovo e Medesano, era proprio quello di applicare una serie di controlli per cercare gli autori dei furti che nell’ultimo periodo hanno interessato la zona. Nell’operazione sono state coinvolte 18 pattuglie per un totale di 36 militari che nell’arco di poche ore, attraverso 36 punti di controllo, hanno fermato 132 veicoli e identificato 139 soggetti.
 Il grande dispiego di forze attorno alla zona del furto non ha lasciato alcuno scampo di fuga ai ladri al volante della Multipla. Accortisi di essere seguiti,  i due uomini che guidavano il mezzo appena rubato  hanno abbandonato l’auto e sono saliti a bordo di un Gran Cherokee che li precedeva a fari spenti, guidato da due complici. Nel frattempo la pattuglia dei carabinieri che si trovava a Collecchio aveva raggiunto il mezzo e si era sostituita al giovane nell’inseguimento dei ladri, mentre un’altra pattugli proveniente da Sala Baganza si è avvicinata  nella direzione opposta. Proprio nelle vicinanze di Sala Baganza gli uomini a bordo del Gran Cherokee, sentendosi ormai braccati, hanno tentato di dileguarsi attraverso la campagna ma, accerchiati da 5 pattuglie, sono stati bloccati e arrestati dagli uomini dell’Arma. 
A finire in manette sono stati 4 moldavi, D.R. di 35 anni e D.I. di 28 anni residenti a Bologna e C.N. di 40 anni e S.V. di 29 anni residenti a Parma. Due di loro avevano già alcuni precedenti alle spalle per reati minori. Processati per direttissima ieri  mattina sono stati condannati a 1 anno e 2 mesi con pena sospesa e quindi subito rilasciati. 
Molto soddisfatto per l’esito dell’operazione il capitano Peluso alla guida  che, oltre all’operato degli uomini in azione sul territorio, ha lodato anche la collaborazione che i cittadini hanno saputo dare. Oltre all’auto, immediatamente restituita al proprietario, i 4 arrestati avevano rubato anche attrezzi da lavoro (probabilmente da utilizzare per compiere furti) presenti nell’azienda in cui la Fiat Multipla era stata prelevata. «La soddisfazione per la riuscita dell’operazione non allenta minimamente la pressione delle forze dell’ordine sul territorio - ha dichiarato il comandante -. La nostra attività di controllo continuerà infatti con il massimo impegno». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Manu

    12 Novembre @ 14.22

    CHE SCHIFOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! NON CI SONO ALTRE PAROLE....................................... SIAMO OLTRE OGNI LIMITE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • sabcarrera

    12 Novembre @ 13.40

    L'arresto, denuncia , processo e pena sono nulla per questi. Abbiamo a che fare con dei sociopaticie forse l'unica sentenza efficace sarebbe rinchiuderli in un manicomio.

    Rispondi

  • gianni

    12 Novembre @ 13.04

    E PROPRIO UNA VERGOGNA, SE ANDIAMO AVANTI COSì VA A FINIRE CHE QUALCHE GIORNO FINIRò IO IN GALERA , MA FORSE IL GIORNO DOPO MI LASCIANO LIBERO......!!!!! SARà TRANQUILLO ADESSO QUEL RAGAZZO CHE LI HA SEGUITI, è UNO SCHIFO VA BENE, BISOGNA FARSI GIUSTIZIA DA SOLI, SE ASPETTIAMO QUELLA VERA FACCIAMO LA FINE DEL TOPO

    Rispondi

  • massimo

    12 Novembre @ 12.56

    LI DEVONO METTERE IN GALERA E CI DEVONO STARE...ANCHE NELLE CARCERI AFFOLLATE...SOPRATTUTTO NELLE CARCERI AFFOLLATE...COSI' GLI PASSA LA VOGLIA DI RUBARE IN ITALIA...NON ABBIAMO BISOGNO DI IMPORTARE DELINQUENTI NE ABBIAMO GIA' DEI NOSTRI...

    Rispondi

  • bibu

    12 Novembre @ 11.58

    è uno schifo. Già rilasciati. ...ah vero, mi ero dimenticata che siamo in italia. ......una pena!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!No comment

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La cucina piace bella piccante

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Barchette di carciofi con curry e curcuma

di Silvia Strozzi

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

2commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

11commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, strage nel crollo di una scuola. Oltre 200 vittime totali

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

Moto

Valentino Rossi annuncia: "Ad Aragon ci sarò"

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...