-2°

Provincia-Emilia

Case a luci rosse "itineranti" nei paesi dell'Emilia-Romagna: denunciata maitresse cinese

Case a luci rosse "itineranti" nei paesi dell'Emilia-Romagna: denunciata maitresse cinese
6

SAN POLO D’ENZA - Appartamenti adibiti a case a luci rosse presi in affitto per poche settimane, in diversi paesini dell’Emilia-Romagna e probabilmente in altre regioni del Nord, scovati grazie alle inserzioni a pagamento sui principali quotidiani e a compiacenti prestanome che si intestavano i contratti di locazione. A mettere in piedi il meccanismo, prendendo ogni genere di precauzione, una 'maitresse" cinese scoperta dai Carabinieri di San Polo d’Enza, nel reggiano.
La donna – una cittadina cinese 40enne – è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. La "tenutaria" domiciliata in provincia di Ferrara – in concorso con un 45enne abitante a Milano e già indagato nell’ambito dell’inchiesta – gestiva lo sfruttamento della prostituzione in alcune province dell’Emilia-Romagna e probabilmente anche in realtà provinciali del Nord Italia.
Per "monetizzare" al massimo l’attività, la donna localizzava gli appartamenti da adibire a casa a luci rosse nei piccoli centri abitati in modo da non trovare troppa concorrenza. Nel solo appartamento di San Polo d’Enza, sequestrato dai Carabinieri, i militari hanno potuto verificare un'affluenza media, in pochi giorni, di oltre una cinquantina di clienti.
L'attività investigativa, avviata alla fine dello scorso mese di maggio, ha preso spunto dalle analisi delle inserzioni delle "ragazze" su alcuni quotidiani reggiani. Fingendosi un cliente, un militare dell'Arma ha contattato una prostituta fissando un appuntamento: una volta sul posto, una giovane cinese gli ha chiesto 100 euro in cambio di una prestazione sessuale. A quel punto il Carabiniere si è qualificato, consentendo in tal modo ai colleghi di intervenire per i controlli.
Oltre al sequestro dell’appartamento e alla denuncia per il reato di clandestinità della giovane prostituta sorpresa in casa, in prima battuta l’attività dei Carabinieri ha portato anche all’identificazione ed alla successiva denuncia di un 45enne che aveva preso in affitto l’appartamento. Il secondo passo, anche questo concluso con una denuncia, è stato quello di individuare la "maitresse".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CLAUDIO

    08 Dicembre @ 22.42

    Ma lasciatele fare, danno piacere e sollievo in un mondo da schifoso...........politica, crisi,lavoro queste in cambio di pochi soldi danno piacere Voi governatori, non date nulla ma volete un sacco di soldi Riaprite le case chiuse ipocriti moralisti, questa e la soluzione giusta e viene fatta da anni in Germania ,ma nessuno dice nulla contro di loro, perche non dovremmo farlo anche noi in Italia, io non ci vedo nulla di male e quelle povere donne, non sarebbero al freddo, sarebbero più al sicuro che sulla strada al riparo anche dai possibili delinquenti sfruttatori........ a quando una decisione seria e ponderata LIBERO OPINIONISTA OPINABILE

    Rispondi

  • gabriele

    08 Dicembre @ 19.04

    condivido a pieno le parole di Valter più sicurezza sanitaria e sociale meno schifo lungo le strade meno soldi alla malavita e più allo stato (incasserebbe i soldi di una manovra finanziaria senza contare quelli che risparmierebbe sulla sanità) e forze dell' ordine con qualche ora in più da dedicare ad altri problemi SE LO STATO E' DAVVERO LAICO E LA CHIESA CI TIENE DAVVERO ALLE SUE ANIME LA PROSTITUZIONE VA LEGALIZZATA

    Rispondi

  • Franco Bifani

    08 Dicembre @ 18.46

    Ma poveracia, quella cinese, voleva forse imtare le vicende di quella canzone di De Andrè, che lei chiamerebbe "Bocca di logia".

    Rispondi

  • francesco brundo

    08 Dicembre @ 15.45

    si può dire che fanno anche marketing ?

    Rispondi

  • VALTER

    08 Dicembre @ 15.20

    queste cose non succederebbero,se si legalizzasse la prostituzione in strutture adeguate,è fonte di grandi guadagni per la mafia e la malavita organizzata., in più ci sarebbe un controllo sanitario e un introito nelle casse dello stato enorme tutelando anche le prostitute.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017