Provincia-Emilia

Il sindaco Lucchi anti-Tares: "Vado in mutande al Quirinale". Fissato un incontro al Viminale

Il sindaco Lucchi anti-Tares: "Vado in mutande al Quirinale". Fissato un incontro al Viminale
Ricevi gratis le news
9

Dopo aver inviato una lunga lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in cui minacciava le dimissioni da sindaco di Berceto, per protesta contro l’entrata in vigore della Tares, la nuova tassa sui rifiuti varata dal governo Monti, Luigi Lucchi è pronto ad una nuova clamorosa forma di protesta. Il prossimo 22 marzo si presenterà infatti in piazza del Quirinale vestito con la fascia di sindaco e con solo un paio di mutande.
«La protesta - ha spiegato il sindaco di Berceto annunciando l'iniziativa - per scongiurare la chiusura di bar e ristoranti che avranno, con la Tares, aumenti paurosi. Ad esempio, chi pagava 1.500 euro l’anno con la Tarsu dovrà pagare con la Tares 4.600 euro».

 

Giovedì 21 febbraio il sindaco Lucchi sarà ricevuto al ministero dell’Interno per discutere sull'Unione dei Comuni, la finanza locale dei Comuni e l’applicazione della Tares «già nel 2013, con incrementi insostenibili per diverse categorie». Lo fa sapere lo stesso Lucchi, ringraziando «il ministro Cancellieri che mi dà la possibilità di discutere con i suoi funzionari argomenti di vitale importanza per la vita dei Comuni e la vita dei cittadini. È una buona occasione per far presente a tecnici e funzionari del Ministero, quanto succederà, sopratutto nei Comuni montani».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Joe

    20 Febbraio @ 09.15

    Dovremmo mettere in mutande tutti quelli che ci hanno portato in questa situazione!\r\nDovremmo mandarli a casa tutti perchè sono sempre li a farci le solite/tante promesse!\r\nDovremmo mettere in mutande chi ci considera stupidi, che è magari li da ventanni a pubblicizzare contratti con gli italiani, ed invece ha solo contribuito ad aumentare il debito pubblico, il numero di consulenti ed amministratori corrotti, il numero di leggi anti-semplificazione ed anti-giustizia, che ha solo contribuito ad aumentare i propri interessi ed i propri guadagni....\r\nEd invece siete li a discutere e a protestare sulle addizionali IRPEF, sull\'utilità del federalismo, o sulla utilità del voto ad uno o all\'altro candidato!!!\r\nForse è per questo che siamo arrivati in questa situazione.....SVEGLIATEVI ITALIANI!!!!!MANDIAMOLI A CASA TUTTI E RIPARTIAMO DA \"QUASI\" ZERO!!!!

    Rispondi

  • Shunkakan

    20 Febbraio @ 00.16

    Aiuto il mio amico Lucchi in mutande! Stai attento a non prendere freddo però con quel fisic lì:)

    Rispondi

  • Puzzi

    19 Febbraio @ 19.09

    La TARES sarebbe stato un esempio di corretto federalismo fiscale che però il governo Monti ha travisato, storpiandola, truffando in qualche modo gli italiani. Ricapitoliamo: il cittadino ha gli stessi servizi, ma paga una tariffa più alta al Comune. Lo Stato, nel contempo, non dà più ai Comuni trasferimenti economici di pari importo. Quindi il cerchio doveva chiudersi con lo Stato che diminuiva il prelievo fiscale ai cittadini, per un pari importo. Alla fine del giro, il cittadino pagava la stessa cifra. Supponiamo che fosse 100, prima pagava 60 allo Stato e 40 al Comune, dopo avrebbe dovuto pagare 40 allo Stato e 60 al Comune: totale sempre 100. Per il Comune non sarebbe dovuto cambiare nulla perché quel che lo Stato non gli dava più, glie lo davano i cittadini. Il vantaggio consisteva che certi Comuni del centro / sud Italia (ma non solo), stracolmi di evasori fiscali, avrebbero finalmente fatto pagare le tasse ai loro compaesani, altrimenti niente più servizi (perché lo Stato non glie li pagava più, e quindi se li dovevano pagare da soli). Però Monti si è dimenticato il pezzo dove doveva calare le tasse statali!!!! Concludendo: è una truffa!!!!! Ed è la seconda volta, poiché anche l'aumento dell'IVA doveva coincidere con la diminuzione dell'IRPEF, così si contrastava l'evasione fiscale e non si contraevano i consumi. Come ha applicato la cosa il Governo Monti? Aumento dell'IVA si; diminuzione dell'IRPEF no. Allora c'è la recidiva!!!!! Ancora una volta Lucchi ha colto nel segno.

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    19 Febbraio @ 17.46

    Lo seguiranno certamente in molti,dal momento che ormai tutta l'Italia è in mutande!

    Rispondi

  • Maurizio

    19 Febbraio @ 16.46

    Un plauso al sindaco. Ricordo che la TARES, votata da tutti i partiti che oggi urlano per la riduzione delle tasse, è stata posticipata dai cari politici attuali a luglio per la campagna elettorale.... Bravi!!!! Ma tra pochi giorni la "X" sappiamo dove segnarla!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti