-4°

Provincia-Emilia

Bassa Est: anche da Torrile il sì all'Unione

0

Chiara De Carli

Il consiglio comunale di Torrile ha approvato all’unanimità l’adesione all’ambito territoriale dell’Unione Bassa Est Parmense. Entro il 1 gennaio 2014 il Comune di Torrile dovrà trasferire all’Unione Bassa Est la gestione di un minimo di tre funzioni tra quelle definite dalla normativa. «Con questa delibera non facciamo accordi ma approviamo l’ambito all’interno del quale il nostro Comune inizierà una serie i rapporti con i Comuni limitrofi - ha precisato il sindaco Andrea Rizzoli nella relazione introduttiva -. Il Comune di Torrile applica le disposizioni legislative riportate senza troppa convinzione e nella speranza che intervengano modifiche in grado di non costringere le singole comunità a rinunciare all’elezione diretta delle proprie rappresentanze individuandole come responsabili delle gestioni, per favorire, invece, l’organizzazione di organi di secondo livello . La ricerca del contenimento della spesa pubblica dovrebbe tener conto di non indebolire l’organo amministrativo più vicino ai problemi della gente, soprattutto in momenti così difficili in cui la richiesta di aiuto è ogni giorno più pressante, ma intervenire dove sono già state riscontrate aree di inefficienze nello Stato e favorendo l’eventuale aggregazione di più Province e Regioni».
A spronare il consiglio a vedere in modo positivo il cambiamento è stato Sergio Giuffredi, consigliere di opposizione di «Insieme per Torrile»: «Non vedo entusiasmo in questa proposta. Probabilmente occorre un lavoro diverso per rendere efficace il riordino ma credo che non ci sia altra strada che individuare territori omogenei e lavorare insieme con una programmazione che tenga conto del territorio nel suo complesso, per esempio individuando strutture infracomunali che diano risposte». La scelta delle funzioni da conferire è stata rimandata ad un secondo momento, come ha sottolineato Rizzoli: «Inizieremo un dialogo con le altre amministrazioni. Il percorso è molto lungo». «Se ci si riesce a mettere d’accordo, intanto, per sistemare via Malcantone sarebbe un bene - ha detto Carmelo Cardinale (Lega Nord) -. Fino ad oggi è stato un continuo scaricabarile ed è un miracolo che non si sia ancora fatto male nessuno». 
Durante il dibattito Alessandro Fadda ha chiesto al sindaco di non conferire, per ora, la funzione di polizia municipale: «I nostri agenti hanno un particolare rapporto con i nostri concittadini e credo andrebbe salvaguardato fin quando possibile. La direzione della delibera è giusta anche se nel breve termine non vedremo grandi economie. A novembre avevo già posto il problema della legge regionale: sarebbe stato meglio iniziare a parlare coi Comuni limitrofi quando è entrato Colorno perchè oggi ci troviamo ad avere un peso diverso rispetto agli altri. Chiediamo di essere coinvolti nelle decisioni che verranno prese nel prossimo futuro per condividere il percorso». Non d’accordo sull'opportunità della delibera l’assessore Maura Zilioli: «Già ragioniamo con gli altri Comuni. La nostra perplessità non è nel confrontarci con gli altri amministratori ma io credo che queste Unioni vadano a togliere le peculiarità che i Comuni hanno e nei servizi che erogano ai cittadini. Abbiamo già visto la gestione dei servizi di Asp: ci è costata il doppio». Dubbioso il consigliere del Prc Antonio Gentile: «La legge regionale impone a chi è più virtuoso di stringere la cinghia. Si potrebbe fare un ordine del giorno per chiedere alla Regione di rivedere questa situazione». «Dall’alto tendono a scaricare funzioni e responsabilità sugli enti locali - ha aggiunto Fadda -. Puoi investire nelle professionalità che servono solo mettendo in Unione le funzioni». A concludere il dibattito la riflessione del sindaco: «Ci hanno imposto una “ricetta” obbligatoria mentre queste decisioni vanno prese dal basso. Sono contrario all’eliminazione delle Province perchè con gli amministratori provinciali possiamo dialogare facilmente mentre portare un nostro problema in Regione è più faticoso, e non per un discorso politico ma per una questione di competenze. Non credo sia questa la strada giusta per risparmiare. Rispetteremo la legge cercando di salvaguardare le nostre peculiarità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery