-7°

Provincia-Emilia

"Io, prigioniero nel lager tedesco e mai risarcito"

"Io, prigioniero nel lager tedesco e mai risarcito"
12

Martedì prossimo, «Giorno della memoria» riceverà dalle mani del prefetto di Parma una medaglia d'onore. Un piccolo gesto per non dimenticare l'immane tragedia dell'Olocausto che coinvolse milioni di persone, anche italiane. Ma sarà lo stesso prefetto a ricevere dalle mani del premiato una lettera di denuncia affinché faccia emergere quella che viene definita «un'ingiustizia».
Il fidentino Bruno Ramenzoni, 93 anni e qualche problema di salute, non ne aveva mai parlato con nessuno. Ora, prima che se ne perda la memoria e affinché «venga restituita dignità a noi italiani» ha deciso - nonostante il profondo dolore che ancora gli provoca evocare quella terribile esperienza - di mettere nero su bianco quello che avvenne in quei tragici mesi di prigionia in terra tedesca e soprattutto a denunciare quello che a suo dire la Germania vuole negare: l'esistenza del lager dove fu rinchiuso (e dove morirono migliaia di persone) e il fatto di aversi visto negato un risarcimento per esser stato rinchiuso e «trattato come una bestia da soma, da uccidere quando inutile al lavoro in condizioni di schiavitù» dai tedeschi.

Tutti i dettagli in un ampio servizio sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Massimo Filippini

    30 Gennaio @ 00.59

    La Gazzetta di Paema è un giornale serio e mi domando come faccia a inserire commenti di gente che pretende di essere risarcita.dal paese dove è stato prigioniero. Se tutti i prigionieri di tutti i paesi ragionassero così ci vorrebbe il pozzo di san Patrizio e neanche basterebbe.

    Rispondi

  • stefano

    25 Gennaio @ 10.05

    C'e' da dire una cosa al riguardo. Anche mio nonno è stato catturato in Grecia e spedito in un campo di lavoro in Germania e mi diceva che era appunto solo un campo di lavoro dove è stato rinchiuso fino alla fine della guerra. Pertanto non si può pensare che ci siano risarcimento per tutti quelli che sono stati prigionieri. Nessuno ricorda mai tutti i nostri connazionali rinchiusi nei campi di lavoro russi americani e inglesi? Quanti di loro non hanno mai fatto ritorno senza che nessuno si proccupasse di chiedere qualcosa? La legge è uguale per tutti o solo per chi vince? O per chi la pensa come noi?

    Rispondi

  • Alessandro

    24 Gennaio @ 22.54

    Purtroppo è vero, non ci sono risarcimenti e mai ci saranno. Ma la cosa che deve far riflettere è che non c'è neanche il 'riconoscimento' di quanto è accaduto. Il risarcimento, come dice giustamente, ma in malo modo, il sig. Puzzi, 'svilisce' quanto di nobile e di eroico c'è stato nelle sofferenze, nelle umiliazioni e nella morte di tutti quelli che sono passati nei campi di concentramento tedeschi (o che solo si sono imbattuti nella barbara ferocia delle tanti stragi in Italia - vedi l'ultima 'sentenza' riguardo Sant'Anna di Stazzema ). Quello che deve far pensare è che, oggi, la Germania pretende di stabilire le 'regole', di mettere ancora tutti 'in fila' come tanti soldatini. E i politici italiani, supponenti ed ignoranti, invece di 'alzare la cresta', come dovrebbero, lasciano a noi, oltre che le lacrime per i nostri cari vittime della barbarie naziste e le tasse da pagare, anche l'ultimo sussulto di orgoglio per una vittoria su un campo di calcio.

    Rispondi

  • Puzzi

    24 Gennaio @ 20.00

    E' bello che si voglia mantenere il ricordo di quell'epoca con la testimonianza di chi c'era ed ha vissuto in prima persona quelle terribili esperienze. Purtroppo ciò viene svilito da una oscena richiesta di "risarcimento" che manda tutto in vacca. Come se, con quaranta denari, si potesse risarcire, e quindi perdonare, l'olocausto. I lager nazisti non potranno mai essere "risarciti". Così come nemmeno l'eccidio di centinaia di migliaia di civili a Nagasaki ed Hiroshima. Lo perdono perché a quell'età va compatito, forse l'hanno consigliato male.

    Rispondi

  • Francesco

    24 Gennaio @ 19.58

    I "nazi" erano nemici , e gli italiani hanno dovuto ucciderli, come in tutte le guerre . Gli Italiani che hanno ucciso gli altri Italiani , lo hanno fatto perchè gli altri Italiani uccidevano loro , e l' esercito di liberazione, dal quale è nata la nostra Repubblica ed al quale dobbiamo la nostra libertà, qualcosa doveva pur mangiare.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

usa

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

1commento

MusicaU2, tutto esaurito a Roma. Annunciata la seconda data

Musica

U2, tutto esaurito a Roma: annunciata la seconda data

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

1commento

CLASSIFICA DEL "Sole"

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

13commenti

Calcio

Il Parma acquista Gianni Munari: oggi la presentazione con l'attaccante Simone Edera Video

Il centrocampista ha già giocato con la maglia crociata in serie A e in Coppa Italia

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

16commenti

Senzatetto

Viaggio fra gli «invisibili». Ed è polemica fra Comune e Diocesi

2commenti

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

La storia

In via Po circondati dal degrado

1commento

Omicidio

«Ho prestato la mia auto a Turco, era solo un favore»

meteo

Domenica coi fiocchi: la neve imbianca il Parmense

Inviate le vostre foto

2commenti

natura

Cronache di ghiaccio: un Appennino di gelida bellezza Foto

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

Lega Pro

La Top 11 del girone B

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Le sfide della città

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

Roma

Si arrampicano sul cancello del Colosseo e cadono: un ferito grave

1commento

BOLOGNA

Stupra disabile nel bagno di un bar: la Lega Nord chiede la castrazione chimica

SOCIETA'

Parma

Giocampus Neve da tutto esaurito

curiosità

E' il "lunedì nero": è considerato il giorno più triste dell'anno

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

tennis

Australia Open: Vinci e Schiavone ko all'esordio

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video