13°

23°

Provincia-Emilia

Sala, la Costituzione ai 18enni nuovi baluardi della legalità

Sala, la Costituzione ai 18enni nuovi baluardi della legalità
Ricevi gratis le news
0

SALA BAGANZA
Cristina Pelagatti
A Sala,  con la consegna delle Costituzioni da parte del sindaco, sono stati festeggiati i ragazzi che quest'anno sono diventati maggiorenni.  E i ragazzi salesi del '94 hanno ascoltato la testimonianza diretta di chi, con una vita straziata dalla mafia, ha continuato ad impegnarsi per promuovere la legalità.
Alessia Frangipane, referente di «Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie» di Parma, ha spiegato: «i nomi di Libera, che è un insieme di associazioni, sono quelli delle oltre 900 vittime riconosciute di mafia e dei loro famigliari; portiamo avanti la memoria e l’impegno nella lotta contro tutte le mafie. I nuovi resistenti alle mafie sono tutti quelli che nel loro quotidiano fanno il loro dovere, non abbiamo bisogno di eroi ma di cittadini responsabili e come dice Don Ciotti, la Costituzione è il primo testo antimafia».
Alessia Frangipane ha introdotto così Margherita Asta, il cui racconto ha emozionato e anche indignato i presenti. Il 2 aprile 1985 la madre di Margherita, Barbara di 30 anni ed i suoi fratelli, i gemellini Giuseppe e Salvatore di 6 anni, furono vittime della strage di Pizzolungo, un attentato per uccidere il giudice Carlo Palermo, a Trapani.
La famiglia di Margherita si trovò a passare tra l’auto del giudice e l’autobomba.
«La mia storia fa comprendere che la mafia può colpire tutti. Mia madre stava portando i miei fratelli a scuola, sono morti perché si sono trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Io, che avevo 11 anni, mi sono salvata solo perché quel giorno andai a scuola con una vicina di casa, mio padre è morto nel 1993 e sono rimasta solo io a portare avanti la memoria. Raccontare questa storia serve ad aumentare l’esercito di gente che vuole la legalità».
 Amaro diventa il racconto quando Margherita parla dell’inchiesta. In primo e secondo grado erano stati condannati gli esecutori materiali della strage, ma la sentenza è stata cassata nel ’91 perché gli imputati non avrebbero commesso il fatto.
Nel 2002, dopo 17 anni, si è riaperto il processo ai mandanti della strage, e nel 2004, in primo grado sono stati condannati Balduccio Di Maggio, Vincenzo Virga e Totò Riina quali mandanti della strage.
«Rimangono molti lati oscuri sulle indagini, mia madre e i miei fratelli morirono per mano di esplosivo militare, chi lo fornì a Cosa Nostra? Il lutto è personale ma la giustizia riguarda tutti e non bisogna mollare, per rispetto dei morti e dei vivi ed invito voi giovani a non ascoltare ciò che si dice e ad innamorarvi della politica con la P maiuscola, ci sono persone per bene, a destra e a sinistra. Non impegnandosi e con il qualunquismo, si fa il gioco delle mafie e dei collusi».
 Emozionata, il sindaco Cristina Merusi ha detto ai ragazzi «ci affidiamo a voi, c’è bisogno anche del vostro aiuto. Come diceva Gaber libertà è partecipazione». L’assessore alle politiche giovanili Gabriele Carpena ha ammonito i neodiciottenni salesi:  «ogni ingiustizia che vi capita, arrabbiatevi!».
Dopo il momento della consegna delle Costituzioni la serata è proseguita con il tradizionale buffet organizzato dal comitato anziani di Sala Baganza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

La Massese resta piena di pericoli

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

incidenti

Borgotaro, quattro feriti in uno scontro camion-auto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Università

Cambiamento climatico: a Parma + 1,8° dagli anni '60 Video

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery