12°

23°

Provincia-Emilia

Su Moro l'ex Br disse: "Sono in pace con lui. Quella era una guerra"

Ricevi gratis le news
0

 

«Io sono in pace con quell'uomo. Era una guerra, in cui c'erano alleati ed avversari»: Prospero Gallinari, che fu uno dei carcerieri di Aldo Moro, disse questo nel marzo 2003 in un’intervista a Gr Parlamento sul sequestro e l'uccisione dello statista democristiano.

Nel corso degli anni l’ex brigatista è stato interpellato di volta in volta su vari temi, quasi sempre inerenti al terrorismo.

Gallinari ricordò anche alcuni momenti della prigionia di Moro e del rapporto con lui: «nella condizione drammatica in cui si trovava....aveva visto i suoi amici fargli vuoto intorno... si è comportato da grande uomo». «Sono in pace con lui perchè uno scontro, come era quello di quegli anni, ha tante sofferenze».

MORO, TUTTA ROBA NOSTRA – «E' tutto chiaro nell’attività delle Br – disse Gallinari nell’ottobre '93, quando era ancora in carcere, durante una visita del Parlamentare verde Alfonso Pecoraro Scanio, accompagnato da due giornalisti – . Nonostante le ironie fatte, più volte, io non posso che ripetere: è storicamente dimostrato che Moro è roba nostra. È per quello che siamo stati condannati. Non c'entrano nulla la mafia, non c' entrano nulla i servizi segreti. Questi ultimi possono magari essere intervenuti, ma per manipolare i partiti e il Parlamento, non certo noi».

ESPERIENZA BR CONCLUSA – «L'esperienza delle Brigate Rosse è esaurita e conclusa, perchè è concluso un periodo storico, perchè si è esaurito un processo politico. Allo stesso modo non c'è niente da buttare a mare e non c'è niente da dimenticare come sembra vada molto di moda in questo periodo». Questo dichiarò Gallinari nella sua prima intervista dopo essere uscito dal carcere per le sue precarie condizioni di salute, a 'Radio città apertà, nel luglio '94.

NESSUNA CONTINUITA' CON LE NUOVE BR – Dopo l’omicidio di Massimo D’Antona, nel maggio '99, spiegò: «L'esperienza del movimento armato è durata 15 anni. Si è conclusa nell’88 perchè si è chiusa una fase politica: in quell'anno i militanti delle Br, sia pure attraverso diverse elaborazioni, hanno concordemente dichiarato finita quella esperienza e hanno sciolto l’organizzazione combattente».

OMICIDIO BIAGI, ATTO CONTRO LOTTE – «Sicuramente è un atto contro le lotte e la mobilitazione che sta crescendo; di sicuro serve a Berlusconi e al ministro del Lavoro», sostenne Gallinari nel giugno 2002 qualche mese dopo l’omicidio di Marco Biagi.

DOLORE PER MORTE DI COSSIGA, RISPETTO PER QUELLA DI AGNELLI - Dolore e rispetto per il mio nemico, disse Gallinari dopo la morte di Francesco Cossiga. «Per lui ho rispetto. Il rispetto che si deve ad un ex nemico, ma anche all’unico che si pose il problema di capire». Rispetto che espresse dieci anni fa anche dopo la scomparsa di Gianni Agnelli, l’uomo che negli anni di piombo rappresentava per il terrorismo uno dei simboli contro cui battersi: «Abbiamo rispetto della sua morte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Cane veglia per ore "amico" morto in strada. La foto commuove il web

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fai le tue pagelle di Parma - Empoli

GAZZAFUN

Le tue pagelle di Parma - Empoli: Lucarelli il migliore

2commenti

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

carabinieri

Lite con machete in via Lazio: e così viene incastrato per furto Video

3commenti

FATTO DEL GIORNO

"Un'intesa è fondamentale perché la sicurezza è un bene di tutti i cittadini" Video

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

17commenti

Calcio

Per il Parma un altro ko

14commenti

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

6commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, si attendono gli interrogatori

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

COMUNE

Sicurezza: proposte del centrosinistra su vigili, controlli e inclusione sociale

SOS ANIMALI

E' scomparsa Molletta in zona Cornocchio

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

Terremoto

Messico: una bimba viva sotto le macerie della scuola Foto

BERGAMO

Violentata operatrice del centro per migranti: arrestato 27enne della Sierra Leone

3commenti

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

MUSICA

"Wise - Lettere di scuse": canzone parmigiana della band "The Opposite" Video

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D