17°

Provincia-Emilia

Camorra, infiltrazioni in Emilia Romagna: 18 ordinanze di custodia

4

BOLOGNA - I carabinieri stanno eseguendo nelle province di Rimini, Prato, Napoli e Caserta ordinanze di custodia cautelare – emesse dal Gip di Bologna su richiesta della Procura distrettuale antimafia – nei confronti di 18 persone indagate per associazione di tipo mafioso, estorsione, usura e tentato sequestro di persona a scopo di estorsione, aggravati dal metodo mafioso. Al centro delle indagini dei Ros le infiltrazioni in Emilia-Romagna della camorra casertana e napoletana.

Le attività di usura ed estorsione, secondo le indagini dei Ros che hanno portato all’operazione 'Vulcanò, erano compiute ai danni di imprenditori e commercianti locali, avvalendosi anche di agenzie di recupero crediti fittizie. I Cc hanno documentato continue minacce e intimidazioni alle vittime, costrette a intestarsi attività commerciali e imprenditoriali da utilizzare per commettere truffe a istituti di credito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    14 Dicembre @ 20.30

    mha! mi sembra strana una cosa del genere, lo spesso Maroni ministro dell'interno aveva detto che la mafia al nord non c'era. Saranno i soliti magistrati rossi che tirano fuori delle balle e perseguitano persone per bene.

    Rispondi

  • Giuio

    14 Dicembre @ 15.18

    L'italia è un paese fondao sulle mafie, sulle massonerie, sui segreti di stato, sui serivzi deviati e sulle tasse spremi cittadino. Non c'è MAI STATA LA VOLONTA' POLITICA DI SRADICARE QUESTE PIAGHE CHIAMATE MAFIE.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    14 Dicembre @ 10.51

    Luca ha fatto bene a ricordarla, ma la notizia era già stata pubblicata nei giorni scorsi

    Rispondi

  • Luca Cortesi

    14 Dicembre @ 10.47

    A proposito di camorrisiti nelle nostre zone: 1/12/2012 - Disastro ambientale (fonte: http://www.tuttoambiente.it/) Il boss della camorra Francesco Bidognetti, capo dell’omonima fazione del clan dei Casalesi, è ritenuto colpevole di disastro ambientale per aver avvelenato falde acquifere. Il camorrista, attualmente detenuto a Parma, ha ricevuto la notifica del provvedimento di custodia in carcere da parte della Dia di Napoli con il suddetto capo di imputazione. È stato infatti accertato un grave inquinamento della falda acquifera sottostante una discarica del Giuglianese, nel Napoletano, in cui venivano sversati scarti industriali provenienti prevalentemente dal Nord Italia, in particolare dall’Acna di Cengio. Le acque avvelenate venivano poi utilizzate per irrigare le colture e anche per scopi alimentari, non solo dalle popolazioni locali, ma anche da quelle residenti in zone extraprovinciali.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò

Fotografia

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò Foto

Le spose di Giulia & Jean Louis David

pgn

Le spose di Giulia & Jean Louis David Foto

Incidente, grave l’attore di Un posto al Sole Giuseppe De Rosa

napoli

Incidente, grave l’attore di Un posto al Sole Giuseppe De Rosa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa

VELLUTO ROSSO

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Violenza sessuale sulla moglie e maltrattamenti, anche davanti ai bimbi: condannato

Tribunale

Violenza sessuale sulla moglie e maltrattamenti, anche davanti ai bimbi: condannato

Quattro anni e due mesi per un romeno 39enne

bilancio partecipativo

Ecco gli 11 progetti dai consigli dei cittadini volontari che il Comune finanzierà

1commento

Carabinieri

Folle inseguimento nelle vie di Guastalla: recuperata Bmw rubata a Montechiarugolo

Era una "banda delle ville"?

1commento

Montechiarugolo

Il custode era in realtà il ladro: denunciato moldavo

1commento

Guardia di Finanza

Bancarotta: 165 immobili sequestrati, Parma coinvolta nell'indagine

Sono riconducibili a 25 persone collegate a Mario Di Raffaele, costruttore ed ex presidente del Pomezia Calcio

2commenti

via mazzini

Aggressione al banchetto della Lega: un patteggiamento

Degli altri due aggressori: un'assoluzione e un rinvio a giudizio

Parma

Straniera picchiata in strada, rifiuta l'aiuto di un'anziana e scappa

3commenti

foto dei lettori

Vasche pericolose nella ex-Star di Corcagnano

segnalazione

Sporcizia nei campetti di via Giulio Cesare

Parma

Il Forlì mette a disposizione dei tifosi un pullman gratuito

Lunedì il match al Tardini (ore 20.45)

Parma Calcio

Sebastian Frey al Museo del Parma: "E' favoloso" Video

Con lui, Angelo Manfredini

PARMA

Completata la pista ciclopedonale fra Gaione e il Campus Video

Parma

Vento in città: chiusi per alcune ore Parco Ducale e Cittadella

2commenti

JOINT VENTURE

La Pizzarotti sbarca in Australia

Montanara

Esche avvelenate: nuovo allarme

4commenti

tg parma

Zuffa tra un barista di via Repubblica e un trentenne, spunta una pistola

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quanto affetto per il grande Giorgio Torelli

IL CINEFILO

L'Oscar sbagliato, "la più grande farsa della storia del premio" Video

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

san casciano

Mostro di Firenze: è morto Pucci, ultimo compagno di merende

il caso

Biotestamento, la legge approderà alla Camera il 13 marzo

1commento

SOCIETA'

"esperimento"

Scambio di smartphone tra fidanzati: risate e imbarazzo

pazzo mondo

Gli oggetti (strani) sequestrati in aeroporto: perfino un fagiano morto

SPORT

CALCIO

Il Parma riprende l'allenamento. D'Aversa alle prese con gli infortuni Video

calcio e polemiche

Due rigori pro Juve, furia Napoli. Mazzocchi: "Inaccettabile" Video

1commento

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella del primo Suv del Biscione

PACK

Performance Line: la gamma DS sempre più esclusiva