12°

Provincia-Emilia

La Provincia alle Poste: "Così non va"

La Provincia alle Poste: "Così non va"
Ricevi gratis le news
11

Comunicato stampa

“La Provincia di Parma, cui è stato affidato dalla Regione il coordinamento del tavolo, a nome dei 18 comuni coinvolti, quelli cioè di Parma, Bardi, Bedonia, Medesano, Tornolo, Terenzo, Montechiarugolo, Calestano, Borgo Val di Taro, Varano Melegari, Compiano, Noceto, Neviano Arduini, Langhirano, Palanzano, Corniglio, Fornovo e Zibello, esprime una forte insoddisfazione per l’esito della trattativa portata avanti da diversi mesi a questa parte”. È durissimo il vice presidente della Provincia Pier Luigi Ferrari, che al termine di un incontro svoltosi questa mattina in piazza della Pace con gli amministratori dei comuni coinvolti esprime a nome di tutti il forte disappunto degli enti per i risultati della trattativa in corso sul piano di razionalizzazione degli uffici postali del territorio presentato da Poste Italiane. La “doccia fredda” è arrivata nei giorni scorsi, “quando Poste Italiane – spiega Ferrari - ha comunicato ai sindaci interessati e alla Provincia la decisione di procedere alla chiusura, dal 26 novembre, di 8 Uffici postali, quelli di Cozzano, Molino Anzola, Mozzano, Gravago, Vianino, Pieveottoville, Ravarano e Strela, e il contestuale avvio di un piano di razionalizzazione, con riduzione dei giorni di apertura, di altri 11 Uffici”. 
A seguito di quella decisione è stata convocata la riunione di oggi, al termine della quale “non possiamo che esprimere, tutti, Provincia e Comuni, la nostra forte insoddisfazione. Se infatti la chiusura di 8 uffici sui 21 inizialmente considerati all’interno del piano di Poste Italiane può all’apparenza rappresentare un risultato non del tutto negativo, occorre sottolineare le gravissime conseguenze in termini di depauperamento di servizi rivolti alla collettività per territori di particolare debolezza e criticità come quelli della Val Taro, della Val Ceno e della stessa Bassa. Si tratta di un duro colpo inferto alla qualità della vita dei nostri cittadini che potrebbe aggravare significativamente la situazione di crisi e portare al progressivo spopolamento delle zone più critiche come quelle montane”, dice Ferrari a nome della Provincia e di tutti i Comuni coinvolti, stigmatizzando inoltre l’atteggiamento di Poste Italiane: “Nonostante le diverse iniziative intraprese per stabilire un dialogo fattivo, nella realtà non vi sono stati margini di discussione con l’interlocutore Poste, che ha ratificato una decisione che appariva già preconfezionata fin dall’inizio. Non si spiega altrimenti l’atteggiamento di Poste, che, pur a fronte di una grande disponibilità offerta da diversi Comuni sia in termini di presa in carico diretto di alcuni costi sia in termini di disponibilità a ragionare su nuovi servizi da affidare a Poste, non ha accolto e approfondito le proposte in campo, con dati e numeri alla mano come si farebbe in qualsiasi azienda, ma ha lasciato il tutto a lettera morta”.
Su tutti pende poi la “spada di Damocle” della “verifica di economicità” annunciata da Poste Italiane fra un anno “per decidere, in modo unilaterale come per questi primi otto, la chiusura di uffici caratterizzati da mancata redditività: temiamo già ora – osserva il vice presidente della Provincia - che questa verifica potrà colpire chi si è salvato da questa prima tornata. La grave preoccupazione che Provincia e sindaci esprimono, infatti, è che se il livello di servizio fornito da Poste Italiane sarà quello attuale, con personale spesso assente e a volte non all’altezza del ruolo, computer che non funzionano, posta recapitata in ritardo, uffici obsoleti con barriere architettoniche, la redditività non potrà che peggiorare e il destino dell’ufficio è quindi già segnato in partenza”.
Di qui, al termine della riunione di oggi, una decisa presa di posizione: “La Provincia di Parma e i sindaci dei 18 comuni interessati – dice Ferrari a nome di tutti - esprimono la non accettazione delle chiusure degli 8 uffici che si dovrebbero attuare già dal prossimo 26 novembre e una forte, decisa e unitaria, volontà di continuare a mantenere questi fondamentali presidi anche di tipo sociale nei territori, ed in particolare nei territori più deboli, anche ricorrendo a un’analisi di mercato che consenta di fare valutazioni di merito, sia in termini di costi che di qualità del servizio fornito, su potenziali nuovi fornitori di servizi postali e finanziari da scegliere tra quelli presenti sul mercato”.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simone spoggi

    24 Novembre @ 00.32

    Maurizio, cerca di capire una volta x tutte!!!! Poste italiane chiude questi uffici perche' a fine anno questi uffici danno piu' costi che ricavi!!!!! Sono questi uffici che sono in perdita, non Poste Italiane SPA. At lè capida o no?!?!?! Una qualsiasi banca o una qualsiasi azienda li avrebbe gia' chiusi da tempo questi uffici!!!!!

    Rispondi

  • lalla

    23 Novembre @ 23.43

    liberiamoci di poste spa se non vogliono lavorare che si riposino vedrai che se gli togli la terra sotto i piedi si renderanno conto che il vecchio detto ...nessuno e' indispensabile...puo valere anche x loro

    Rispondi

  • Geronimo

    23 Novembre @ 19.24

    Simo ma scusa non capisco il tuo ragionamento, dici che il bilancio è in perdita poi io ti correggo, tu ammetti lìesistenza dell'utile ma parli di perdita. Il tuo discorso può filare ma allora mettiamoci d'accordo, ci sono incentivi anche per aprire aziende nelle località montane, cosa facciamo da una parte diamo soldi per ripopolare i luoghi e dall'altra chiudiamo i servizi? Comunque è un problema perchè chiudendo questi uffici non è che quelli più vicini verranno potenziati, quindi ci saranno ancora meno servizi per il cittadino visto che oltre a spostarsi dovrà fare code grazie all'aumento di clienti nell'agenzia più vicina. Lo spreco e l'assurdità di poste italiane è il continuo rivolgersi ad agenzie interinali e comuqnue a personale temporaneo per la consegna della posta turnandoli in continuazione facendo si che il servizio sia più lento, dove abitavo prima avevo la posta intorno alle 10, iniziato il cambio dell'itinerario dei postini la posta arrivava intorno alle 15 o 16 del pomeriggio.... so di persone che ad esempio in passato hanno disdetto abbonamenti ai quotidiani tipo la gazzetta di parma, meglio prenderla in edicola, la paghi di più ma la leggi quando vuoi

    Rispondi

  • simone spoggi

    23 Novembre @ 15.58

    Maurizio, guarda che buona parte di tale utile viene poi utilizzato dallo stato x costruire infrastrutture in Italia....a parte cio' rimango dell' idea che se un azienda ha uffici o filiali che sempre ogni anno chiudono in perdita ha il sacrosanto diritto nonche' dovere di chiuderli!!!!!

    Rispondi

  • Geronimo

    23 Novembre @ 08.25

    Simo, per la cronaca ultimo bilancio di Poste Italiane è stato chiuso con un utile netto di 846 milioni di euro….

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260