Provincia-Emilia

Il sindaco di Felino: "Perchè il Consiglio comunale ha fermato l’impianto biogas a San Michele Tiorre"

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Partita nel marzo 2010 con la richiesta di costruzione di un impianto biogas in località San Michele Tiorre da parte di un’azienda agricola locale, l’annosa vicenda che da quasi tre anni coinvolge l’Amministrazione Comunale di Felino e che ha suscitato un ampio e animato dibattito, sia a livello istituzionale che nell’opinione pubblica, sembra giunta ad un punto di arrivo.
Con i voti di tutti i consiglieri comunali, ad eccezione degli esponenti di PDL- Lega Nord che hanno abbandonato l’aula al momento della votazione, nella seduta del 12 Dicembre del Consiglio Comunale di Felino sono state approvate le contro-deduzioni alle osservazioni pervenute relativamente al Piano di Sviluppo Aziendale (PSA) presentato dall’ “Azienda Agricola La Grande” ed è stato quindi bocciato il Piano di Sviluppo Aziendale presentato dalla ditta interessata per superare il diniego urbanistico espresso nel 2010 dall’Amministrazione Comunale di Felino. L’esito della votazione ha confermato quindi la proposta tecnica della Responsabile del Servizio Urbanistica e SUAP del Comune di Felino che non consente il superamento del parere urbanistico negativo del 2010 e non autorizza la ditta alla costruzione dell’impianto. La Delibera di Consiglio approvata ieri a Felino sarà quindi trasmessa allo SUAP dell’Unione Pedemontana Parmense, al quale fa capo la Conferenza dei Servizi, per il definitivo pronunciamento in merito alla realizzazione dell’impianto.

"L’iter autorizzativo dell’impianto biogas di San Michele Tiorre è stato un procedimento molto complesso e controverso che si è sviluppato in più fasi e che ha impegnato l’Amministrazione Comunale per quasi tre anni. Gli atti, i progetti tecnici, le valutazioni ed i pareri degli enti rispetto al progetto dell’impianto, messi a disposizione delle autorità competenti, dei consiglieri comunali e dei soggetti interessati nei modi e nei tempi previsti dalla legge, costituiscono documenti talvolta di difficile comprensione per i non addetti ai lavori in quanto trattano temi molto specifici, dal punto di vista legislativo, tecnico ed agronomico, rispetto ai quali si sono legittimamente espressi i competenti organi tecnici-istituzionali come Ausl, Arpa, Provincia e altri. Per questo ritengo di dover precisare che le difficoltà incontrate da alcuni esponenti della minoranza nel comprendere a fondo l’iter dell’impianto non debbano essere imputate alla carenza della documentazione, resa disponibile dagli uffici comunali ad ogni richiesta, bensì dalla complessità del tema", afferma il primo cittadino di Felino, Barbara Lori.
Avviato con una semplice Dichiarazione di inizio attività (DIA), il progetto di costruzione dell’impianto biogas a San Michele Tiorre subì fin dal principio una battuta d’arresto a seguito del parere urbanistico negativo emesso nel maggio 2010 dal Comune di Felino. Tale parere era motivato dal fatto che l’impianto risultava incompatibile con le norme urbanistiche vigenti nel Comune di Felino secondo le quali, per le aziende agricole già provviste di fabbricati, gli interventi di nuova costruzione devono essere realizzati in contiguità con il complesso esistente al fine di garantire un corretto uso del territorio agricolo.

Proprio a causa del diniego urbanistico del Comune di Felino, l’Azienda Agricola richiedente ha avviato nei confronti del Sindaco di Felino e della Responsabile del Servizio Urbanistica un ricorso con richiesta di risarcimento danni di svariati milioni di euro.
Nonostante le vicissitudini legali intervenute, il Comune di Felino ha continuato in questi anni a ribadire alcuni importanti aspetti delle norme comunali vigenti e anche la necessità di tutelare le produzioni tipiche - in particolare del Parmigiano Reggiano - dalle possibili minacce derivanti da impianti a biogas. Rispetto alle azioni intraprese dal Comune di Felino sul fronte del biogas, il Sindaco Lori ricorda che << i convincimenti dell’Amministrazione di Felino relativi alla necessità di un potenziamento legislativo della norma a tutela delle produzioni tipiche e della salvaguardia del territorio rispetto all’installazione di nuovi impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili - soprattutto biomasse e biogas – sono stati ripetutamente presentati sia nelle sedi istituzionali che in incontri pubblici (compresi quelli politici) e hanno infine trovato una sintesi nel documento inviato dall’Amministrazione Comunale di Felino alla Regione Emilia Romagna nella fase dei lavori di consultazione precedenti all’approvazione  della Delibera dell’Assemblea Legislativa n°51 del luglio 2011 per la tutela del Parmigiano Reggiano".
Le criticità riscontrate da alcuni enti nel corso della Conferenza dei Servizi rispetto al progetto dell’ impianto biogas proposto dall’Azienda Agricola La Grande ss – e che hanno motivato anche la decisione del Consiglio Comunale di Felino - vertono, in primis, su aspetti urbanistici ma anche ambientali e agronomici. In particolare, oltre all’incompatibilità urbanistica evidenziata dal Comune di Felino, la Giunta Provinciale con propria Delibera ha emesso un parere complessivamente negativo – recependo anche il parere negativo dell’AUSL e quello favorevole con prescrizioni dell’ARPA - rispetto alla Valutazione Ambientale Strategica mentre dall’analisi tecnico economica elaborata dal C.R.P.A. (Centro Ricerche Produzioni Animali) di Reggio Emilia sono emerse numerosi punti deboli nel Piano di Sviluppo Aziendale.
"Fin dall’inizio della vicenda, l’Amministrazione Comunale, nell’ambito delle proprie competenze, ha riscontrato forti criticità nel progetto dell’impianto sia dal punto di vista urbanistico che agricolo. Nonostante il contenzioso aperto dall’Azienda richiedente contro l’Amministrazione in seguito al diniego urbanistico, abbiamo comunque deciso di procedere su questa strada considerando la difesa delle produzioni tipiche una priorità e convinti che la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili possa e debba essere promossa dalle Amministrazioni solo se rispettosa e compatibile con le norme in primis, ma anche con le peculiarità produttive e paesaggistiche del territorio" conclude la Lori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

bologna

L'addio dei "suoi" artisti a Bibi Ballandi Foto

Va in vacanza, amici di Fb bisbocciano e rubano in casa, presi

varese

Gli amici vedono da Fb che è in vacanza e bisbocciano e rubano a casa sua

1commento

Dadaumpa: le serate Dadacita

FESTE PGN

Dadaumpa: le serate Dadacita Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Parma (inesistente) umiliato ad Empoli 4-0. I crociati crollano all'8° posto

Serie B

Parma umiliato ad Empoli 4-0 crolla all'8° posto. D'Aversa resta Risultati e classifica

D'Aversa: "Tutto gira storto. Dobbiamo stare zitti e lavorare" (Video)Grossi: "Parma disastroso" (Guarda il videocommento)

14commenti

gazzareporter

Polizia in via Cavour: nel mirino le baby gang Foto

4commenti

tg parma

Busseto: cinque ragazzini denunciati per furto e danneggiamenti

il caso

Forza Nuova in una sala civica, l'Anpi: "A rischio la collaborazione col Comune"

La nota del Comune: "Avremmo violato la normativa"

3commenti

maltempo

Allerta meteo, in arrivo pioggia e neve

incidente

Ciclista cade in una curva a Mulazzano: è grave

DROGA

Cinque spacciatori in manette: erano pronti a smerciare quattro etti di droga in città Video

4commenti

tg parma

Parma capitale della cultura, ecco cosa cambierà

Tutti i progetti della giunta per il 2020

I titolari di Pepèn

«Ci hanno lasciati soli, siamo amareggiati»

25commenti

sport e cucina

Lo chef Oldani celebra (con pasta Barilla) Federer n.1 al mondo Video: la ricetta

gemellaggio

Empoli e Parma, amici dal 1984: partita e spuntino tra tifosi

vigili del fuoco

Incendio a Medesano, in fiamme la mansarda di una palazzina Video

carabinieri

Ai domiciliari perchè perseguitava la ex, maltratta la mamma: arrestato

Mobile

In via Torelli la casa dei pusher dell'Oltretorrente

4commenti

commercio

Controlli in cucine e dispense: un altro locale con irregolarità

Salsomaggiore

Lancia 105 grammi di cocaina nel torrente Ghiara: ventenne arrestato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tutti uniti per il rilancio della città

di Claudio Rinaldi

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

ITALIA/MONDO

femminicidio

Uccise la bandante e gettò il cadavere nel Po, arrestato

movimento 5 stelle

Mancati versamenti, coinvolto anche un consigliere regionale emiliano

SPORT

GAZZAFUN

Empoli - Parma: fate le vostre pagelle

Tennis

Federer riscrive la storia: a 36 anni torna numero uno

SOCIETA'

piazza garibaldi

One Billion Rising: Flash Mob per i diritti delle Donne

il disco

50 anni di 2001: la musica secondo Kubrick

MOTORI

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto