14°

Provincia-Emilia

Don Reverberi - In paese non ci crede nessuno: "Ha fatto del bene a tanta gente"

Don Reverberi - In paese non ci crede nessuno: "Ha fatto del bene a tanta gente"
0

SORBOLO
Pierpaolo Cavatorti
Incredulità e sconcerto in paese. La notizia per cui don Franco Reverberi sia un criminale ricercato dall’Interpol desta quello stupore di chi mai avrebbe potuto pensare ad una storia simile.
Una persona stimata don Franco, tornato come una benedizione a Sorbolo rendendosi subito prezioso per l’aiuto agli altri sacerdoti del territorio, don Ermenegildo Pesci e don Giuseppe Montali. Ancora più prezioso dopo la morte di don Franco Dioni, avvenuta la scorsa estate: da allora la celebrazione della messa nella parrocchia di Enzano e nella parrocchia di Casaltone, è stata quasi sempre appannaggio del sacerdote sorbolese, cresciuto fin da bambino in Argentina.
La notizia che vuole don Franco Reverberi implicato nelle torture contro i dissidenti al regime di Videla, sembra a tutti i sorbolesi ed in particolare alle persone a lui più vicine, uno scherzo grottesco.
Non vuole credere alla notizia Flavio Rizzi, presidente e coordinatore dei «Balòss», circolo Anspi di Coenzo, legato a don Franco da anni di collaborazione ed amicizia. Il sacerdote italo-argentino tutti gli anni veniva in Italia per ritrovare amici e parenti, occasione sempre per svolgere le proprie funzioni sacerdotali tra i «suoi» del paese.
«Sto apprendendole notizie poco alla volta - dice Rizzi - e mi sembra veramente una notizia che ha dell’incredibile. Conosco don Reverberi da moltissimi anni e con lui ho sempre avuto un rapporto ottimo. Don Franco, con la quale teniamo tutti i mercoledì incontri di preghiera, è un uomo di grande disponibilità. E’ sempre stato pronto a qualsiasi servizio pastorale. Basti pensare che da quando è qui a Sorbolo in pianta stabile, celebra messa tutti i giorni, aiutando i sacerdoti sorbolesi. E’ più di un anno e mezzo qui da noi, poiché a causa di alcuni problemi cardiaci gli è stato vivamente sconsigliato affrontare trasvolate così impegnative. Progettava - conclude il presidente Rizzi - di ritornare in Argentina la prossima primavera».
Don Franco Reverberi, classe 1937, emigrò in Sudamerica nel primo dopoguerra insieme alla famiglia.
Presi i voti sacerdotali proprio in Argentina, don Reverberi esercitava nella provincia di San Rafael, nella regione di Mendoza a più di mille chilometri da Buenos Aires.
«Don Franco era parroco in un area di quasi trecento chilometri quadrati - dice Attilio Reverberi, primo cugino con don Franco - e mi risulta abbia fatto un gran bene a molta gente. Una testimonianza del cuore di mio cugino è stata l’adozione di due ragazzi della zona, orfani di genitori e parenti. Don Franco li ha accuditi e cresciuti, ora questi ragazzi sono sposati e hanno una famiglia a loro volta e a loro Franco ha lasciato la casa in cui abitano. Sapevo - continua Attilio Reverberi - che don Franco faceva catechismo ai detenuti del carcere di San Rafael, un compito assegnatogli dal vescovo della provincia. Mi sembra veramente una cosa fuori dal mondo Franco possa aver partecipato o coperto simili atrocità».
Attilio non ricorda con certezza gli anni in cui don Franco Reverberi fosse cappellano militare, ma anche a lui sembra di ricordare che le date coincidessero con i primi anni ’80.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noe': "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

9commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv