19°

34°

Provincia-Emilia

Collecchio, pidocchi alla scuola Verdi. Preoccupazione fra i genitori

Collecchio, pidocchi alla scuola Verdi. Preoccupazione fra i genitori
Ricevi gratis le news
0

 Gian Carlo Zanacca

Sono ricomparsi i pidocchi alla scuola primaria di Collecchio. Il dirigente scolastico Giacomo Vescovini ha inviato una lettera alle famiglie, spiegando cosa fare per combattere l'insetto. Gli esperti raccomandano ai genitori di controllare i capelli dei bambini e di fare prevenzione. 
Alle elementari Giuseppe Verdi però per qualche genitore la situazione è diventata insopportabile. Ad esempio Anna, 45 anni, è madre di una bambina che frequenta la 3ª C ed è preoccupata. «Da settembre ho dovuto praticare il trattamento anti pidocchi a mia figlia parecchie volte. Mia figlia ha contratto i fastidiosi parassiti all’inizio dell’anno scolastico. Ho fatto presente la cosa all’ufficio di igiene pubblica. Ho seguito puntualmente i trattamenti e dopo una decina di giorni la bambina non presentava più nessun problema». 
La prassi prevede che se un genitore constata la presenza di pidocchi nei capelli del proprio figlio lo denunci all’ufficio di igiene Pubblica di riferimento. Lo stesso ufficio fornisce le indicazioni da seguire per debellare i pidocchi e poi, una volta seguite le disinfestazioni, verifica che il bambino possa rientrare a scuola e rilascia un certificato di ammissione. 
Il problema vero nasce quando i genitori non denunciano il fatto all’Ausl e fanno tutto in casa: vanno in farmacia, acquistano i prodotti del caso e cercano di porre rimedio alla situazione. In questo modo però a volte la diffusione dell’insetto tra i compagni continua. Ed è su questo punto che Anna ritiene che ci siano dei buchi: «Ho dovuto praticare il trattamento più volte a mia figlia in quanto tornava a casa con i pidocchi. L’operazione è stata ripetuta ogni due, tre settimana con forti disagi per la bambina e per la famiglia: vanno cambiate le federe e le lenzuola e lavate ad alte temperature, l’intera famiglia è stata coinvolta compresa la sorella. Insomma sono esasperata. A questo vanno aggiunti i costi, se si pensa che ogni confezione di polvere o spray costa sui 20 euro e l’olio essenziale di lavanda. Un vero incubo». 
Il nuovo preside, Giacomo Vescovini, per ovviare al problema ha inviato una lettera a tutti i genitori in cui vengono riportate le corrette modalità da seguire in queste circostanze come previsto dal protocollo con l’Ausl. «Siamo a disposizione delle famiglie - ha spiegato il preside - per tutte le informazioni del caso, anche se le competenze della scuola sono limitate. Un insegnante, per esempio, non può controllare, per legge, i capelli di un bambino, solo i genitori possono farlo. Il docente può segnalare, eventualmente, situazioni legate alla conclamata presenza di insetti. In ogni modo in tutto l’istituto comprensivo, frequentato da quasi 1400 alunni, sono stati denunciati ad oggi in tutto due casi alle elementari, con una riduzione rispetto agli anni passati. Questo, grazie alle operazioni di informazione condotte dalla scuola e dall’Ausl». Sul sito della scuola (www.scuolacollecchio.org) è disponibile la circolare con le indicazioni utili.
Il Servizio di Pediatria di Comunità del distretto sud est dell’Ausl di Langhirano ha fatto presente che in queste circostanze «risulta determinante il ruolo dei genitori, che hanno il compito di vigilare e controllare i propri figli. Solo attraverso il controllo è possibile circoscrivere la diffusione dei pidocchi». 
I passi da compiere appena ci si accorge della loro presenza sono: contattare il pediatre di libera professione di fiducia, oppure il Servizio di Pediatria di Comunità dove avviene il controllo e dove sono consigliate le azioni da compiere ed i prodotti da usare. Le lendini, le uova dei pidocchi, vanno tolte con cura con un pettine. Ed è lo stesso Servizio di Pediatria di Comunità che rilascia il certificato di ammissione a scuola. L’Ausl invia un’informativa al preside che avvisa tutti i genitori, come è stato fatto a Collecchio. Va ricordato che i pidocchi sono dei parassiti molto fastidiosi ma non veicolano malattie. 
Per informazioni è possibile contattare il dipartimento di sanità pubblica de Distretto Sud Est Ausl ai numeri 0521-8651138 oppure 0521-18651140. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Paul Young

Paul Young

Monza

Paul Young noleggia una Panda e si scontra con un anziano a un incrocio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

Alimentare

Sciopero e presidio alla Froneri (ex Nestlé)

1commento

via fleming

Urta un veicolo in sosta e finisce con l'auto a ruote all'aria Foto

carabinieri

Rapina in banca con sequestro a Busseto: arrestati in tre

panocchia

Auto fuori strada: liberato il conducente incastrato tra le lamiere

2commenti

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

SORAGNA E BUSSETO

I sindaci dicono no ai profughi: "Non ci sono strutture adatte"

5commenti

Inchiesta

Le casalinghe a Parma, pareri a confronto

5commenti

CONFCONSUMATORI

Energia e gas: boom di reclami contro le maxi bollette

Dagli errori di fatturazione alle attivazioni mai richieste: scoppia la protesta

2commenti

natura

Mamme d'Appennino: la volpe allatta i suoi cuccioli Video

Tribunale

Stalker violento condannato a tre anni

PARMA

"Insieme", bando della Fondazione Pizzarotti a sostegno delle famiglie fragili

SPETTACOLI

La carica dei 5mila all'Arena Shakespeare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

Tg Parma

Ritiro di Pinzolo, prime due sedute di allenamento per il Parma

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

9commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel