15°

Provincia-Emilia

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti

Provincia di Parma: più differenziata, meno rifiuti
2

Una provincia virtuosa che continua a incrementare la raccolta differenziata e che comincia a ridurre la quantità di rifiuti prodotta. E’ sostanzialmente questo il quadro che emerge dal report provinciale presentato oggi nella sede della Provincia e relativo ai dati 2011.
Una ricerca curata dall’Osservatorio provinciale per la gestione dei rifiuti in collaborazione con Arpa a cui fa da sfondo il complessivo rapporto regionale presentato a fine anno. E se è pur vero che anche in Emilia Romagna si producono meno rifiuti (-2,9% sul 2010) e si differenzia di più ( 52,9%, + 2,5% sul 2010) la nostra Provincia concorre a pieno titolo per il raggiungimento di quel risultato.
Tre i dati forti del rapporto: la riduzione della produzione dei rifiuti (-2,8% a fronte di un aumento della popolazione del 0,7%), la riduzione della quantità dei rifiuti avviati a smaltimento (- 10%), l’aumento della differenziata del 3,4% rispetto al 2010.
“Dati di eccellenza a livello regionale e anche nazionale, la prova di un impegno del territorio” – ha spiegato l’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani a commento del rapporto presentato da Lorenzo Frattini, funzionario del Servizio Ambiente della Provincia. Un risultato che sarebbe potuto essere migliore se il comune di Parma avesse avuto una performance più alta sulla differenziata. “Parma è penultima fra i capoluoghi di Provincia e quindi la media generale pur essendo importante non è quella che potrebbe essere se il comune avesse fatto  nel tempo le azioni previste dal piano rifiuti – osserva l’assessore -  Noi abbiamo motivo di vanto da questo risultato perché avere 21 comuni che superano  il 70% di cui 10 oltre l’80% non ha eguali. E’ la prova di un impegno collettivo nato dalla pianificazione provinciale  che ha visto i comuni e i cittadini lavorare insieme per un obiettivo di civiltà. Questo non elimina il problema dei rifiuti perché si raccoglie tanto ma dobbiamo continuare a raccogliere e soprattutto a recuperare, ma non si raccoglie tutto. Per questo abbiamo previsto di smaltire la parte residua attraverso un trattamento termico, come avverrà con l’impianto che si sta realizzando, così come dicono le norme europee con cui siamo allineati, e fanno i paesi europei più avanzati”.
Sulla data di accensione dell’impianto Castellani rispondendo ad una domanda della stampa ha precisato che : “Iren ad oggi non ha ancora comunicato alla Provincia che l’impianto è pronto per essere attivato dopo di che gli enti che hanno partecipato alla conferenza dei servizi, (una ventina) e che hanno dato tutti parere positivo, dovranno riunirsi per esprimersi sulla conformità di quanto realizzato con quanto autorizzato. Al momento non vi sono date e tocca evidentemente  all’autorità competente fissarle, una volta verificato che tutto quanto sia in ordine, così come previsto, nell’interesse generale e con un percorso trasparente”. 

Il rapporto
Il trend positivo della raccolta differenziata prosegue, passando dal 56,6% del 2010 al 59,7% del 2011 (media provinciale). Il bacino territoriale più virtuoso risulta essere quello della Bassa Parmense (74,7) seguita dalla Pedemontana (73,2%).
Sono 21 i Comuni che superano a livello provinciale la soglia del 70%, e di questi ben 11 guidano la classifica dei primi 20 nella Regione, una hit all’insegna del Parmense in quanto a parte 4 comuni, compaiono solo nostre realtà. Sempre per quanto riguarda i primati, Fidenza ( 68,8%) è al secondo posto fra i comuni con più di 25mila abitanti mentre Parma città con il 48,5% è al 22esimo posto, penultima città capoluogo della regione.
Il Comune più virtuoso del Parmense continua a essere Soragna, che ha ulteriormente migliorato i suoi dati (85,7%). Conquistano il podio anche Traversetolo (81,9%) e Felino (81,8%) poi via via  Trecasali (81,4%), Polesine (81,3%), Roccabianca (81,2%), San Secondo (81,2%),  Zibello (80,7%), Sala Baganza (80,2%), Montechiarugolo (80,1%), Sissa (78,1%), Busseto (77,8%), Noceto (77,4%), Lesignano (77,2%), Mezzani (76,5%), Collecchio (75,9%), Fontevivo (74,5%), Sorbolo (74%), Colorno (72,5%), Fontanellato (71,8%), Torrile (71,6%).

Il sistema porta a porta
Alla base degli obiettivi raggiunti c’è un lavoro di squadra: della Provincia, dei Comuni e dei cittadini. In particolare nella differenziata si conferma  l’efficacia del  sistema di raccolta porta a porta, progressivamente esteso. A partite nel 2005 anche grazie alle scelte operate dal Piano provinciale di gestione rifiuti (Ppgr), le raccolte domiciliari sono arrivate nel 2010 a toccare 26 comuni del territorio (per un totale di 225.000 abitanti) e in previsione per il 2013 c’è l’estensione delle raccolte domiciliari  a Tizzano, Monchio, Palanzano e Fornovo oltre a quello di Parma città avviato di recente. Fra gli obiettivi di quest’anno della Provincia c’è anche l’introduzione dopo Felino, del sistema di tariffazione puntale a Sorbolo, Mezzani Medesano e Colorno.

Lo smatimento
Sul fonte dello smaltimento invece non ci sono novità rilevanti. Nel 2011 nel Parmense sono stati prodotti rifiuti urbani per 260.200 tonnellate e la quota di rifiuti per abitante è diminuita passando a 585 kg/a, contro i 605 del 2010.
Del totale dei rifiuti prodotti, 108.700 tonnellate sono andate a smaltimento e 151.500 tonnellate alla raccolta differenziata.
Per quanto riguarda il destino finale dei rifiuti indifferenziati, nulla è stato smaltito in provincia di Parma: la quota di rifiuto “secco” uscita dai due impianti di preselezione di cui ci si serve per l’indifferenziato (Enia e Comunità montana Ovest) è stata inviata nella grandissima parte agli inceneritori presenti in regione e nello specifico: Piacenza (12.800t), Reggio (7.100t), Modena (3.700t) e Bologna (1.700t). Utilizzate anche le discariche di Poiatica (20.700t) e Novellara (5.800t).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ettore

    05 Gennaio @ 02.19

    Dai dati della raccolta differenziata emerge la criticità del capoluogo,ultima città in regione,i grillini invece di gridare sul forno dovrebbero protestare contro l'inerzia dei propri rappresentanti In comune

    Rispondi

  • Moooo

    04 Gennaio @ 17.09

    In questi risultati tanto positivi sono contemplati i rifiuti abbandonati sempre più spesso a lato delle provinciali, un esempio virtuoso: la nuovissima discarica nei pressi del ponte in località Mamiano.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su social network

denuncia

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale sui social network

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

12commenti

Lealtrenotizie

Anna, pilastro del volontariato

Lutto

Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, senza Baraye un attacco diverso

Crac

Di Vittorio, primi rimborsi

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

solidarietà

Parma Facciamo Squadra: un risultato (super) da 162.700 euro

Al Regio, cerimonia di consegna dei fondi

Premio "donna sport"

Un "oro" sui libri per la Folorunso: è pure strabrava a scuola

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

4commenti

Fisco

Condomini, l'Agenzia delle Entrate proroga la scadenza al 7 marzo

giudice

Crociati a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

Fidenza

Concari, la medicina come missione

L'intervista Il direttore dell'équipe di Ortopedia a Vaio racconta la sua esperienza: nove volte in Bangladesh

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

6commenti

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

roma

Tassisti in piazza, cariche davanti alla sede Pd Video

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

4commenti

SPORT

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

storie di ex

Adriano, l'ultimo tabellino? Compleanno, festa da 91mila euro

MOTORI

anteprima

Nuova Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv