Provincia-Emilia

Un branco di lupi uccide nove pecore a Bannone

Un branco di lupi uccide nove pecore a Bannone
6

Bianca Maria Sarti

Un branco di lupi ha ucciso nove pecore in un allevamento a Bannone, a soli 100 metri dalla pedemontana e a ridosso del centro abitato. Questa volta la conferma che si tratti di lupi e non di cani selvatici viene dalla testimonianza oculare di una donna di Bannone, che avrebbe visto cinque lupi aggirarsi nella zona dell’allevamento la mattina successiva l’attacco, e dall’analisi di un esperto, Mario Andreani, direttore sanitario Cras Pr2 Centro Referenza lupo Boschi di Carrega, che è intervenuto sul posto. «È molto probabile che si tratti di lupi - commenta Andreani -, sia per le testimonianze raccolte sia per il tipo di lesioni riscontrate sugli animali morti. Sappiamo che c’è, dal 2008, un branco che stanzia nella bassa Val d’Enza e gravita tra i comuni di Traversetolo, Neviano, Lesignano, Montechiarugolo, Montecchio e probabilmente nel versante reggiano dell’Enza. Non sappiamo quantificarli ma è plausibile che siano un numero da 5 a 8». 
I lupi hanno scavato per crearsi un passaggio sotto la siepe di metallo che proteggeva il gregge di 13 pecore che, da due anni, Dino Piovani aveva deciso di allevare. «Le pecore sono la mia passione da sempre - spiega Piovani -, dopo la pensione ho pensato di realizzare un piccolo allevamento amatoriale nel mio terreno, scegliendo solo pecore cornigliesi, oggi in via d’estinzione. In due anni sono passato da 5 a 13 pecore, ma ora ho perso due montoni (uno di 120 chili), un agnellino di un mese e 6 femmine, di cui molte gravide. Ho perso tutto. non ho dormito per una notte intera. Se solo avessi immaginato un rischio del genere le avrei protette». L’attacco dei lupi a quote così basse e vicino ai centri abitati è un’eventualità a cui molti allevatori amatoriali non sono preparati, ma devono attrezzarsi: «La situazione faunistica è molto diversa da 4 o 5 anni fa - spiega ancora Andreani - quello di Parma è stato tra i primi territori a riscontrare la presenza di lupi a quote basse, dove oggi sono presenti ungulati e mammiferi di grandi dimensioni. A rischio ci sono gli allevamenti ovi-caprini amatoriali che devono attrezzarsi con recinzioni elettrificate o più robuste». Nel caso dell’allevamento di Bannone l’area recintata è di circa 12 mila metri quadrati, i costi per adeguare le recinzioni sarebbero alti? «Sì - spiega il veterinario - ma la Provincia mette gratuitamente a disposizione di chi possiede i requisiti per richiederle delle recinzioni antilupo. Il consiglio è quello di custodire sempre il gregge con il cane da pastore e ricoverarlo durante la notte». 
Il signor Piovani avrà un indennizzo? «Sì - replica Andreani - ci sono fondi regionali erogati dalla Provincia ma ci vorrà almeno un anno». Ci sono pericoli per l’uomo, anche in un futuro in cui i lupi dovessero aumentare? «No - rassicura Andreani - il lupo ha meccanismi biologici autolimitanti, per cui la sua presenza rimane in equilibrio con le risorse disponibili sul territorio e non attacca mai l’uomo, anzi cerca in ogni modo di evitarlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Shunkakan

    15 Dicembre @ 01.37

    Io abito in montagna, ho delle capre e altri animali e a volte vedo qualche lupo: di notte tutti i miei animali stanno chiusi al sicuro nella stalla, di giorno sono protetti dai recinti e da me con i miei cani, che non li lascio mai incustoditi. Nessun animale selvatico mi ha mai recato danno. Gli unici che disturbano sono i cacciatori con i loro spari, le loro grida e la loro maleducazione: contro quelli non ci si può proprio fare niente? Per il sig. michele: ma lei che cosa beve? Veramente vede elicotteri volare a bassa quota lanciare sacchi di vipere? Io vivo in montagna da anni, lavoro nei boschi come taglialegna, sono stata guardia zoofila ma non ho mai visto niente del genere! E le assicuro che sono più tranquilla tra lupi e cinghiali che tra cacciatori armati che sparano a tutto quello che si muove oppure in mezzo a certi delinquenti che popolano ormai la città. Per Saggio: sei un grande!

    Rispondi

  • Jeko

    10 Dicembre @ 23.51

    Il lupo uccide UNA PREDA ALLA VOLTA e la mangia non la lascia li. Non fa stragi perche Sa che le altre prede gli serviranno per le prossime volte e perche uccidere 10 prede comporta un dispendio di energie che il lupo sa non essere vantaggioso. Una strage di pecore per di più lasciate lì è da ricondurre a cani domestici/randagi non a lupi. Ma finche si crederà che il lupo attacca l'uomo, continueremo a demonizzare un animale che all'uomo non farà mai nulla perche lo teme.

    Rispondi

  • jc

    07 Dicembre @ 21.08

    Caro Michele io di elicotteri che volano rasoterra ( tipo Apocalipse now) e che buttano sacchi pieni di vipere non ne ho mai visti ;se a te invece queste apparizioni succedono frequentemente ti sarei grato di documentarle con foto o con filmati....... In quanto ai lupi hanno diritto come qualsiasi specie animale di vivere liberamente nel proprio habitat e quindi di girare liberamente nei boschi. D'altronde se vai nella savana trovi i leoni,se vai in alcuni mari trovi pesci pericolosi,se vai in alcune montagne tovi gli orsi e i puma etc ,etc. Morale, vorresti allora eliminare tutte le specie animali pericolose per l'uomo???? Complimenti sei veramente da ammirare...

    Rispondi

  • michele

    07 Dicembre @ 06.57

    di saggio secondo me hai ben poco da quello che scrivi mi pare che nei boschi tu non ci sei mai stato.Le vipere vengono messe in un sacco e certamente non le buttano da 100 metri ma il piu' possibile vicino a terra e i lupi se proprio ci vogliono si possono mettere in stanza con i malviventi di cui hai parlato,in questo modo nessuno dei 2 e' piu' in circolazione e si risolvono 2 problemi in una volta sola.

    Rispondi

  • jc

    06 Dicembre @ 13.49

    Ma le vipere se le buttano dagli elicotteri si schiantano volpone.!!!!!! In quanto ai lupi meglio loro di tanti delinquenti che girano indisturbati nella nostra provincia

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

3commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

25commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video