19°

Provincia-Emilia

Il Pdl in Regione: "La montagna è di tutti: sbagliato "blindare" i sentieri"

Il Pdl in Regione: "La montagna è di tutti: sbagliato "blindare" i sentieri"
Ricevi gratis le news
37

COMUNICATO

Vietare i sentieri di montagna a tutti tranne che agli escursionisti a piedi: è questo il succo di una progetto di legge che sostenuto dai consiglieri regionali della maggioranza di centrosinistra e in particolare da molti esponenti del Pd, i rappresentanti del Popolo della Libertà eletti in Regione stanno contrastando duramente.

«Riteniamo – scrivono i consiglieri del PdL in una lettera aperta ai colleghi del Pd - profondamente sbagliato introdurre alcuni divieti che avete previsto nella legge REER. La vostra proposta, infatti, introduce un divieto che interessa anche gli appassionati di Mountain Bike, di Enduro, i cacciatori, e gli appassionati di Quad e fuoristrada 4X4. Qualche esempio? Chi è appassionato (giustamente) di camminate a piedi nei boschi è assolutamente consapevole che oggi i sentieri sono vivi, la vegetazione ricopre il territorio con una velocità altissima ed i percorsi non sono aperti per grazia ricevuta ma soltanto grazie al passaggio delle moto o di altri mezzi a motore, e che quindi, se passasse questa legge, nel giro di pochi mesi si dovrebbe fare escursionismo a piedi dotati di machete».

«Normalmente – continuano - i gruppi di Enduristi, portano economia al territorio, amano ritrovarsi a tavola tutti insieme nei vari ristoranti e agriturismi delle nostre colline, si fermano nei paesi a prendere un caffè o dal benzinaio, senza contare anche la ricaduta economica sui tantissimi meccanici e tecnici preparatori che effettuano le manutenzioni sulle moto, sui Quad e sulle auto fuoristrada. Invece, è usanza (sacrosanta anche questa) dei gruppi di camminatori fare il pranzo al sacco senza lasciare una grande ricaduta sulle economie dei luoghi che visitano».

«Gli stessi cacciatori – scrivono gli “azzurri” - sono interessati a questa vicenda. È infatti difficile recuperare un cinghiale a piedi e caricarselo in spalla, ed è altrettanto ovvio che non si può eliminare la caccia al cinghiale o ad altri animali per i quali bisogna mantenere controllata la riproduzione come previsto dalle leggi vigenti. Vorremmo anche soffermarci su quanto si è rivelato importante il ruolo dei fuoristradisti durante i gravi e purtroppo frequenti eventi sismici che hanno colpito negli anni un po’ tutta Italia, dove poter contare su persone che conoscono a menadito il territorio e hanno la capacità di spostarsi velocemente, anche in assenza di strade percorribili è assolutamente fondamentale per i soccorsi».

«Come Consiglieri regionali – conclude il gruppo consigliera del PdL - che vogliono tutelare la montagna non possiamo accettare di vedere promosse leggi incomprensibili ai più per soddisfare le esigenze di pochi, che aumentano ancora la ormai siderale distanza fra la politica e le esigenze e la gente comune».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • escursionista

    09 Febbraio @ 10.13

    "parmigiani-doc": la "MUFFA E SOLITUDINE" la vedi e la provi quando entri nel casotto dello Sporno , ben sistemato fuori, devastato dal fango che gronda dalle tute dentro, praticamente non c'è differenza tra il pavimento e il terreno esterno... mi domando con che coraggio ci si possa anche solo tagliare un salame dentro... In ogni caso, se giri in moto, sei stato fortunato a non finire di slancio in uno di quei crateri provocati da mezzi più grossi nei quali saresti finito fino alla cintola minimo, (ribadisco che putroppo non si possono pubblicare le foto, altrimenti...) Proprio per le densità umana di cui parli, qualche regola bisogna metterla... è giusto svendere la distruzione di OGNI sentiero/carrareccia per 4 pranzi in trattoria??? Rimango dell'idea che bisogna dedicare degli itinerari ai mezzi che danneggiano il fondo, e bastonare sugli altri, per preservarli per mtb e pedoni.

    Rispondi

  • JOHN GALT

    08 Febbraio @ 18.46

    PENSARE ALLA MONTAGNA COME AD UN LUOGO CHIUSO IN CUI POTERE GESTIRE TUTTO CON UNA PARADISIACA VISIONE DI ELITARIA SOLITUDINE E QUANTO DI PIU' SNOB E SBAGLIATO SI POSSA FARE . UN LUOGO PER ESSERE VIVO DEVE POTER ESSERE FRUIBILE DA OGNI MEZZO POSSIBILE E SE L'APPENNINO SI SPOPOLA DI PERSONE E' PROPRIO PERCHE' LE VARIE AMMINISTRAZIONI COMUNALI AVENDO IL PRURITO LEGIFERARIO HANNO MESSO VINCOLI ALLA MODERNITA' . IO IN MOTO SULLO SPORNO CI ANDAVO NEL 1975 E SI STAVA DA DIO CI SONO TORNATO DOPO 30 ANNI A VEDERE COME ERA SISTEMATO E HO VISTO PIU' CARTELLI DI DIVIETI CHE IN CENTRO A PARMA .... E' UNA COSA RIDICOLA E ANTI-ECONOMICA , VOLETE DAVVERO AVERE MEGALOPOLI ACCENTRANTI TUTTO E UNA MONTAGNA A DISPOSIZIONE DEL VENTO ... E QUESTA E' ECOLOGIA ... NO ! QUESTO E' MORIRE DI DENSITA' UMANA ... RIPRENDIAMO LO SPAZIO CHE E' E SARA' SEMPRE DI TUTTI E NON PUO' ,PER LEGGE NATURALE, ESSERE CHIUSO IN TANTE SCATOLE LEGALI ... MUORE DI MUFFA E DI SOLITUDINE.

    Rispondi

  • Gianluca

    06 Febbraio @ 20.06

    Francesca, premetto che anch'io come te amo la natura, così come i discorsi semplici dovresti essere più chiara, queste frasi che sanno un pò di politichese "Perchè non ci si mette nell'ottica del FARE" ma cosa vogliono dire ?? Per cortesia cerchiamo di usare concetti chiari e definiti, delle proposte definite e realizzabili ... Sarò tonto, ma vedo un pò di concetti vari mescolati come in un ragù. Cerchiamo di restare con i piedi per terra, ma cosa sono 2 moto che passano per una carraia dove giammai transiteranno dei pedoni confronto a degli sversamenti di percolato, delle montagne di rifiuti smaltiti in modo illecito e via dicendo ? Con rispetto Gianluca

    Rispondi

  • Francesca

    06 Febbraio @ 13.31

    Parlo da amante della natura. Parlo da ragazza che ha vissuto la sua infanzia in parecchi di questi luoghi. Ho dapprima appreso e poi coltivato quanto sia fondamentale la cura e la tutela ambientale,quanto queste siano NOSTRE responsabilità. Dobbiamo agire in difesa di chi non può parlare,di chi non grida,di chi non si agita ai convegni...ma ci mostra con desolazione e prepotenza i segni della sua progressiva decadenza. Perchè non ci si mette nell'ottica del FARE esclusivamente per la Natura (intesa nei suoi più piccoli e molteplici aspetti) senza immischiare i nostri interessi politici/ economici? è possibile che siamo ancora a questo livello di inciviltà? Quando è noto a tutti (e ancor di più a chi vive a stretto contato con le realtà montane) il degrado ambientale in cui viviamo. Mi auspico quindi che qualsiasi sia l'esito dell'incontro di Lunedì,ci si metta nell'ottica di raggiungere un obiettivo che è quello della tutela del NOSTRO territorio,non inquinando i propositi con assurdi ragionamenti egoistici.

    Rispondi

  • Gianluca

    05 Febbraio @ 23.54

    Per Sig. oberto, questo è il suo pensiero, ma per fortuna siamo in un paese democratico e ognuno si diverte come meglio crede, nel rispetto del prossimo, quindi motociclisti verso escursionisti e viceversa. Questa è la democrazia, non quello che scrive lei. Se pensa che tutta l'umanità debba adeguarsi ai suoi riferimenti mi creda la persona nel torto è proprio lei. Per Sig. Tommaso: Nessuno qui pretende di girare per dei campi a far vandalismi, ma solo il diritto sacrosanto di transitare su strade a fondo naturale con mezzi in regola con il codice della strada.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro