-2°

Provincia-Emilia

Reggio Emilia: 57enne di San Polo d'Enza sequestra un dirigente dell'Acer

Reggio Emilia: 57enne di San Polo d'Enza sequestra un dirigente dell'Acer
3

Tensione e paura attorno alle 8,15 a Reggio Emilia, dove un uomo armato di coltello ha raggiunto gli uffici dell’Acer (Azienda Case Emilia-Romagna) di via Costituzione e ha sequestrato il dirigente dell'area gestioneale Mauro Bonacini barricandosi in un ufficio, al piano terra. Sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, coordinati dal comandate provinciale, colonnello Paolo Zito. I militari sono riusciti a disarmare l'esagitato. Il direttore non è ferito. L’epilogo poco prima delle nove. L'aggressore è stato arrestato dopo una colluttazione con i militari, che lo hanno disarmato. Si tratta di Roberto Allodi, 57enne di San Polo d'Enza. Aveva con sé un coltello di circa 30 centimetri.
La sede dell’Acer è a nemmeno 500 metri da il liceo scientifico Aldo Moro.

Il 57enne è entrato come un normale cliente e si è fatto consegnare il ticket per farsi ricevere dal direttore dell'area gestionale e risolvere alcune pendenze che pensava di avere in sospeso con l'agenzia (l’aumento del canone d’affitto a causa della mancata presentazione Isee). Una volta nell'ufficio del direttore, l'uomo non ha perso tempo e dopo qualche scambio di battute si è scagliato verso di lui, estraendo un coltello da cucina lungo 30 centimetri. Il dirigente ha cercato di fuggire ma l'aggressore lo ha bloccato e lo ha tenuto in ostaggio assieme a un impiegato dell’Acer intervenuto nel frattempo.

Sul posto sono accorsi i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia, seguiti dai colleghi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, mentre dalla centrale operativa il colonnello Paolo Zito ha coordinato le operazioni. I militari hanno iniziato una delicata trattativa con l’uomo, invitandolo più volte, senza esito, a posare l’arma a terra, rassicurandolo circa il buon esito del problema. Visto che l’uomo non desisteva e che anzi ha continuato a puntare il coltello agli impiegati, i militari sono riusciti ad avvicinarlo e dopo una concitata e pericolosa colluttazione lo hanno disarmato.
Portato in caserma, Allodi è stato arrestato con le accuse di sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo d’arma e minaccia aggravata. Il pm Valentina Salvi conduce l’inchiesta.

UN'ORA DI GRANDE PAURA. E' stata un'ora di grande paura. Allodi è arrivato alle 8: con fare tranquillo ha atteso il suo turno per parlare con il dirigente di un problema che riguarda il pagamento dell'affitto; un problema di cui, tra l'altro, sembra avesse già discusso con gli uffici in passato. Quando il dirigente si è visto puntare addosso un coltello da cucina, ha urlato e ha cercato di fuggire dall'ufficio. Ha attirato così l'attenzione degli altri impiegati, uno dei quali si è avvicinato per cercare di calmare l'aggressore.

IL PRESIDENTE ACER ESPRIME SOLIDARIETA' AL DIRETTORE E ALL'IMPIEGATO PRESI IN OSTAGGIO: "IL LAVORO DI ACER E' ORMAI UNA TRINCEA". «Esprimo tutta la solidarietà del Consiglio di Amministrazione al nostro Direttore di Area Gestionale, dott. Mauro Bonacini, al nostro signor Mario Puglia, addetto alla Gestione del Patrimonio, e a tutti i Lavoratori dell’Azienda per essere riusciti ad affrontare con lucidità e determinazione l’evento drammatico che si è verificato oggi nella sede direzionale di Acer Reggio Emilia - dichiara il presidente di Acer Reggio Emilia Marco Corradi, attraverso un comunicato -. Il lavoro degli operatori di Acer è ormai un lavoro di trincea, dove i bisogni delle persone in difficoltà, ogni giorno in aumento, si incrociano necessariamente con il rispetto dei principi di equità e trasparenza propri di chi gestisce gli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni.
Il disagio sociale, profondo e diffuso, di una fascia sempre più ampia di popolazione oggi è aggravato dalla crisi che ha colpito duramente il nostro territorio e dal taglio continuo di risorse da destinare al sociale, e quindi alle persone.
Questi episodi sono l’ennesima testimonianza che è sempre più urgente costruire una rete organizzata che unisca tutte le parti sociali ed economiche per costruire nuovi percorsi di solidarietà e di welfare in grado di contenere e alleviare situazioni di disagio e di difficoltà che rischiano di mettere in crisi l’intera struttura sociale del nostro territorio».

 Poche ore dopo l'aggressione negli uffici dell'Acer, un artigiano minaccia di buttarsi dal tetto di un'azienda che, ha dichiarato, gli deve 15mila euro (leggi) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • CRISTINA

    21 Marzo @ 12.59

    Cosa si pretende dalla gente senza soldi e lavoro ????\'non e\' che l\'inizio .....\r\n\r\nNessuno dei \"grandi politici e non \" sta facendo qualcosa per ripianare questa situazione che sta degenerando..prima o poi tocca anche a loro

    Rispondi

  • Franco Bifani

    20 Marzo @ 16.19

    L'esagitato è stato reso mansueto dai CC, quando gli hanno intimato: "Buono e ZIto!".

    Rispondi

  • francesco brundo

    20 Marzo @ 14.10

    C'è ben poco da commentare, la gente è esasperata e perde la testa, questo episodio non sarà ne il primo ne l'ultimo

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto