10°

22°

Provincia-Emilia

Camorra, infiltrazioni in Emilia Romagna: 18 ordinanze di custodia

Ricevi gratis le news
4

BOLOGNA - I carabinieri stanno eseguendo nelle province di Rimini, Prato, Napoli e Caserta ordinanze di custodia cautelare – emesse dal Gip di Bologna su richiesta della Procura distrettuale antimafia – nei confronti di 18 persone indagate per associazione di tipo mafioso, estorsione, usura e tentato sequestro di persona a scopo di estorsione, aggravati dal metodo mafioso. Al centro delle indagini dei Ros le infiltrazioni in Emilia-Romagna della camorra casertana e napoletana.

Le attività di usura ed estorsione, secondo le indagini dei Ros che hanno portato all’operazione 'Vulcanò, erano compiute ai danni di imprenditori e commercianti locali, avvalendosi anche di agenzie di recupero crediti fittizie. I Cc hanno documentato continue minacce e intimidazioni alle vittime, costrette a intestarsi attività commerciali e imprenditoriali da utilizzare per commettere truffe a istituti di credito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    14 Dicembre @ 20.30

    mha! mi sembra strana una cosa del genere, lo spesso Maroni ministro dell'interno aveva detto che la mafia al nord non c'era. Saranno i soliti magistrati rossi che tirano fuori delle balle e perseguitano persone per bene.

    Rispondi

  • Giuio

    14 Dicembre @ 15.18

    L'italia è un paese fondao sulle mafie, sulle massonerie, sui segreti di stato, sui serivzi deviati e sulle tasse spremi cittadino. Non c'è MAI STATA LA VOLONTA' POLITICA DI SRADICARE QUESTE PIAGHE CHIAMATE MAFIE.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    14 Dicembre @ 10.51

    Luca ha fatto bene a ricordarla, ma la notizia era già stata pubblicata nei giorni scorsi

    Rispondi

  • Luca Cortesi

    14 Dicembre @ 10.47

    A proposito di camorrisiti nelle nostre zone: 1/12/2012 - Disastro ambientale (fonte: http://www.tuttoambiente.it/) Il boss della camorra Francesco Bidognetti, capo dell’omonima fazione del clan dei Casalesi, è ritenuto colpevole di disastro ambientale per aver avvelenato falde acquifere. Il camorrista, attualmente detenuto a Parma, ha ricevuto la notifica del provvedimento di custodia in carcere da parte della Dia di Napoli con il suddetto capo di imputazione. È stato infatti accertato un grave inquinamento della falda acquifera sottostante una discarica del Giuglianese, nel Napoletano, in cui venivano sversati scarti industriali provenienti prevalentemente dal Nord Italia, in particolare dall’Acna di Cengio. Le acque avvelenate venivano poi utilizzate per irrigare le colture e anche per scopi alimentari, non solo dalle popolazioni locali, ma anche da quelle residenti in zone extraprovinciali.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

UNIVERSITA'

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

di Katia Golini

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

4commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

7commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 il finalista del gruppo 8

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

2commenti

ITALIA/MONDO

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

iraq

Kirkuk, Trump: "Non ci schieriamo, non dovevamo stare lì"

SPORT

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel