Provincia-Emilia

Moretti: proviamo a fondere Monchio con Palanzano

Ricevi gratis le news
3

 Beatrice Minozzi

C’è chi, per protesta, si presenterà davanti al palazzo della Regione in compagnia di un  gregge di pecore. C’è chi, invece, promette di indire al più presto un referendum per carpire la volontà del popolo «sovrano». C’è poi chi, alla legge regionale di riordino territoriale che obbliga le amministrazioni a unirsi in Unione dei Comuni, risponde con una proposta.  Questo «qualcuno» è Claudio Moretti, sindaco di Monchio, che scende in campo con un’idea studiata per ridurre i costi, ma anche per continuare a garantire i servizi ai cittadini. 
«La mia idea è quella di studiare una fusione tra i comuni di Monchio e Palanzano, vicini sia sulla cartina che nello spirito – spiega Moretti -. Con questa idea andiamo oltre al discorso delle Unioni e saltiamo al passo successivo: quello delle fusioni». Di questo progetto, che è ancora in fase embrionale, si parlerà anche a «Prossima Valtaro», l’incontro che si terrà sabato  a Borgotaro al quale prenderanno parte, tra gli altri, il consigliere regionale Gabriele Ferrari, Claudio Moretti e il vicesindaco di Palanzano, Emilio Pigoni.
Moretti presenterà la sua idea, secondo la quale «se con le Unioni si “unificano” solamente i servizi, lasciando di fatto inalterati i costi della politica, con la fusione di due comuni si dimezzano i costi dell’apparato». Un solo sindaco, quindi, una sola giunta, un solo consiglio, programmazione comune «ma doppio peso specifico quando busseremo alle porte degli enti superiori» sottolinea Moretti, che poi precisa: «Io non sono contro le Unioni di per sé, purché non siano un altro strumento per costringere la gente a spostarsi a valle». 
La paura di Moretti è che con l’Unione il baricentro si sposti ulteriormente verso il basso, verso quella valle che – soprattutto grazie a Langhirano - ha un grande potere di richiamo per la forza lavoro. 
«Il nostro obiettivo, ora, è tenere alto il baricentro – aggiunge Moretti – perché non vada perso il lavoro fatto negli ultimi tre anni per tenere le famiglie sul territorio, per creare posti di lavoro, per invogliare la gente a non abbandonare le sue origini». 
Un lavoro che, invece, andrebbe velocemente in fumo spostando le opportunità di lavoro a valle. 
«Bisogna tagliare i costi degli apparati, e su questo siamo tutti d’accordo – ribadisce Moretti – ma se questo vuol dire togliere dipendenti ai comuni della montagna e trasferirli a valle allora   non ci stiamo, perché   non vogliamo perdere neppure uno dei nostri abitanti». 
La proposta di Moretti è arrivata sul tavolo del sindaco di Palanzano, Giorgio Maggiali, e del vicesindaco Emilio Pigoni. «Dobbiamo ancora portare la questione in giunta e in consiglio comunale – precisa Pigoni -. Quel che è certo è che potrebbe essere una delle alternative da tenere in considerazione e, perché no, da allargare anche ad altri comuni limitrofi». 
Da qui alla realizzazione di questo disegno la strada è lunga, e Moretti la riassume così: «Ho esposto la mia idea al consigliere regionale Gabriele Ferrari, che ci ha garantito il suo appoggio. Il prossimo passo è andare in Regione e chiedere che ci finanzino uno studio di fattibilità che, se darà esito positivo, aprirà le porte alla realizzazione di questo progetto». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pippo 61

    18 Gennaio @ 20.00

    troppo impegnato allora si delega il vice sindaco,ma con un sindaco come Moretti ok alla fusione

    Rispondi

  • Gianfranco

    18 Gennaio @ 18.24

    ... il sindaco ancora una volta intende delegare... al vice sindaco...ma possibile che non trovi mai il tempo per dedicarsi alla gestione del Comune...

    Rispondi

  • scappodallacittà

    18 Gennaio @ 13.53

    E' un'ottima idea. Si potrebbero quasi dimezzare le spese di gestione, avere maggior " forza contrattuale " nei confronti degli enti superiori come Provincia e Regione e lavorare per interessi comuni tra i due paesi che hanno indubbiamente radici comuni. Ancora una volta Claudio Moretti ha dimostrato di essere una persona lungimirante e che ha a cuore il futuro di coloro che rappresenta con serietà, esperienza, dignità e sentimento di appartenenza. Facciamo in modo che i vecchi campanilismi da paesi retrogradi non blocchino le buone idee.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Pedone investito da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

BASSA

Alluvione: anche la Procura di Parma apre un fascicolo Video

Domenica mattina dovrebbe essere riaperto il ponte della piazza di Colorno

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

5commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260