10°

22°

Provincia-Emilia

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti
Ricevi gratis le news
2

Una provincia virtuosa che continua a incrementare la raccolta differenziata e che comincia a ridurre la quantità di rifiuti prodotta. E’ sostanzialmente questo il quadro che emerge dal report provinciale presentato oggi nella sede della Provincia e relativo ai dati 2011.
Una ricerca curata dall’Osservatorio provinciale per la gestione dei rifiuti in collaborazione con Arpa a cui fa da sfondo il complessivo rapporto regionale presentato a fine anno. E se è pur vero che anche in Emilia Romagna si producono meno rifiuti (-2,9% sul 2010) e si differenzia di più ( 52,9%, + 2,5% sul 2010) la nostra Provincia concorre a pieno titolo per il raggiungimento di quel risultato.
Tre i dati forti del rapporto: la riduzione della produzione dei rifiuti (-2,8% a fronte di un aumento della popolazione del 0,7%), la riduzione della quantità dei rifiuti avviati a smaltimento (- 10%), l’aumento della differenziata del 3,4% rispetto al 2010.
“Dati di eccellenza a livello regionale e anche nazionale, la prova di un impegno del territorio” – ha spiegato l’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani a commento del rapporto presentato da Lorenzo Frattini, funzionario del Servizio Ambiente della Provincia. Un risultato che sarebbe potuto essere migliore se il comune di Parma avesse avuto una performance più alta sulla differenziata. “Parma è penultima fra i capoluoghi di Provincia e quindi la media generale pur essendo importante non è quella che potrebbe essere se il comune avesse fatto  nel tempo le azioni previste dal piano rifiuti – osserva l’assessore -  Noi abbiamo motivo di vanto da questo risultato perché avere 21 comuni che superano  il 70% di cui 10 oltre l’80% non ha eguali. E’ la prova di un impegno collettivo nato dalla pianificazione provinciale  che ha visto i comuni e i cittadini lavorare insieme per un obiettivo di civiltà. Questo non elimina il problema dei rifiuti perché si raccoglie tanto ma dobbiamo continuare a raccogliere e soprattutto a recuperare, ma non si raccoglie tutto. Per questo abbiamo previsto di smaltire la parte residua attraverso un trattamento termico, come avverrà con l’impianto che si sta realizzando, così come dicono le norme europee con cui siamo allineati, e fanno i paesi europei più avanzati”.
Sulla data di accensione dell’impianto Castellani rispondendo ad una domanda della stampa ha precisato che : “Iren ad oggi non ha ancora comunicato alla Provincia che l’impianto è pronto per essere attivato dopo di che gli enti che hanno partecipato alla conferenza dei servizi, (una ventina) e che hanno dato tutti parere positivo, dovranno riunirsi per esprimersi sulla conformità di quanto realizzato con quanto autorizzato. Al momento non vi sono date e tocca evidentemente  all’autorità competente fissarle, una volta verificato che tutto quanto sia in ordine, così come previsto, nell’interesse generale e con un percorso trasparente”. 

Il rapporto
Il trend positivo della raccolta differenziata prosegue, passando dal 56,6% del 2010 al 59,7% del 2011 (media provinciale). Il bacino territoriale più virtuoso risulta essere quello della Bassa Parmense (74,7) seguita dalla Pedemontana (73,2%).
Sono 21 i Comuni che superano a livello provinciale la soglia del 70%, e di questi ben 11 guidano la classifica dei primi 20 nella Regione, una hit all’insegna del Parmense in quanto a parte 4 comuni, compaiono solo nostre realtà. Sempre per quanto riguarda i primati, Fidenza ( 68,8%) è al secondo posto fra i comuni con più di 25mila abitanti mentre Parma città con il 48,5% è al 22esimo posto, penultima città capoluogo della regione.
Il Comune più virtuoso del Parmense continua a essere Soragna, che ha ulteriormente migliorato i suoi dati (85,7%). Conquistano il podio anche Traversetolo (81,9%) e Felino (81,8%) poi via via  Trecasali (81,4%), Polesine (81,3%), Roccabianca (81,2%), San Secondo (81,2%),  Zibello (80,7%), Sala Baganza (80,2%), Montechiarugolo (80,1%), Sissa (78,1%), Busseto (77,8%), Noceto (77,4%), Lesignano (77,2%), Mezzani (76,5%), Collecchio (75,9%), Fontevivo (74,5%), Sorbolo (74%), Colorno (72,5%), Fontanellato (71,8%), Torrile (71,6%).

Il sistema porta a porta
Alla base degli obiettivi raggiunti c’è un lavoro di squadra: della Provincia, dei Comuni e dei cittadini. In particolare nella differenziata si conferma  l’efficacia del  sistema di raccolta porta a porta, progressivamente esteso. A partite nel 2005 anche grazie alle scelte operate dal Piano provinciale di gestione rifiuti (Ppgr), le raccolte domiciliari sono arrivate nel 2010 a toccare 26 comuni del territorio (per un totale di 225.000 abitanti) e in previsione per il 2013 c’è l’estensione delle raccolte domiciliari  a Tizzano, Monchio, Palanzano e Fornovo oltre a quello di Parma città avviato di recente. Fra gli obiettivi di quest’anno della Provincia c’è anche l’introduzione dopo Felino, del sistema di tariffazione puntale a Sorbolo, Mezzani Medesano e Colorno.

Lo smatimento
Sul fonte dello smaltimento invece non ci sono novità rilevanti. Nel 2011 nel Parmense sono stati prodotti rifiuti urbani per 260.200 tonnellate e la quota di rifiuti per abitante è diminuita passando a 585 kg/a, contro i 605 del 2010.
Del totale dei rifiuti prodotti, 108.700 tonnellate sono andate a smaltimento e 151.500 tonnellate alla raccolta differenziata.
Per quanto riguarda il destino finale dei rifiuti indifferenziati, nulla è stato smaltito in provincia di Parma: la quota di rifiuto “secco” uscita dai due impianti di preselezione di cui ci si serve per l’indifferenziato (Enia e Comunità montana Ovest) è stata inviata nella grandissima parte agli inceneritori presenti in regione e nello specifico: Piacenza (12.800t), Reggio (7.100t), Modena (3.700t) e Bologna (1.700t). Utilizzate anche le discariche di Poiatica (20.700t) e Novellara (5.800t).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ettore

    05 Gennaio @ 02.19

    Dai dati della raccolta differenziata emerge la criticità del capoluogo,ultima città in regione,i grillini invece di gridare sul forno dovrebbero protestare contro l'inerzia dei propri rappresentanti In comune

    Rispondi

  • Moooo

    04 Gennaio @ 17.09

    In questi risultati tanto positivi sono contemplati i rifiuti abbandonati sempre più spesso a lato delle provinciali, un esempio virtuoso: la nuovissima discarica nei pressi del ponte in località Mamiano.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Oscar: è A ciambra il candidato italiano

cinema

E' "A ciambra" il candidato italiano agli Oscar

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata

gossip reale

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

incidente ambulanza

PARMA

Moletolo e Botteghino: due investiti in poche ore

Scontro auto-bici a Botteghino: un ferito. Davanti alla Overmach, dirigente dell'azienda investito da un'auto

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

1commento

Furto

Ennesimo raid al centro diurno Fiordaliso

CROCETTA

Scontro in via Emilia Ovest

PARMA

Foto in vendita a Mercanteinfiera per aiutare Giocamico Video

Francesca Bocchia spiega i dettagli dell'iniziativa al padiglione 4 della fiera

boretto

La sorella di Bebe Brown: «Ancora troppi misteri sulla sua morte»

Sabato 7 ottobre il funerale

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

CANTIERI

Tangenziale Sud di Fidenza: iniziati i lavori

COLORNO

Ponte inagibile e treni insufficienti

1commento

L'INTERVISTA

Tajani: «Candidarmi? No, il mio posto è a Bruxelles»

Volontariato

Assistenza pubblica, numeri da record

UPI

Giovanni Baroni è nuovo presidente
della Piccola Industria di Confindustria Emilia-Romagna

FACCIA A FACCIA

Ateneo al voto, candidati a confronto

CARABINIERI

Entrano i ladri, donna finge di dormire per paura di violenze: arrestato 32enne di Sorbolo Video

Arrestato a Reggio Emilia un albanese che abita nel paese della Bassa. I due complici sono riusciti a fuggire

4commenti

COLLECCHIO

Gli agenti fermano un camionista ubriaco e scoprono una storia di sfruttamento 

Un 48enne romeno è stato multato e gli è stata ritirata la patente. Lavora in condizioni molto dure e per pochi soldi per un'agenzia intestata a un italiano

5commenti

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

'Ndrangheta, maxi-operazione in Lombardia: anche un sindaco fra i 27 arrestati

PIACENZA

Colpita da un ramo tagliato dal marito: muore una 70enne

SPORT

serie B

Verso la Salernitana: il Parma già al lavoro a Collecchio Video

1commento

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery