14°

Provincia-Emilia

Mezzo chilo di hashish destinato a Parma e Reggio: arrestati due fornitori di pusher

Mezzo chilo di hashish destinato a Parma e Reggio: arrestati due fornitori di pusher
8

 Avevano scelto la piazza principale della frazione Caprara di Campegine come base operativa per dedicarsi allo spaccio di sostanze stupefacenti. Spaccio - stando al quantitativo di droga sequestrato - riservato non agli assuntori del paese ma ad altre persone che a loro volta l’avrebbero spacciato nella piazza reggiana e della provincia di Parma.

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri della Stazione di Castelnovo Sotto che, con l’accusa di concorso i detenzione ai fini d spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato i cittadini marocchini Omar Angad, 35enne residente a Sant’Ilario d’Enza, e Abdelillah Khay, 28enne domiciliato a Correggio, ristretti a disposizione della Procura reggiana titolare dell’inchiesta. Ai due, che questa mattina compariranno davanti al Tribunale di reggio Emilia, i Carabinieri di Castelnovo Sotto hanno sequestrato oltre mezzo chilo di hascish.

L’origine dei fatti risale alle 17.30 del 9 dicembre, quando una pattuglia della Stazione di Castelnovo Sotto, durante un servizio di controllo del territorio, transitando in Piazza Allende  a Caprara dihanno notato, ferma nel parcheggio di un bar, una Fiat Stilo con due sconosciuti a bordo che si mostravano accorti e circospetti nei movimenti. I Carabinieri hanno voluto approfondire la questione con il controllo dei due uomini, uno dei quali, ovvero quello seduto accanto al conducente, accortosi dell’avvicinarsi della pattuglia dei Carabinieri è sceso dall’auto nascondendo degli involucri nei pressi di una siepe poco lontana. Il gesto per quanto rapido è stato captato  dai carabinieri, che una volta raggiunti i due e dopo averli identificati, hanno recuperato quanto nascosto: 5 panetti di hascihc avvolti in cellophane trasparente, del peso complessivo di grammi 524. Dalla principale Piazza del paese alla Stazione dei carabinieri il passo è stato breve: i due alla luce della flagranza di reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti sono stati  arrestati. L’ipotesi dei carabinieri è che siano due importanti anelli di una catena ben più ampia: il loro ruolo sarebbe quello di cedere lo stupefacente non ai consumatori finali ma ad altri pusher che a loro volta avrebbero smerciato la droga tra le piazza di Reggio e Parma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fred

    11 Dicembre @ 13.11

    Dio benedica Israele!

    Rispondi

  • Giuio

    10 Dicembre @ 22.56

    Ma figuratevi se si abbatte la delinquenza e tutto quello che ruota attorno allo smercio di droga vendendo questa m....a nei negozi. Così avremo un mondo ancora più di sfattoni che circolano ancora più liberamente. Il primo punto è insegnare alla gente che si può fare a meno di questa robaccia, secondo che se uno si vuole drogare o strafare di droga lo faccia a casa sua e non si metta a circolare per strada, terzo che questi nullafacenti parassiti nordafricani feccia dell'umanità, che vivono di espedienti vadano ricacciati sulle loro sponde del mediterraneo, poichè se non spacciano droga vivranno di altri reati. L'italia va ripulita. Ringraziate di questo schifo quelli che oggi hanno ritirato il Nobel per la pace che senza chiedercelo ci hanno portati in questo letamaio di europa unita centralista e assolutista.

    Rispondi

  • Geronimo

    10 Dicembre @ 21.06

    Filippo cambierebbe poco, il commercio illegale a basso costo rimarrebbe e calerebbe pure la qualità con conseguenze ben peggiori sulla salute delle persone, ricordiamoci che spesso dietro una storia di droga c'è un motivo di debolezza. La soluzione sarebbe certezza della pena per gli spacciatori, un bel dieci anni che sia un grammo o 20 chili, da scontare interamente

    Rispondi

  • filippo

    10 Dicembre @ 19.28

    l'unico commento sensato e' quello di Cambogiano; effettivamente inserendo sostanze come Cannabis e derivati nei monopoli di stato, cosi' come si fa per i superalcoolici, a mio parere ben piu' dannosi di uno "spinello", si ridurrebbero questi fenomeni di spaccio clandestino e di immigrati senza lavoro...e una considerevole fonte di denaro andrebbe a risanare le casse dello stato.....un po' come si fa in altri paesi piu' civili di noi in europa....come al solito vedo i soliti commenti (aria fritta) di lettori (i soliti) che si ripresentano ad ogni occasione buona x criticare la sinistra( che forse nn sanno che a parma e in italia non governa ormai da molti anni)......vero clansman??

    Rispondi

  • the clansman

    10 Dicembre @ 17.07

    e dire che la sinistra ha sempre detto che i nordafricani sono solo pedine di altri...io ho l'impressione che per le droghe leggere siano monpolisti..dalla produzione marocco) al consumo ( i fessi che li arricchiscono)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

8commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia