-1°

Provincia-Emilia

Ferrarini, una vita con la Volontaria

Ferrarini, una vita con la Volontaria
0

 Gian Franco Carletti

Giovanni Ferrarini, un «veterano» alla Pubblica. Nel corso di una semplice ma significativa cerimonia l’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala e Felino gli ha infatti consegnato il riconoscimento istituzionale alla carriera, una prassi consueta per i militi che compiono 75 anni e diventano appunto i veterani dell'associazione. 
Ferrarini è il secondo «veterano» della Pubblica. L'altro è Arnaldo Belli, anche lui premiato  nel corso di una analoga cerimonia svoltasi qualche tempo fa. Entrambi non  potranno più essere soccorritori, ma resteranno all'interno della Volontaria con gli stessi diritti degli altri militi. 
La vita di  Giovanni Ferrarini è intimamente legata all'Assistenza Volontaria. 
A Collecchio ha effettuato la sua prima uscita in ambulanza il 16 settembre del 1973, prima ancora che nascesse l’associazione collecchiese, tenuta a battesimo nel dicembre 1973.  
E’ stato quindi uno dei fondatori del sodalizio locale; è stato milite, consigliere, e comandante; ha lavorato nella Protezione civile;  ha anche contribuito in prima persona alla costruzione dell’attuale sede di Via Rosselli; e in quarant'anni ha effettuato ben 131 donazioni nell'Avis Collecchio.
Il volontariato è una parte integrale della sua vita: «mi ha portato ad impegnare il mio tempo libero sacrificando anche la famiglia, ma le soddisfazioni non sono mancate. L’Assistenza Volontaria ti prende molto, ma ti dà la soddisfazione di poter aiutare gli altri e la riconoscenza da parte di chi hai aiutato ti ripaga di tutti i sacrifici fatti».
La Pubblica lo ha ringraziato perchè «è stato uno dei primi che ha creduto nella scommessa della Volontaria». Lo ha sottolineato il presidente Roberto Carvin: «Gianni ha vissuto tutta la nostra vita associativa in prima linea: come memoria storica è importante che rimanga all'interno della nostra associazione».  
Fondatore Giovanni Ferrarini, e fondatore anche chi lo ha premiato: Corrado Cavazzini, uno tra i firmatari dell’atto costitutivo, «orgoglioso di essere fra i fondatori di questa questa realtà che si è allargata col tempo e fornisce un contributo enorme al territorio».  
Per Cavazzini, e dunque anche per Ferrarini, la nascita del sodalizio nel 1973 «era il sogno poi realizzato  di mettere a regime un'istituzione che potesse fornire al nostro territorio un servizio necessario. Allora vi erano pochi mezzi, ma allora come adesso l’impegno notevole dei militi era la forza in più dell'associazione». 
Ferrarini rappresenta dunque «un esempio da tramandare alle giovani generazioni»: parola dell'assessore alla sanità Marco Boselli. E anche il simbolo di «un'associazione fatta di persone che mettono il loro impegno al servizio degli altri»: parola dell'assessore ai lavori pubblici Franco Ceccarini.
Un uomo felice, Giovanni Ferrarini. Felice di questi anni trascorsi con la divisa della Volontaria. Felice «quando le persone che ho aiutato mi hanno ringraziato». Felice di poter dire ai giovani militi: «quando diventerete veterani come me sarà enorme la vostra soddisfazione di avere lavorato per gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria