-2°

Provincia-Emilia

Unione dei Comuni e Montagna 2000: i quesiti che i bercetesi troveranno ai seggi

Unione dei Comuni e Montagna 2000: i quesiti che i bercetesi troveranno ai seggi
8

Non si ferma la crociata del sindaco di Berceto Luigi Lucchi: il referendum comunale è stato indetto per il 24 e 25 febbraio, in concomitanza con le elezioni. Ed ecco i quesiti che i bercetesi troveranno ai seggi. Il pirmo: "Vuoi che il Comune di Berceto lasci gestire  a Montagna 2000 o a altro soggetto sovracomunale il servizio idrico integrato?". Il secondo: "Vuoi che il Comune di Berceto entri nell'Unione dei Comuni di cui all'articolo 32 D.to Leg.vo 267/2000 e S. M.
 

LUNEDI' INCONTRO COI BERCETESI DI CITTA'

(Comunicato) E’ tradizione, ormai, che l’Amministrazione Lucchi, almeno una volta l’anno, grazie alla collaborazione di Marino Giubellini, bercetese acquisito, incontri a Parma la numerosa comunità di bercetesi allo scopo di tenere vivo e informato il legame con il Comune d’origine o d’adozione.
Quest’anno l’incontro è particolarmente utile per le numerose novità legate al bilancio di previsione 2013, già approvato il 28 dicembre e per il referendum indetto dal Consiglio Comunale per le giornate del 24 e 25 febbraio durante le elezioni politiche. Il referendum consultivo chiede ai cittadini se vogliono il sistema idrico integrato gestito dal Comune e l’altro quesito, particolarmente attuale, è la richiesta di aderire o meno all’Unione dei Comuni come obbliga la LR 21 del 21 dicembre 2012. Quanti non hanno diritto di voto nel Comune di Berceto ma hanno un legame con il paese possono esprimere, per quanto riguarda l’Unione dei Comuni, la loro contrarietà, firmando la petizione presso lo studio del notaio Fontanabona in Galleria Bassa dei Magnani 7 a Parma fino alle ore 15 del 25 febbraio. La petizione è in corso anche a New York presso l’organizzazione dei numerosi emigranti bercetesi e verrà consegnata al Sindaco in occasione dell’annuale festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LUIGI LUCCHI

    12 Febbraio @ 08.27

    Se i cittadini sono chiamati ad un referendum e votano la fusione (questa si che non è un carrozzone) sono pienamente d'accordo anche perchè poi i cittadini votano i propri rappresentanti proprio come succede ora con i diversi Comuni che si fondono. Le Unioni invece restano un carrozzone pubblico non eletto dai cittadini. Le fusioni non sono sempre possibili anche per la distanza che esiste tra molti Comuni di montagna. I cittadini di Berceto, ad esempio, per andare a Borgotaro o Fornovo o Calestano debbono sempre fare quasi un ora di strada. Diverso per i Comuni vicini. Le tue riflessioni aiutano sempre. Grazie. Luigi

    Rispondi

  • Puzzi

    10 Febbraio @ 16.49

    egregio sindaco Lucchi. Questo suo commento è molto più condivisibile e attento, e quindi posso dirle che sono d'accordo con lei quasi su tutto. Lei insiste però a pensare che le future Unioni siano come quelle "vecchie" (quindi carrozzoni). Se così fosse, avrebbe ragione, ma non è più così. Le Comunità Montane, ad esempio, verranno cancellate e sostituite dall'Unione dei Comuni Montani. Non è solo un cambio di etichetta, ma andranno a casa Presidenti, direttori, ecc.. per lasciare il posto a Lei ed ai Sindaci del suo comprensorio. Così come verrà assegnato il relativo personale ai Comuni, che ne hanno estremamente bisogno. Niente più sovrapposizioni e duplicazioni, quindi, ma accorpamenti di cooperazione. Lei so che, se vuole, può davvero cambiare le cose. Se non ci crede lei, chi deve crederci? Poi però la finiamo qui, se è d'accordo. Guardi l'articolo sull'ipotesi di fusione Sissa-Trecasali, se le interessa. Grazie e saluti. P.S.: le ripeto, per me lei è un grande

    Rispondi

  • LUIGI LUCCHI

    09 Febbraio @ 12.49

    Grazie per le parole di stima e anche per le critiche che fanno sempre riflettere. Mi baso, nei miei pensieri, sulle constatazioni vissute in questi anni come amministratore. Una di queste è che il debito pubblico dell’Italia, che in qualche modo andrebbe contenuto e ridotto, induce i Governi e i Parlamentari, poco vogliosi e poco capaci di tagliare per davvero le spese superflue, gli sprechi, che sono tantissimi (addirittura sono anche in piccoli Comuni come Berceto nonostante cerco con impegno di ridurre ed eliminare), a gettare fumo negli occhi all’opinione pubblica puntando il dito sui costi non del Governo e del Parlamento ma di altri Enti. Non possono fronteggiare le Regioni e allora si accaniscono contro le Province e i Comuni, quelli piccoli. Le regioni a loro volta, dopo le indicazioni del Governo, si accaniscono, ulteriormente, contro i Comuni i piccoli Comuni. Non esiste infatti una riforma organica che rispetti la Costituzione. Tutte queste pseudo riforme sono atte a fare fumo per l’opinione pubblica che ragionando razionalmente è indotta a credere che unendosi si crei risparmio e forza. Non è vero. Guarda i bilanci degli Enti di secondo grado, dei carrozzoni pubblici. Sono tutti con buchi di milioni. Ad esempio chi gestisce l’acqua ha aumentato le bollette, dal 1997 a oggi del 300%; non ha migliorato il servizio, non ha fatto investimenti, ha impoverito il bilancio dei Comuni (quello di Berceto di 2.000.000) perché li obbliga, senza incassare le bollette, a pagare le rate dei mutui per gli investimenti che tutti i Comuni hanno ancora in atto per il settore acquedottistico. Con queste condizioni una qualsiasi società privata sarebbe ricchissima e invece le società pubbliche che gestiscono l’acqua sono piene di debiti che poi i Comuni, come da sentenze, dovranno ripianare. Guardi le ASP (aziende servizio alla persona) e via via tutte. Il risultato è sempre uguale: peggiori servizi, maggiori costi, debito della società e buchi nei bilanci comunali. Con l’Unione dei Comuni, credo succederà lo stesso. Privare i cittadini del voto mi sembra, poi, un grave errore confondendo i costi della democrazia con gli sprechi e i furti della politica, della cattiva politica. Non è giusto, in democrazia, essere governati da persone non elette dai cittadini. Altro fatto, sempre costatato in questi anni sono i bilanci comunali autofinanziati dai cittadini con tasse e addizionali comunali. Nel Comune di Berceto, i cittadini, danno piu’ soldi allo Stato di quanto ricevono, ovviamente con tasse Comunali. Lo stato, nel bilancio 2012 ha dato al Comune 420.000 euro di trasferimenti e rubato, con il 50% Imu seconda casa, 610.000 euro. Lo stesso fa con la Regione. Prevedo, infatti, che la Regione non riuscirà ad incentivare nulla delle Unioni. Ha dato e darà soldi ai Comuni che hanno fatto le fusioni perché promessi e impegnati in anni migliori. Mia previsione, sempre in buona fede: Le Unione dei Comuni con le maggiori spese di personale ( i Comuni rispetto a prima pagheranno, con i loro bilanci, il personale delle Comunità Montane), le rate dei mutui non avranno, poi le risorse per continuare gli attuali servizi. Nessun Sindaco e Assessore, senza potere, si sentirà di fare delle forzature, di prendersi delle responsabilità per garantire qualche cosa ai cittadini. Penso queste, cose, lo ribadisco, in completa buona fede ma con dei dati di fatto.

    Rispondi

  • Puzzi

    08 Febbraio @ 20.43

    @ lotar. Temo che lei non abbia capito molto del mio primo intervento. Sono entrato un po' più nel dettaglio nel secondo intervento, che spero mi venga pubblicato e che la invito a leggere attentamente. Conosco bene la realtà dei Comuni piccoli montani. Ed ho anche dichiarato che se Lucchi si candiderà a Sindaco del superComune che potrebbe nascere dalla fusione dei Comuni della zona, lo voterei. Mi è simpatico e per certe cose lo stimo. Qualche volta però fa degli scivoloni madornali. Affidarsi alle sole proprie forze, oggi, non è più possibile. E' come se io pensassi, coi soldi che ho nel mio portafoglio, di costruire un eliporto nel mio giardino. Non si sa mai che vi atterri un turista americano straricco !!!!....(per questa citazione apparentemente un po' strana, chieda spiegazioni al Sig. Lucchi, Sindaco di grandi ambizioni e coraggio, bisogna ammetterlo)

    Rispondi

  • Puzzi

    08 Febbraio @ 20.34

    La legge regionale 21, che lei egregio sig. Lucchi cita a sproposito, prevede siano trasferite risorse economiche (soldi freschi) dalla Regione alle Unioni e Fusioni dei Comuni. Bisogna leggerla però. Inoltre, la legge 135 del 2012 (cosiddetta "sulla spending review"), agli articoli dal 17 al 20 spiega per filo e per segno quali sono i benefici, fra i quali trasferimenti anche da parte dello Stato, a favore delle Unioni o Fusioni dei Comuni (altri soldi freschi di cui potrebbero fruire i cittadini del suo Comune). I Comuni della Romagna, che, mi perdoni, hanno sindaci apparentemente ben più eruditi e responsabili di lei, hanno votato di fondersi insieme ben prima dell'uscita della legge regionale. Cerchi in rete i Comuni di Savignano, Gatteo e San Mauro. le cito, dal sito http://marcodimaio.wordpress.com/2012/10/14/fusione-comuni-savignano-san-mauro-forl/ "Ci sono ENORMI VANTAGGI DAL PUNTO DI VISTA DEI FINANZIAMENTI, poichè le fusioni sono fortemente incentivate, con finanziamenti straordinario DA PARTE DELLO STATO (PER 10 ANNI) E DELLA REGIONE (PER 15 ANNI). Inoltre nei bandi, i Comuni nati da fusione di altri Comuni avranno maggiore attenzione. A tutto questo si aggiunge che per i primi anni di vita, il Comune unico NON AVRA' I VINCOLI DEL PATTO DI STABILITA', che oggi sta impendendo alla stragrande maggioranza degli Enti locali di pagare i fornitori e fare investimenti. E dunque altri soldi che possono essere messi in circolo nell’economia locale. Infine c’è anche un dato, irrisorio dal punto di vista economico perché già tutto è ridotto all’osso nei nostri Comuni, di risparmio dei cosiddetti ‘costi’ della politica perché si riduce il numero di sindaci e assessori." Se vuole bene ai suoi cittadini, si informi meglio e cambi rotta. I suoi cittadini le saranno grati

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Il ds Faggiano si presenta: "Discuto su tutto ma niente rancore. Voglio un rapporto vero con la squadra"

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

2commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

3commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

3commenti

Polizia

Grazie al gps trova in un campo le macchinette cambiasoldi rubate in via Toscana

1commento

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

1commento

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

1commento

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

1commento

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

11commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

Reggio Emilia

Giovane bastonato e preso a frustate: in manette un 55enne e due figli

MILANO

Berlusconi al San Raffaele per una serie di controlli

SOCIETA'

SOCIAL NETWORK

Fb e YouTube creano database antiterrorismo Video

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

SPORT

Calcio

LegaPro in campo oggi, aspettando il Parma e la Reggiana Tempo reale: Bassano sotto 2-0 in casa con l'ultima in classifica

Parma Calcio

Trasferta, Saporetti ci sarà. D'Aversa: "Nessun alibi anche nelle difficoltà"

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio