-1°

Provincia-Emilia

Pivetti fra Montecitorio e Berceto: "Lucchi in mutande? Spero non lo lascino solo: ma ci vuole il fisico..."

Pivetti fra Montecitorio e Berceto: "Lucchi in mutande? Spero non lo lascino solo: ma ci vuole il fisico..."
2

 BERCETO

Chiara Cacciani

Il sindaco Luigi Lucchi si presenterà davanti al Quirinale domattina, puntuale, in assetto anti-Tares: mutande e fascia tricolore. "E speriamo che non sia il solo: sarebbe bellissimo se altri si unissero a lui. Ma mi rendo conto che è una protesta che richiede un certo fisico...". A parlare è Irene Pivetti, che di Berceto è assessore allo Sviluppo e all'Occupazione e ormai un po' cittadina e che le istituzioni romane le conosce molto da vicino.

Sull'abbinamento mutande-fascia scappa il sorriso ("speriamo non faccia troppo freddo"), ma la realtà è che l'ex presidentessa della Camera appoggia in pieno l'iniziativa del suo sindaco. "La protesta è su una questione serissima, e so che in questa battaglia Lucchi non è solo, anzi. Bisognerà vedere se gli altri se la sentiranno di portare in piazza le loro richieste in un modo così forte". Dell'esperienza a Berceto si dice entusiasta: "E' davvero straordinaria: mi ha permesso di vedere dall'interno la realtà dei piccoli Consumi, quelli a bassa densità di popolazione – racconta – E' un tema molto trascurato dalla politica, e io voglio farmene portavoce". Perchè – si accalora la Pivetti – "il vero Sud è questo: quello dei piccoli Comuni che in ogni parte d'Italia concentrano su di sè tutti gli indacatori di povertà. E le Unioni di Comuni non sempre sono la soluzione giusta ai problemi. Anzi, spesso non lo sono affatto".

Da Berceto a Montecitorio: perchè l'elezione di Laura Boldrini ha messo in moto i ricordi di quella che è stata la seconda donna nella storia italiana alla guida della Camera. Se le si chiede se la questione di genere la irrita la riposta è pronta: "Non mi piace, ma è giusto parlarne. C'è di buono che sarà l'ultima volta che farà notizia: ormai il vertice è espugnato. Ora restano altre tre trincee per cui combattere". Il Senato: "E questo mi stupisce: le due Camere dovrebbero viaggiare di pari passo". La presidenza della Repubblica: "Ma forse siamo vicini al cambiamento: quello di Anna Maria Cancellieri è un ottimo nome". E poi la Presidenza del Consiglio: "Questa sarà l'ultima a cadere – ammette un po' sconsolata – E' la più ostica perchè è la più potente, si gestiscono i soldi degli italiani. Purtroppo le donne devono sempre combattere con chi attribuisce loro una minore autorevolezza".

Arriva il tempo dei ricordi veri e propri: "Mi ha colpito il modo in cui Laura Boldrini ha letto- seria ed emozionata – il suo discorso. Ho percepito che senta profondamente l'importanza del suo ruolo e il dovere di essere al servizio di questa carica. Non è un incarico come un altro: sei un mediatore di tanti conflitti, una figura di mezzo che difende il diritto di tutti, serve tanta dedizione. Ecco, nella Boldrini mi sono rivista", racconta Irene Pivetti. Che poi continua: "Quando sono stata eletta ho avuto chiara l'idea che come persona non sarei dovuta esistere: è il ruolo istituzionale che conta. Non è scontato: molti presidenti che sono arrivati dopo non l'hanno fatto. Ma credo che la Boldrini abbia compreso la responsabilità che le impone quel ruolo".

Indossava il fazzoletto verde della Lega, allora, la Pivetti. Ma che fine ha fatto il sogno leghista? "La politica è caduca, è fatta di brevi periodi: i vent'anni della Lega sono già un'eternità. Il contributo più importante è stato dato nelle amministrazioni locali, introducendo un nuovo stile di governo sul territorio. E dimostrando che l'analisi economica è ormai tramontana, non riesce più a leggere l'attualità: la Lega ha avuto il merito di introdurre l'elemento territoriale, che è una chiave importantissima". Promuove l'esperienza al Viminale di Maroni, la Pivetti, ma sulle grandi speranze di rinnovamento messe sul Carroccio è tranchant: "Quelle sono morte col Trota. I duri e puri non esistono se non vigilano su se stessi".

E l'exploit 5 Stelle che a qualcuno ricorda il vento del Nord anni Novanta? "Vorrei capire di cosa sono fatti – risponde la Pivetti – Sono convinta che ci siano persone in gamba che faticano ad emergere. E vedo cose contrastanti: il voto a Grasso è stato un atto di presa di coscienza, un voto difficilmente discutibile. Ma su questo si sono divisi. Credo comunque che per loro la presenza in Parlamento sia una straordinaria occasione per una maturazione: in questo senso sì, sono come la Lega degli inizi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federico

    21 Marzo @ 14.06

    Interessante...io ci vedrei bene la Pivetti in Muntande . Perchè non ci si mette lei?

    Rispondi

  • marco

    21 Marzo @ 13.55

    Speriamo che la Boldrini non contribuisca alla caduta del futuro governo come fece la Pivetti col governo Prodi a causa dell'allattamento...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria