10°

20°

Provincia-Emilia

Parco Mazzini, giardino storico da preservare

Parco Mazzini, giardino storico da preservare
1

Maurizia Bonatti Bacchini
Passare davanti al complesso dell’hotel Milano, gettare uno sguardo rassegnato,  constatare che le finestre dell’edificio  lasciate aperte garantiranno un  veloce  degrado strutturale e accorgersi che sono scomparse perfino le belle statue che avevano la funzione di filtrare  il giardino dall’ingresso dell’edificio.
Come un turista che torna sui luoghi che gli avevano trasmesso emozioni, mi sono diretta al parco Mazzini per ritrovare le ultime  sculture allegoriche di quella sequenza che ornava i giardini di Salsomaggiore e che ora possono essere considerate il simbolo della rapina di charme e atmosfere a cui è sottoposta Salsomaggiore «all’insaputa» di tutti. La constatazione è desolante: le uniche sculture ornamentali rimaste tra i tanti manufatti in pietra e cemento che accentuavano le atmosfere liberty  sono in avanzatissimo stato di degrado come del resto tutto il giardino che conserva solo una esigua traccia di quell’impianto arboreo  lussureggiante, ricco di rimandi tra classicismo ed esotismo, che è stato il parco.
Già in passato mi sono rivolta alla città e ai suoi amministratori perché si preservi il giardino storico che è stato generatore della forma urbanistica e quindi fulcro della specificità di questa città termale, l’ho fatto anche con studi riconosciuti in ambito scientifico internazionale, volti a dimostrare il cuore verde di questo modello urbano e perciò un segno  identificativo della cultura termale.
Non sto a rifare la storia del grande parco che, progettato dall’architetto dei giardini reali di Torino, quando venne inaugurato nel 1917 fu dedicato a Margherita di Savoia. Nel tempo ha ceduto terreno all’edificazione e ha avuto la sua grave cesura nella costruzione dello stabilimento Zoja. Mi limito a constatare che oggi,  preso atto di quanto siano state ridotte le siepi topiarie, verso il laghetto addirittura  sostituite  con recinzioni che fanno assomigliare la zona a un pollaio, di come siano stati smantellati tratti di cordoli tufacei e perfino il chiosco-vespasiano di elegante impronta liberty,  di quanto appaia  ridimensionata l’area verde, ci si deve concentrare sulla zona del giardino all’italiana che potrebbe  recuperare l’identità estetica solo in virtù  del suo disegno ancora leggibile.
E’ scaduto il tempo per  prendere coscienza  di come questo paese  si fregia del titolo di «città termale» anche grazie alle opere di respiro monumentale realizzate nel primo Novecento. Per salvare ciò che resta del giardino all’italiana con il laghetto e la  zona orientaleggiante, per restituire dignità a questa particolare architettura  del verde urbano debitrice del gusto liberty si deve procedere secondo i principi  del restauro conservativo. Anche solo con un’azione all’anno, se mancano i mezzi finanziari per un intervento completo, e magari iniziare dal restauro delle statue allegoriche e delle  caratteristiche panchine a biscotto, dalla ricollocazione della fontana centrale, dal ripristino dei bossi  e delle figurazioni d’arte topiaria.
 Sono ormai noti all’opinione pubblica il sistema amministrativo e la prassi burocratica di procedere per grandi progetti. Probabilmente è questo il motivo per cui si sono abbandonate le azioni manutentive in attesa di  presentare costose progettazioni, convincendo la cittadinanza che di fronte al degrado si può intervenire per sostituire ciò che sembra  più difficile da recuperare.
Davvero un progetto ci vuole a Salsomaggiore, ma è un’idea, un pensiero culturale che non ha un costo iniziale, sarebbe un nuovo modo di procedere e di intendere la cultura come un grande valore, a partire dalla tutela e dalla trasmissione del patrimonio comune.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • michele

    02 Dicembre @ 12.43

    purtroppo salso di una volta non la rivivremo mai piu' c'e' solo da sperare che non si affondi piu' di quanto non si sia gia' affondati fino ad ora.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Parma

Coppini, sì del Consiglio all'iter per l'ampliamento della sede di strada Vallazza

La minoranza si divide fra astenuti e favorevoli

Gazzareporter

Strada Beneceto: raccolta... poco "differenziata"

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

1commento

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

LEGA PRO

Via alla prevendita dei biglietti per il derby Parma-Reggiana

tg parma

1° Maggio: presentati gli appuntamenti di Cgil, Cisl e Uil. Manca il concertone.. Video

Università

I volti dei cadaveri diventavano maschere: libro e mostra sullo studioso Lorenzo Tenchini

In un volume la collezione ottocentesca dell’anatomico dell’Ateneo di Parma. E a ottobre al Palazzo del Governatore la mostra. “La Fabrica dei Corpi. Dall’anatomia alla robotica”

Parma

Finto dipendente dell'acquedotto truffò un'anziana: condannato a 8 mesi

L'uomo era riuscito a farsi aprire la porta di casa e a prendere gioielli in oro per un valore di circa 10mila euro. a una 80enne

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport