-5°

Provincia-Emilia

Venti chili di hashish sequestrato e 32 arresti: ko la banda degli "ovulatori"

Venti chili di hashish sequestrato e 32 arresti: ko la banda degli "ovulatori"
7

I militari del Gico di Bologna hanno sgominato un’organizzazione internazionale di trafficanti che operava in Emilia-Romagna, Veneto e Toscana e che smerciava hascish con un principio attivo del 20% contro il 6% normalmente contenuto in droga di buona qualità. Ovviamente, hanno spiegato le Fiamme gialle, ciò influiva anche sul prezzo di vendita al dettaglio, che raggiungeva i 30.000 euro al kg contro i 10.000 euro di norma praticato. L’operazione, denominata "Le belve", ha consentito ai finanzieri di ricostruire, in tempi brevissimi, l'intero organigramma dell’associazione criminale composta in prevalenza da marocchini, di individuare le modalità operative e arrestare 32 persone, con il sequestro di oltre 20 kg di stupefacente.

L'indagine, iniziata nel marzo 2010, ha preso spunto dall’ arresto all’aeroporto 'Guglielmo Marconì di Bologna, di una serie di "ovulatori", persone che, per il trasporto sicuro della droga, la confezionavano in ovuli e poi la ingerivano. Gli arrestati provenivano tutti dalla stessa località del Marocco: a quel punto, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna, i finanzieri della Sezione Antidroga del Gico hanno avviato una serrata attività di intercettazioni telefoniche e di monitoraggio degli indagati attraverso sistemi di localizzazione satellitare Gps, riuscendo a individuare i capi dell’organizzazione criminale.
L'hascish arrivava in Italia dal Marocco passando prima per la Spagna, dove la droga veniva stoccata e confezionata per il trasporto.
Il Gico (Gdf) ha sgominato un’organizzazione internazionale di trafficanti che operava in Emilia-Romagna, Veneto e Toscana e che smerciava hascisc con un principio attivo del 20% contro il 6% di droga di buona qualità. Il prezzo al dettaglio raggiungeva i 30.000 euro al kg contro i 10.000 euro. Il gruppo era composto in prevalenza da marocchini: arrestate 32 persone e sequestrati oltre 20 kg di stupefacente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirko

    22 Novembre @ 10.44

    prendiamo spunto dai paesi nordici dove le droghe leggere e la prostituzione sono legalizzate e regolamentate. Non è un' eresia, se ci pensate i risvolti positivi sarebbero molteplici.

    Rispondi

  • Egiziano

    21 Novembre @ 18.34

    Indagine iniziata nel 2010 .... cioè per due anni hanno venduto droga per non si sa quante tonnellate ... dopo due anni arrestano 32 persone. Quanto è costata questa operazione? Quante indagini per furti o rapine si sarebbero potute seguire? Quanto avrebbe intascato lo stato se fosse stata tassata la sostanza? Dopo questa operazione lo spcccio di droga esisterà ancora? La politica della war on drugs ha fallito ancora una volta.

    Rispondi

  • FIL2011

    21 Novembre @ 17.59

    Leggendo spesso di sequestri di droghe, mi sono sempre chesto dove tutta questa droga sequestrata va a finire. Qualcuno saprebbe rispondere al mio quesito?. Grazie, attendo risposta.

    Rispondi

  • Giorgio

    21 Novembre @ 12.55

    Porco cane ,hanno beccato quelli che avevano la roba buona. Chissà adesso quelli che si fanno che zombie saranno!

    Rispondi

  • Matteo

    21 Novembre @ 12.45

    ma tanto non saranno già fuori? Se lo faccio io mi becco 20 anni, se lo fa un povero marocchino emigrante disperato si becca anche la diaria + il disagio di stare in un paese di m***a come l'Italia dei sinistrorsi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

1commento

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

1commento

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

Parma Calcio

Coric, risoluzione consensuale del contratto

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto