-3°

Provincia-Emilia

Legambiente: Per Monte Ardone serve un Osservatorio diverso

Legambiente: Per Monte Ardone serve un Osservatorio diverso
0

In una lettera aperta, rivolta agli amministratori pubblici, il circolo di Fornovo di Legambiente traccia un bilancio dei due anni di presenza all'interno dell'Osservatorio ambientale sulla discarica di Monte Ardone.

La lettera
«La discarica di Monte Ardone è un impianto molto particolare, oltre alle note criticità relative alla sua collocazione, ha la caratteristica di accogliere rifiuti di tipologia speciale senza alcun vincolo territoriale - inizia la lettera -. Questi rifiuti sono principalmente sotto forma di fanghi derivanti da processi industriali e provengono anche da lontano, spesso da fuori regione. L’autorizzazione prevede che i rifiuti debbano essere non pericolosi. La loro non pericolosità si fonda talvolta sul fatto che debbano avere concentrazioni di inquinanti inferiori ad una certa soglia».

«Discarica privata» 
 «La discarica non ha alcuna funzione pubblica ma è un attività del tutto privata. All’amministrazione pubblica competono le autorizzazioni, i controlli, le verifiche. Al Comune di Fornovo viene corrisposto un indennizzo per ristoro ambientale. Questo scenario impone che vi sia da parte degli organismi di controllo una forte attenzione sul funzionamento dell’impianto e sui conferimenti del materiale».

«L'Osservatorio e la sua funzione» 
 «Per rendere questi meccanismi più trasparenti e partecipati è stato istituito un Osservatorio ambientale. Lo scopo principale dell’Osservatorio dovrebbe essere consultivo e propositivo verso le pubbliche amministrazioni deputate al controllo oltreché di interfaccia nei confronti della cittadinanza. In questo organismo sono infatti rappresentate le pubbliche amministrazioni, le forze politiche e le associazioni ambientaliste».

«Osservatorio da rivedere»
«Dopo oltre due anni di presenza all’interno dell’Osservatorio dobbiamo rilevare con rammarico che la sua utilità è stata davvero scarsa. Chiediamo con forza che vengano messi a punto quei correttivi che abbiamo proposto fin dalle prime riunioni: l’Osservatorio deve diventare un organismo aperto e pubblico, non – come è stato finora - una riunione a porte chiuse disciplinata da rigide regole che vietano persino la divulgazione dei verbali. Ci deve essere un luogo – un sito internet – dove vengono pubblicate in modo chiaro le informazioni di pubblica utilità sul funzionamento dell’impianto; l’Osservatorio deve essere convocato dal Comune di Fornovo con regolarità, almeno ogni tre mesi e deve essere informato ogni volta che si verifica qualche evento straordinario. Nel 2012 si è tenuta un'unica riunione nel mese di marzo; l’Osservatorio deve avere accesso alle informazioni in modo celere e completo; l’Osservatorio deve essere un vero luogo di confronto e di proposta e non un momento per la semplice presa d’atto di decisioni già prese».

«Più vicino ai cittadini»
«Pensiamo che ai cittadini non serva un osservatorio come quello che c’è stato finora. L’Osservatorio ambientale deve essere pubblico e potenziato come vero luogo di confronto e di proposta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Libri e dischi, non si sbaglia mai: la cultura è sotto l’albero

REGALI DI NATALE 2016

Scopri il regalo giusto per il tuo lui

Lealtrenotizie

Ladri scatenati in città: un ponte di furti

allarme

Ladri scatenati in città: un ponte di furti

1commento

Torrile

Abusava della cuginetta di 9 anni e della nipote di 13: condannato

5commenti

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

5commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

roccabianca

Tamponamento e frontale sul ponte Verdi: due feriti, uno è grave Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

lega pro

Il Parma non si ferma: è già al lavoro per il Teramo Video

vigili del fuoco

Garage in fiamme a Sissa

Comune

Bilancio: tutti gli interventi previsti nel 2017 assessorato per assessorato

1commento

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

3commenti

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

2commenti

San Secondo

Addio a Gardelli, giocò nella Juve e nella Lazio

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

STRAJE'

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

Duri esami in inglese e tedesco e tecniche innovative in Svizzera: ecco l'esperienza di una 28enne di Roccabianca

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

SERIE A

Roma, accolto il ricorso: tolta la qualifica a Strootman

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

in pillole

Ford Kuga:
il facelift