Provincia-Emilia

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti
2

Una provincia virtuosa che continua a incrementare la raccolta differenziata e che comincia a ridurre la quantità di rifiuti prodotta. E’ sostanzialmente questo il quadro che emerge dal report provinciale presentato oggi nella sede della Provincia e relativo ai dati 2011.
Una ricerca curata dall’Osservatorio provinciale per la gestione dei rifiuti in collaborazione con Arpa a cui fa da sfondo il complessivo rapporto regionale presentato a fine anno. E se è pur vero che anche in Emilia Romagna si producono meno rifiuti (-2,9% sul 2010) e si differenzia di più ( 52,9%, + 2,5% sul 2010) la nostra Provincia concorre a pieno titolo per il raggiungimento di quel risultato.
Tre i dati forti del rapporto: la riduzione della produzione dei rifiuti (-2,8% a fronte di un aumento della popolazione del 0,7%), la riduzione della quantità dei rifiuti avviati a smaltimento (- 10%), l’aumento della differenziata del 3,4% rispetto al 2010.
“Dati di eccellenza a livello regionale e anche nazionale, la prova di un impegno del territorio” – ha spiegato l’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani a commento del rapporto presentato da Lorenzo Frattini, funzionario del Servizio Ambiente della Provincia. Un risultato che sarebbe potuto essere migliore se il comune di Parma avesse avuto una performance più alta sulla differenziata. “Parma è penultima fra i capoluoghi di Provincia e quindi la media generale pur essendo importante non è quella che potrebbe essere se il comune avesse fatto  nel tempo le azioni previste dal piano rifiuti – osserva l’assessore -  Noi abbiamo motivo di vanto da questo risultato perché avere 21 comuni che superano  il 70% di cui 10 oltre l’80% non ha eguali. E’ la prova di un impegno collettivo nato dalla pianificazione provinciale  che ha visto i comuni e i cittadini lavorare insieme per un obiettivo di civiltà. Questo non elimina il problema dei rifiuti perché si raccoglie tanto ma dobbiamo continuare a raccogliere e soprattutto a recuperare, ma non si raccoglie tutto. Per questo abbiamo previsto di smaltire la parte residua attraverso un trattamento termico, come avverrà con l’impianto che si sta realizzando, così come dicono le norme europee con cui siamo allineati, e fanno i paesi europei più avanzati”.
Sulla data di accensione dell’impianto Castellani rispondendo ad una domanda della stampa ha precisato che : “Iren ad oggi non ha ancora comunicato alla Provincia che l’impianto è pronto per essere attivato dopo di che gli enti che hanno partecipato alla conferenza dei servizi, (una ventina) e che hanno dato tutti parere positivo, dovranno riunirsi per esprimersi sulla conformità di quanto realizzato con quanto autorizzato. Al momento non vi sono date e tocca evidentemente  all’autorità competente fissarle, una volta verificato che tutto quanto sia in ordine, così come previsto, nell’interesse generale e con un percorso trasparente”. 

Il rapporto
Il trend positivo della raccolta differenziata prosegue, passando dal 56,6% del 2010 al 59,7% del 2011 (media provinciale). Il bacino territoriale più virtuoso risulta essere quello della Bassa Parmense (74,7) seguita dalla Pedemontana (73,2%).
Sono 21 i Comuni che superano a livello provinciale la soglia del 70%, e di questi ben 11 guidano la classifica dei primi 20 nella Regione, una hit all’insegna del Parmense in quanto a parte 4 comuni, compaiono solo nostre realtà. Sempre per quanto riguarda i primati, Fidenza ( 68,8%) è al secondo posto fra i comuni con più di 25mila abitanti mentre Parma città con il 48,5% è al 22esimo posto, penultima città capoluogo della regione.
Il Comune più virtuoso del Parmense continua a essere Soragna, che ha ulteriormente migliorato i suoi dati (85,7%). Conquistano il podio anche Traversetolo (81,9%) e Felino (81,8%) poi via via  Trecasali (81,4%), Polesine (81,3%), Roccabianca (81,2%), San Secondo (81,2%),  Zibello (80,7%), Sala Baganza (80,2%), Montechiarugolo (80,1%), Sissa (78,1%), Busseto (77,8%), Noceto (77,4%), Lesignano (77,2%), Mezzani (76,5%), Collecchio (75,9%), Fontevivo (74,5%), Sorbolo (74%), Colorno (72,5%), Fontanellato (71,8%), Torrile (71,6%).

Il sistema porta a porta
Alla base degli obiettivi raggiunti c’è un lavoro di squadra: della Provincia, dei Comuni e dei cittadini. In particolare nella differenziata si conferma  l’efficacia del  sistema di raccolta porta a porta, progressivamente esteso. A partite nel 2005 anche grazie alle scelte operate dal Piano provinciale di gestione rifiuti (Ppgr), le raccolte domiciliari sono arrivate nel 2010 a toccare 26 comuni del territorio (per un totale di 225.000 abitanti) e in previsione per il 2013 c’è l’estensione delle raccolte domiciliari  a Tizzano, Monchio, Palanzano e Fornovo oltre a quello di Parma città avviato di recente. Fra gli obiettivi di quest’anno della Provincia c’è anche l’introduzione dopo Felino, del sistema di tariffazione puntale a Sorbolo, Mezzani Medesano e Colorno.

Lo smatimento
Sul fonte dello smaltimento invece non ci sono novità rilevanti. Nel 2011 nel Parmense sono stati prodotti rifiuti urbani per 260.200 tonnellate e la quota di rifiuti per abitante è diminuita passando a 585 kg/a, contro i 605 del 2010.
Del totale dei rifiuti prodotti, 108.700 tonnellate sono andate a smaltimento e 151.500 tonnellate alla raccolta differenziata.
Per quanto riguarda il destino finale dei rifiuti indifferenziati, nulla è stato smaltito in provincia di Parma: la quota di rifiuto “secco” uscita dai due impianti di preselezione di cui ci si serve per l’indifferenziato (Enia e Comunità montana Ovest) è stata inviata nella grandissima parte agli inceneritori presenti in regione e nello specifico: Piacenza (12.800t), Reggio (7.100t), Modena (3.700t) e Bologna (1.700t). Utilizzate anche le discariche di Poiatica (20.700t) e Novellara (5.800t).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ettore

    05 Gennaio @ 02.19

    Dai dati della raccolta differenziata emerge la criticità del capoluogo,ultima città in regione,i grillini invece di gridare sul forno dovrebbero protestare contro l'inerzia dei propri rappresentanti In comune

    Rispondi

  • Moooo

    04 Gennaio @ 17.09

    In questi risultati tanto positivi sono contemplati i rifiuti abbandonati sempre più spesso a lato delle provinciali, un esempio virtuoso: la nuovissima discarica nei pressi del ponte in località Mamiano.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il "balletto" del ghiaccio di Montreal

doctor web

Montreal, ecco cosa succede se la strada si può solo... pattinare Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Incornato da un toro: grave allevatore

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Matricole

Università, aumentano gli iscritti a Parma: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

3commenti

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

27commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

4commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

tg parma

Festival Verdi: a rischio il finanziamento Video

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio

Da venerdì 9 dicembre a domenica 8 gennaio tornano le iniziative del Cinefotoclub

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video