15°

Provincia-Emilia

Fidenza - "Diceva ai ragazzi di sbattere la testa contro il muro"

Fidenza - "Diceva ai ragazzi di sbattere la testa contro il muro"
0

Ieri mattina, nell’aula della sezione distaccata di Fidenza del tribunale di Parma, è proseguito il processo a Flavio Amico, educatore accusato dei reati di abuso di mezzi di correzione e maltrattamenti su minori.
I fatti oggetto del procedimento sarebbero avvenuti a cavallo fra il 2008 ed il 2009, all’interno della comunità educativa per minori «Cà degli Angeli» a Tabiano, ai danni di due ragazzini provenienti dal Modenese ospiti della struttura. Amico, difeso dall’avvocato Giuseppe L’Insalata, lavora nella comunità di Tabiano, ora trasferita nella più grande «Casa Viburno», e gestisce con la  moglie una casa famiglia a Fidenza, strutture entrambe legate all'associazione Onlus «We are here - Noi siamo qui».
I capi di imputazione emersi dalle denunce di due operatori parlano di presunti maltrattamenti quali «costringere a sbattere la testa contro il muro», «calci e pugni», «cordini di cuoio stretti al collo».
Nell’udienza di ieri sono stati ascoltati tre testimoni: Nicoletta D’Alessandro, che ha lavorato come educatrice nella struttura per circa sei mesi dal settembre 2008 al febbraio 2009, e due insegnanti Maria Corradi e Fabio Grossi.
La D’Alessandro il 23 febbraio 2009 ha sporto denuncia ai carabinieri. Pochi giorni prima, il 20 febbraio 2009, a sporgere denuncia per fatti simili era stato un altro operatore della comunità, Massimo Ferrari.
La teste, rispondendo alle domande del pubblico ministero Rino Massari, ha riferito di aver visto con i suoi occhi i due ragazzini, ai danni dei quali sarebbero avvenuti i fatti oggetto del processo, sbattere la testa contro il muro. La donna, quindi, aveva chiesto  loro il perché di questo gesto e le era stato risposto che «era stato Flavio Amico a dire loro di far così per calmarsi». Chiedendo, poi, direttamente ad Amico spiegazioni, aveva  avuto la conferma che «quel comportamento era stato suggerito da lui».
«Flavio mi aveva detto: “devono sbattere la testa al muro finchè non esce il sangue. I ragazzi devono sentire il dolore per avere un contatto con la realtà”. E aveva aggiunto di ispirarsi in questo metodo al film Full metal jacket».
La testimone ha poi parlato di altri episodi che non ha visto direttamente ma che le sono stati «riferiti dai ragazzi in comunità»: uno di loro sarebbe stato «preso per il collo e attaccato all'armadio».  Ha raccontato  dell’idea di Amico di «rasare a zero i capelli ai ragazzi per punirli» e delle sue «minacce di non mandarli a casa se avessero raccontato determinati episodi». Inoltre, sempre stando alla testimonianza della D’Alessandro, «i ragazzi non potevano contattare le famiglie perchè i cellulari erano stati loro tolti»,  in caso di cattivo rendimento scolastico, sarebbero stati «isolati in comunità» e ai genitori «era impedita da Amico qualunque visita in comunità». Tutto ciò era stato messo per iscritto dalla educatrice in appunti giornalieri e consegnato ai carabinieri in occasione della denuncia.
Il difensore di Amico, l’avvocato L’Insalata, fra le varie domande poste, ha chiesto alle teste quali fra i fatti oggetto del processo avrebbe visto con i suoi occhi. Riguardo «calci e pugni, mettere un cordino di cuoio attorno al collo» ha detto di non aver visto nulla. In relazione al «costringere a sbattere la testa contro il muro», la donna ha confermato di «averlo visto fare e di avere avuto la conferma da Amico che le indicazioni venissero da lui».
 Quindi è toccato agli altri due testi: la Corradi, insegnante di uno dei due ragazzini alle medie, e Grossi maestro alle elementari dell’altro ragazzo. Infine, il giudice Gabriele Nigro, dopo aver ascoltato i tre testi, ha rinviato il processo al 18 ottobre al Tribunale di Parma. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

1commento

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

1commento

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

9commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

1commento

usa

Aereo Cessna si schianta sulle case: tre vittime

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia